Menu:

Concerto della settimana

16 gennaio 20134
Succi @ Locomotiv, Bologna

 
Snatura Rock consiglia:

Madaus - "La macchina del tempo": esordio del quartetto guidato da Aurora Pacchi: incantevole voce poliedrica in un arcobaleno di umori, fatti, sentimenti nella purezza e passionalità.

Links:

arrow Radio Sherwood
arrow Il Mucchio
arrow Wallace Records
arrow Bar La Muerte
arrow Snowdonia
arrow XM 24
arrow Locomotive Club
arrow Il Covo
arrow Estragon
arrow Ghost Records
arrow Arteria
arrow Fosbury Records
arrow Amirani Records
arrow Fratto 9 under the sky
arrow Urtovox
arrow Blu
arrow Boring Machines
arrow Cane Bagnato

 

arrow"Confessioni di un orco" il nuovo libro di Francesca Ognibene

 

arrowDomenica 12 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Il Distacco
Una formazione rock per Il Distacco: batteria, chitarra, basso e il cantante che suona anche la chitarra. Il loro primo EP "I 17 Lati" è il loro esordio, prodotto artisticamente da Giuliano Dottori. Capaci di essere sensuali e ruvidi come accade in "Adrodite", di essere saggi come in "Karma": 'Raccogli ciò che hai seminato che diventerà frutto o tempesta'. Un disco che promette davvero bene. Ne parliamo con il bassista Jacopo di Pierro.

h16.00 Intervista ai Kuadra
"Non avrai altro Dio al di fuori di te" è il terzo disco sulla lunga distanza del gruppo di Vigevano dopo l'EP "Tutto Kuadra", l'esordio omonimo e "Il bene viene per nuocere". Dopo avere abbandonato il rap, nel disco nuovo l'approccio del gruppo è diretto verso una sorta di concept album che si concentra su simboli forti: il bene e il male, la religione cristiana, storie amare di oggi come quella di "Abdul". Ne parliamo con Emanuele Savino, il chitarrista.

h16.30 Intervista ai Quarzomadera
I Quarzomadera sono un duo di Monza/Milano costituito da Davide Sar voce, chitarra, basso e tastiera e Tony Centorrino, batteria e percussioni. "Apologia del calore" è il loro quarto album da sedici anni a questa parte. Rock progressive e psichedelico cantato in italiano. Canzoni che sferzano grandi no contro il conformismo per inerzia per cercare di non soffocare nella stretta per fare le cose per essere nel giusto. Ne parliamo con Davide.

 

arrowDomenica 5 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista ad Andrea Carboni
"La Rivoluzione Cosmetica" è il terzo album di Andrea Carboni dopo "La Terapia dei Sogni" del 2010 e "Due" del 2013. Testi che cercano il significato e le atmosfere giuste per il proprio stato d'animo che a volte è ombroso e altre solare. Diversi spunti emozionali e un timbro vocale più rilassato e poderoso allo stesso tempo rispetto al passato. Un disco che porta sempre più centrata la strada giusta da solcare per questo ragazzo che ha storie musicali interessanti in serbo per le nostre orecchie.

h16.00 Intervista a Davide Pagnini
"Maschere" è l'esordio solista del pesarese Davide Pagnini dopo il duo Ebanoh. La sua scrittura raggiunge la quintessenza sul brano che apre il disco "Ballerino di jazz", dove c'è tutto quello che puoi chiedere ad una canzone: senso del ritmo, coinvolgimento nel testo perché vicino al proprio quotidiano, la curva tra euforia e illusione. Un disco che promette bene e un ragazzo che disarma per la professionalità e serietà con cui afferra e stringe questa meraviglia che gli è capitata tra le dita: la sua musica.

h16.30 Intervista ai Giorgia Del Mese
"Nuove Emozioni Post-ideologiche", appena uscito per Radici Music, è il terzo album per Giorgia Del Mese dopo "Sto bene" e "Di Cosa Parliamo". Le sue canzoni hanno insita la malinconia ma anche la rabbia punk con una poetica amara che scava nei meandri della sempre più nascosta umanità. Il sole arriva propizio per dare una spinta pop alle maglie concrete del disco.

 

arrowDomenica 29 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Sequoyah Tiger
Sequoyah Tiger è Leila Gharib, già conosciuta per il trio Bikini the Cat e ultimamente per Barokthegreat. Il primo capitolo del suo nuovo progetto "Ta Ta Ta Time" è appena uscito per la berlinese Moor Music. Un EP che mette in evidenza la crescita compositiva della cantante e chitarrista che, con l'aiuto dell'elettronica e della sua inventiva, ha completato il cerchio per completare il suo intento artistico.

h16.00 Intervista a Il Pinguino Imperatore
Dopo un EP "Seafood Chicken" e un esordio omonimo, il gruppo di Assisi Il Pinguino Imperatore torna con "Domeniche alla periferia dell'impero", appena uscito per Stormy Weather. Ricordano i Primus e spesso giocano con le velocità e l'ironia. Hanno controllo e gusto per mantenere in equilibrio il senso della canzone per proseguire nella piacevolezza dei testi.

h16.30 Intervista ai Buddha Superoverdrive
"Nuovi Cannibali" è il disco nuovo del duo di Napoli basso-voce e batteria dopo due EP, "EP Live" e "14/11/2013". Canzoni come rituali tribali sul filo di blues, momenti serrati e duri per raccontare l'ipocrisia del mondo moderno. Un disco che è diviso quasi a metà tra la prima parte più vicina alla tecnica pop rock e la seconda più sperimentale e evanescente. Ne parliamo con Jonathan Maurano il batterista. Completa il duo Valerio De Martino alla voce e al basso.

 

arrowDomenica 22 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai So Does Your Mother
Ben dieci musicisti vanno a formare i So Does Your Mother, gruppo nato da qualche anno in quel di Roma partendo dall'idea del cantante e autore delle canzoni Lorenzo Sidoti. Ritmi seducenti che girano e ballano intorno al funk, al progressive e al jazz. Una spinta corale molto forte risulta parecchio coinvolgente. Il loro esordio autoprodotto si intitola "Neighbours".

h16.00 Intervista a Yato
Il producer Stefano Mazzei, aka Yato, racconta della sua prima uscita su disco "Fuck Simile". Storie di uomini malandati ma anche di personaggi buffi, canzoni cantate in italiano, ubriache di beat di chi conosce il senso del ritmo e con gusto sa assemblare, moderare, pompare il volume aiutandosi con la sua voce molto eclettica - che usa talvolta anche come strumento - e l'elettronica.

h16.30 Intervista a Bebawinigi
Virginia Quaranta - in arte Bebawinigi - è un'attrice e autrice di colonne sonore ma anche cantante e polistrumentista. Il suo bellissimo esordio omonimo ha degli aspetti che in effetti evocano immagini dalle tinte più diverse. Ombre e sensualità a più riprese e diversi tempi. Furia rock. Passi buffi e baldanzosi. Maledizioni. C'è un intero copione che diventa musicale e rimane.

 

arrowDomenica 8 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista alla Banda Rulli Frulli
Settanta membri dagli otto ai trent'anni formano ad oggi la Banda Rulli Frulli e Federico Alberghini - con cui parleremo - è il direttore. Un'idea nata come un sogno a cui aggrapparsi nei giorni del terremoto a Modena e poi diventato sempre più numeroso e concreto per accogliere anime libere che, tutte con un proprio compito, entrassero in una dinamica genuina con strumenti costruiti o inventati seguendo l'orecchio, il cuore, la musica tutta. L'ultimo disco è "Cinquanta Urlanti" con contributi tra gli altri di Tre Allegri Ragazzi Morti. Davide Toffolo tra l'altro si è innamorato talmente del progetto che ha realizzato un fumetto "La Banda Rulli Frulli suona più forte del terremoto" con tutte le facce dei ragazzi e che trovate già al banchetto se andate a vederli dal vivo.

h16.00 Intervista a Il Lungo Addio
Dopo "Pinarella Blues" del 2014 Fabrizio Testa, cantante, pianista, chitarrista e autore, torna con "Fuori Stagione" appena uscito per Wallace Records, Old Bicycle Records e Piadina Records. Una voce che sa essere profonda quanto spettrale riuscendo a coinvolgere. Canzoni malinconiche da fine della festa, ma anche momenti di spensieratezza che profumano di speranze di felicità inarrivabili rimanendo comunque importanti per sentirsi vivi. Al suo fianco per questo disco gli ottimi Bruno Dorella alla batteria, Chet Martino al basso e Andrea Dolcino alle tastiere.

h16.30 Intervista ai Nigga Radio
Il quartetto siciliano dei siciliani Nigga Radio, guidati da Daniele Grasso, a due anni di distanza dall'esordio "Na Storia" tornano con "Fork Blues Techno'n' roll...E Altre Musiche Primitive per Domani". Un disco nuovamente impreziosito dalla voce blues di Vanessa Pappalardo che ingloba nel sound del disco anche l'hip hop e a volte la tecno. Daniele che compone le canzoni è riuscito nell'intento di rendere sempre più moderno il dialetto siciliano rimanendo comunque ancorato a ritmi primitivi e scarni per raccontare storie profonde. Ne parliamo con Daniele Grasso.

 

arrowDomenica 1 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Krea
Il producer Crea Giuseppe, in arte Krea, debutta come autore con "Beatfolk & Inchoerent Songs", appena uscito per Seahorse recording, creando la sua esperienza con le canzoni concrete ma destrutturate, dove sperimenta mescolando diversi generi mantenendo la durata pop di 3/4 minuti. Atmosfere nebulose, boschi fitti da raggiungere dopo degli sguardi guardinghi, voci rarefatte con l'aria sforbiciata tramite giochi elettronici che la ritmica tiene in piedi dall'inizio alla fine.

h16.00 Intervista agli Emily Sporting Club
Esordio omonimo per i Emily Sporting Club che dopo tre anni dalla creazione del gruppo, si sono ritrovati con in mano le canzoni appena prodotte da New Model Label. Il loro principale ispiratore è stato lo scrittore Pier Vittorio Tondelli, da cui attingono per passione e da cui estrapolano per valorizzare ancora di più il disco, alternando l'italiano all'inglese. "Sputando sassi per guarire un po'" - come cantano in "Autobahn" - scelgono la forza della canzone per raccontare il marciume, la freddezza e la crudeltà, a volte giocando anche con le parole.

h16.30 Intervista agli Electroadda
Il duo psichedelico new wave degli Electroadda, formato dal cantante/chitarrista Leonardo Ronchi e dal batterista Carlo Frigerio, esordiscono con un EP omonimo. Storie d'amore che diventano ossessioni, un vento caldo su campi estesi, ballate su una nota che poi si apre a mantello, i Jefferson Airplaine, il sole con un cappello di paglia in testa. Ne parliamo con Leonardo.

 

arrowDomenica 24 aprile a Snatura Rock

h16.00 Intervista alla Fuzz Orchestra
"Uccideteli tutti! Dio riconoscerà i suoi" è il quarto album della Fuzz Orchestra. Un disco che spinge e sfrutta i ritagli del passato compositivo di altri girando attorno all'apocalisse e inglobando il proprio sentire. L'unica via è ritrovare l'uomo nel disordine prima di finire nell'abisso. Un suono metallico chitarroso che batte e stride e irrompe fragoroso liberando la botola che ci siamo creati sulla testa. "Esecutori di metallo su carta" come band sugli interstizi del trio, storti, incisivi, dritti, avvincenti, vanno ad impreziosire le trame. Ne parliamo con Luca Ciffo (chitarra e voce). Completano il trio il batterista Paolo Mongardi e Fabio Ferrario al noisepiano.

h16.30 Intervista a Francesco Vannini
Aveva iniziato con i Marcello e i Qualsiasi ma per Francesco Vannini arriva subito l'urgenza di intraprendere una carriera solista. E dopo un primo EP uscito nel 2014 "Dinecessitàvirtù", per il cantante palermitano arriva il momento dell'esordio sulla lunga distanza "Tornando a noi" uscito alla fine nel 2015 per Seahorse rec. Un disco che crede in uno sguardo ironico ma anche profondo e intriso di storie che vale la pena conoscere.

 

arrowDomenica 17 aprile a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Deluded By Lesbians
Il trio dei Deluded By Lesbians, dopo due EP e due dischi sulla lunga distanza, tornano con un disco di cover "Fotoromanzo", nato dalla proposta di suonare ad un matrimonio. Un gruppo di musica punk stoner doveva presentarsi davanti ad astanti insoliti, quindi l'idea migliore era suonare canzoni molto conosciute ai più: da "Felicità" a "Fotoromanza" passando per "Il Cielo in una stanza" e trasformarle con il proprio tocco personale perché bisogna essere sempre coerenti per fare bene le canzoni. Ne parliamo con Francesco Posa detto Laura O'Clock.

h16.00 Intervista a Nanco
"Acerrimo" è l'esordio di Nanco aka Nino Di Crescenzo. Canzoni legate al gusto della storia immaginata o vissuta, momenti di rabbia e tensioni che segnano il passo cercando nelle sfumature uno scorcio di cielo per uscire, nonostante tutto, dal baratro della tristezza. C'è anche spazio per il pop giocherellone ne "Il Periodico di Turno", ma l'umore del disco ha perlopiù toni scuri. Il disco si trova anche originalmente nelle tabaccherie come chiavetta usb dentro un pacchetto di sigarette.

h16.30 Intervista a Giorgio Canali
Giorgio Canali ha una voce bellissima perché sa rimanere giovane con un tonalità che si avvicina all'essere roca e forte, robusta, rock. Il grande cantante e chitarrista torna con i Rossofuoco in versione trio sempre più rodati e sempre più fatti di musica da comporre e suonare quanto di orecchie da accontentare. Nei momenti di pausa tornano in mente, a quanto pare, canzoni amate, diventate speciali e così viene naturale metterle insieme e volerle rifare a proprio modo. "Perle per porci" è il titolo di questo gruppo di canzoni, un titolo che si giustifica per la rabbia che queste non siano diventate famose ed è l'ulteriore spinta di Canali a farne un disco spaccaculi che continua la sua piacevole storia musicale.

 

arrowDomenica 10 aprile a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Donnakatya and the Superfeed
"Poetry is not good to eat" è l'album d'esordio di Katya Scarpulla, aka Donnakatya già nei Matsukao e nei Chinasky. La Superfeed è composta da Marco Pagot, Lisa Cappellazzo, Stephen Troppip, Capitano Merletti, Michele Scarpulla e Matteo Benezzi. Tutti musicisti amici con una propria storia che hanno contribuito a queste dieci piccole meraviglie fatte di psichedelia, sussurri, cori angelici, ma anche dance pop e colori pastello. Canzoni ben strutturate venute fuori dalla spinta ad essere coraggiosi da parte di un gruppo di amici che crede nel talento di questa cantante e chitarrista Katya Scarpulla e ha pienamente ragione.

h16.00 Intervista ai Guignol
"Abile Labile" è il sesto album dei Guignol appena uscito per L'Atelier Sonique. Piccole storie che attraversano l'estro compositivo del cantante e autore delle canzoni Pier. Prese d'impatto del flusso di coscienza che suggerisce come affrontare la vita per quello che accadrà e per quello già avvenuto da accantonare nel modo più sano. La sensibilità, la cura, il gusto poetico di Pier soddisfano anche per questo disco il senso estetico chiamato all'ascolto e alla visione d'insieme che raccoglie come sempre personaggi immaginari che si incarnano.

h16.30 Intervista ai La Base
Mirko Lucidoni, cantante e chitarrista ci racconta dell'esordio dei Labase, appena uscito con "Antropoparco" per il collettivo La Noia. Un trio completato dal bassista Antonio Campanella e dal batterista Francesco Amadio. Un gruppo dark rock con canzoni scritte in italiano che sparano a zero sulla vita senza speranze. La durezza della vita scalfita dalla rabbia che non si arrende e se c'è una speranza la si rivolge al futuro. Quel che non si conosce potrebbe cambiare il grigiore in in primavera.

 

arrowDomenica 3 aprile a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli Ophiuco
Dopo otto anni dal loro esordio "Hypno Queue" uscito per la Minuta Records, torna il trio pop rock morbido e tecnologici degli Ophiuco con il disco nuovo "Hybrid", appena uscito per la Seahorse recording. Un disco con diversi ospiti che rientrano in un flusso compatto e rimane nel contesto ritmico che cerca le melodie della chitarra, dell'elettronica, delle voci basso in linea con dub, il trip hop e la drum and base. Ne parliamo con Paolo Zangara (basso) e Marino Peiretti (chitarra). Completa il trio Ilaria Nicolini alla voce.

h16.00 Intervista ai General Stratocuster
Dopo "General Stratocaster and the Marshals" del 2011 e Double Trouble del 2013, arriva Dirty Boulevard appena uscito per Back Candy, terzo album in studio per questa band con radici rock anni 70 ma che non mancano di ricordare Soundgarden e Pear Jam. Un suono scelto insieme come gruppo che si sa intendere per le stesse motivazioni che li portano a scrivere una lettera di ringraziamento a Bob Dylan come a comporre un blues che si apre e si strappa rimanendo comunque la stessa stoffa. Ne parliamo con Jack Meille (cantante). Completano il gruppo Fabio Fabbri alla chitarra, Richard Ursillo al basso, Federico Pacini al piano e organo e Alessandro Nutini alla batteria.

h16.30 Intervista agli Appaloosa
"Bab" è il sesto album degli Appaloosa. Una bella ferocia math rock ma anche psichedelia ed elettronica. Un disco che gode dello studio di registrazione di loro proprietà "Orfanotrofio" perché permette di fare le registrazioni nei momenti di ispirazione. Il risultato si raccoglie con l'ascolto ed emergono sibili di serpente che si alternano a tiri dritti e martelli rock ma anche hip hop con l'elettronica che ottimizza e si segnano nuove esperienze sensoriali molto accattivanti nel segno del jazz. Ne parliamo con Niccolò.

 

arrowDomenica 20 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Danio Manfredini
Dopo "Incisioni", album di cover uscito nel 2013, arriva "Vivi per niente": primo album di inediti dell'attore, regista e autore teatrale Danio Manfredini. Un disco portatore sano di linee storte da correggere con una voce profonda e insieme delicata che lancia gli spasimi da smaltire nota dopo nota. Quasi un Piero Ciampi milanese: le premesse ci sarebbero tutte per portarci alle orecchie canzoni su canzoni, ma probabilmente sarà purtroppo l'unico disco di un meraviglioso sessantenne capace di stupirci e che da trentanni ha fondato le sue radici di artista nel mondo del teatro.

h16.00 Intervista ai Masai
"Le Quarte Volte" è l'album d'esordio - dopo un primo EP "Che problema c'è" (2014) - del trio torinese dei Masai, ovvero Oscar, Pippo e Stefano. Istinti filosofici, tensioni della chitarra, una melodia che non lascia spiragli di luce e col noise, il punk rock, sperimentazioni di sorta si spingono mostrando la faccia. Cercano inoltre di raccontare dei mali del mondo ma anche dei tentativi andati storti ma che comunque rappresentano il senso di rinascita, della positività che solo la voglia di vivere può dare. Ne parliamo con Oscar.

h16.30 Intervista ai Lapingra
"The Spectaculis" è il secondo album sulla lunga distanza dei solari Lapingra. Avevano esordito nel 2011 con "Salamastra" e hanno messo nella lista delle loro produzioni anche un EP omonimo e "Farewell Gallinella". "The Spectaculis" è il disco che conferma il loro brio e quell'eccentricità coinvolgente che ti fa venire voglia di tirare fuori i giocattoli e perderti nel mondo fatato e colorato che ti prospettano. I personaggi che mettono in piedi sono vivi e diventano amici di cui ascoltare le storie. Non sempre sono felici ma questo li rende più veri. Il duo formato da Angela Tomassone e Paolo Testa allargatosi a quintetto con Pasquale Remia, Julia Imperiali e Umberto Petrocelli, funziona alla grande e brulica di musicisti nuovi che rimangono ammaliati: così da una canzone e una banda che ride nascerà anche un film. Ne parliamo con Paolo.

 

arrowDomenica 13 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Di Fiore
"Scie Chimiche" è il terzo album di Giordano Di Fiore, dopo l'esordio "Artigianato" uscito nel 2008 e dopo "American Disaster" uscito nel 2012, ci porta alle orecchie le nuove canzoni lasciando dentro il suo tocco da fotografo, di pittore ed estimatore della canzone italiana da cui trae spesso ispirazione, dando riconducibilità alla tradizione d'autore d'eccezione. I perché di una felicità che arriva ma resta in bilico, la forza di cambiare prospettiva, autoconfortarsi e megafoni per cambiare il mondo con discorsi a voce alta, sono tra le argomentazioni del disco.

h16.00 Intervista a Daniele Brusaschetto
"Radio Stridentia" è l'undicesimo disco in studio del torinese Daniele Brusaschetto, che lo sta presentando anche attraverso la sua nuova virtuosità di video maker, prima con "Seems so long ago, Nancy" (la cover di Leonardo Cohen) e in questi giorni con "La catena della sopravvivenza", lo stanno portando a nuovi motivi di soddisfazione creativa. Apre il disco portandoci nel suo mondo granitico, dove sembra attraversare macerie con il cuore grondante sangue in mano e invocando la vendetta però con il sorriso stampato sulla faccia.

h16.30 Intervista agli Airportman
"Anna e Sam" è il tredicesimo album del gruppo di Cuneo che, per l'occasione, chiudono il cerchio delle precedenti collaborazioni e cover dei grandi Franti perché due membri del gruppo, Stefano Giaccone e Lalli, vanno a unirsi al gruppo e non come semplici ospiti ma come co-protagonisti del progetto. A completare il tutto le parole di Giovanni Risso e una ritrovata melodia. Una storia, quella di Anna, che attraversa tutte le tracce e si colgono spunti di vita che la musica approfondisce attraverso i suoi solchi e le sue astratte metafore che lasciano vivi. Ne paliamo con Giovanni Risso.

 

arrowDomenica 6 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Jenny Penny Full
"Eos" è il debutto dei veronesi Jenny Penny Full. Avvolgenti e dinamici impersonificano nella forma stessa della canzone che - destrutturizza e lucida il folk - sogni che si realizzano, che attraversano fiumi, che scalano grandi montagne respirando paure e desideri, che si nutrono della propria stessa emozione con le sfumature della voce di Giulia che toccano nel profondo. Ne parliamo con il chitarrista Luigi Noce. Completano il quartetto Giulia Vallisari (voce, chitarra e ukulele), Stefano Lanza (basso e alla chitarra) e Giovanni Franceschini(batteria).

h16.00 Intervista ai Sorge
I Sorge sono la nuova esperienza musicale di Emidio Clementi assieme a Marco Caldera, giovane e talentuoso producer. Il "racconta storie" dei Massimo Volume e scrittore, dopo aver reso protagonista Emanuel Carnevali in Notturno Americano, ci racconta le ombre, gli spigoli della felicità, le speranze che si spengono e il destino che diventa disarmante accettazione. E come sa fare lui ci fa vedere i luoghi, sentire le rughe della vita vissuta respiro dopo respiro, birra dopo birra, poesia dopo poesia. Sa cogliere egregiamente il racconto Marco Caldera che dirige le movenze delle parole attraverso l'elettronica. Ne parliamo con Emidio che ci racconta "La guerra di domani".

h16.30 Intervista ai La Metamorfosi
"Chrysalis", appena uscito per Mauna Loa Edizioni, è il secondo album dei La Metamorfosi, dopo l'esordio "Chimica Ormonale" del 2012, dove cantavano in italiano. Per il disco nuovo il passaggio all'inglese dà loro una considerevole leggerezza e soavità, ma anche forza colorata alla Bjork e generosità di intrecci melodici. Un disco dal ventaglio largo dal pop indie al rock, con mille frange dalla voce di Sarah, sensazione che ci fa supporre nuove originalità da scoprire per il proseguo di questa storia musicale Ne parliamo con la cantante Sarah D'Arienzo. Completano il gruppo Tyron D'Arienzo alla chitarra e Gianluca Manfredonia alla batteria.

 

arrowDomenica 21 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Rigo
Antonio "Rigo" Rigetti è un bassista mainstream ma da qualche anno si è ritagliato un percorso personale che lo vede cantautore e arriva a evocare Loudon Wainwright e Tom Waits. Dopo un primo EP uscito alla fine del 2015, Rigo con "Water Hole" mette insieme il debutto sulla lunga distanza. Un disco ben riuscito perché concretizza una passione per la forma canzone rodata e resa dinamica e commovente.

h16.30 Intervista ai Venus In Furs
Dopo l'esordio "Siamo pur sempre animali" e l'EP "BRA - Braccia rubate all'agricoltura" uscito nel 2013, i Venus In Furs tornano con "Carnival". Un disco pieno di frasi d'effetto che vi materializzano nell'aria e rimangono nella testa come pensieri felici. Qualche momento da incorniciare per raccontare di delusioni amorose, diversi spigoli noise e soffi di psichedelia. Con la voce di Claudio Terreni dritta e tesa, espressiva e ficcante, raggiungono l'obiettivo. Ne parliamo con Claudio.

 

arrowDomenica 14 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai La Sindrome di Kessles
Giordano Canio, chitarrista della band campana di stanza a Roma, ci racconta del disco omonimo uscito nel 2015, in attesa dell'arrivo del disco nuovo, previsto per questo autunno. Il quartetto completato da Antonio Buomprisco, che canta e suona la chitarra, Roberto Cola, che suona il basso e ha registrato il discom e Luca Mucciolo, il batterista. Una band che si mostra nuda con le ferite aperte e che ha imparato ad ascoltare le certezze dalla musicalità italiana d'autore e dei primi anni 90 per trovare chiavi d'orate di apertura all'ascolto.

h16.00 Intervista ai The Rideouts
"Heart and Soul" è il terzo album dei The Rideouts da Trieste. Un disco che ha la ruvidezza del blues, cori soul femminili, vibrazioni che stanno in piedi perché legati alla tradizione, l'amore sconfitto che si arrabbia, piange ma poi si rialza, la crisi dell'artista che si guarda dentro. Le pagine da leggere attraverso le note esperte sono tante insomma ma quel che il piede scoprirà divertente ed orecchiabile, arriverà subito dopo al cuore che si scalderà come in un abbraccio stretto. Ne parliamo con il cantante, polistrumentista e autore delle canzoni, Massimiliano Scherbi.

h h16.30 Intervista ai The Chanfrughen
Dopo l'esordio del 2014 "Musiche da inseguimento", tornano The Chanfrughen e da trio diventano quartetto con l'arrivo del grande Agostino Macor dei Le Maschere di Cera. Il disco nuovo "Shah Mat" (in persiano il re è morto) suonava bene per raggruppare le loro ultime canzoni che passano dal rock blues, alla psichedelia, per avanzare veloci nell'avanguardia jazz impro. Ne parliamo con il cantante e bassista Gianluca Guardone. Completano la band Alessandro Bacher alla chitarra elettrica e Andrea Risso alla batteria.

 

arrowDomenica 7 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Roberto Scippa
"Canzoni d'emergenza" è il secondo album per Roberto Scippa, appena uscito per Astral Records, Master Music e Believe Digital e arrivato dopo l'esordio autoprodotto "Vagando Dentro" uscito nel 2015. La scrittura di Scippa mostra chiare fotografie di momenti vissuti ed espressioni del quotidiano condivisibili, riuscendo nell'intento di non banalizzare la poesia della normalità e la voglia di sognare, prendendo spesso il largo nell'immensità dell'oceano.

h16.00 Intervista ai Perturbazione
"Le storie che ci raccontiamo" è il settimo album dei Perturbazione. C'era molta curiosità sul proseguo della loro storia dopo l'abbandono del chitarrista Gigi Giancursi e della violoncellista Elena Diana. Lo spazio vuoto da riempire però pulsava di vitalità compositiva che si rigenera e compone creando nuovo stupore. Canzoni che parlano dentro, che coinvolgono e rimangono nella testa. Neanche questa volta ci hanno deluso. Ne abbiamo parlato con Tommaso Cerasuolo.

h16.30 Intervista a Luprano
Dopo i Seven Circle e La Teoria Dei Giochi, torna Ivan Luprano, scegliendo come ragione sociale solo il cognome per il suo progetto solista. "Sognavo sempre", così il titolo, la dice già lunga sull'umore malinconico di queste canzoni cantate con leggerezza e con strutture della forma canzone che cercano originalità. Molti momenti interessanti ricamati dalla chitarra acustica mettono in evidenza il senso della musica che possiede gusto. Non è poco.

 

arrowDomenica 31 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Na Isna
Gruppo di Gargallo di Carpi fondato da Marco Na Isna Lodi nel 2011 e condiviso con Enrico Mescoli, Enrico Pasini, Luca Torreggiani e Claudio Cilloni. Tutti provenienti da altri gruppi ma che hanno visto forte l'appartenenza alle radici come il significato del nome Na Insa. E prendono come base forte la natura e la sua inesorabilità, "Un di furioso". Canzoni che profumano di poesia e così ne prendono spunto da poeti consolidati, fanno fluire i loro eccitanti fiumi di parole e melodie con in testa le trasgressioni creative dei Deus.

h16.00 Intervista a Elpris
Gli Elpris sono un sestetto di Macerata che cerca il pop nel proprio cammino e incontra tanto altro, soprattutto il folk per dirla tutta. Il loro senso musicale molto energico e danzereccio, si esprime bene anche per i testi che diventa liberatorio e coinvolgente, come ad esempio in "Megalopolì", e irrompe nell'aria per cancellare ogni bruttura come in Montagne. Ne parliamo con Sebastiano Pagliuca, chitarra acustica, elettrica e seconda voce. Completano il gruppo Matias Iobbi alla voce, Francesco Coacci al basso e voce, Giandomenico Cicchetti al violino, Federico Cippitelli all'organetto e Luca Cippitelli all'organetto.

 

arrowDomenica 24 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Mara
"Ottobre 66", appena uscito per Brutture Moderne, è il secondo album di Mara, dopo l'esordio "Dots" uscito nel 2012. Nuovi incontri musicali e uno studio stracolmo di strumenti ispiratori hanno costruito e asfaltato il percorso di queste canzoni nuove per la cantautrice ravennate. Sentimenti antichi che si attanagliano tra le righe del pentagramma ma solo per farsi rinvigorire dagli arrangiamenti moderni e l'occhio esperto del produttore Francesco Gianpaoli.

h16.00 Intervista a Lucio Leoni
Lucio Leoni è carico come una molla e la sua energia è alimentata dal suo amore per la musica. Cantautore, musicista e produttore romano, nel 2011 ha debuttato con la musicassetta "Baracca e Burattini". Con "Loren Ipsum" compone il seguito su cd e lustra la produzione con la sua etichetta Lapidarie Incisioni. Una romanità che diventa stornello e cerca spesso di riportare il passato dentro le caselline giuste: i ricordi piacevoli per ritemprare la felicità, i ricordi spiacevoli per imparare dall'esperienza dell'errore o dalla tristezza che fa comunque parte della vita.

h16.30 Intervista ai Siranda
Dopo gli EP "La Scatola" del 2012 e "Dorma il Male del 2014, "La Scatola del Male" appena uscito autoprodotto è il primo album sulla lunga distanza del gruppo di Siracusa. Canzoni che raccontano di consapevolezze amare, viaggi interiori che le parole accentuano con un muro di chitarre. Spesso gabbie da rompere e viste da diverse facce, sono l'input delle canzoni il cui intento sembra far esplodere questi impedimenti. Ne parliamo con Sergio, il bassista. Completano il gruppo Salvo, Davide, William e Fabiano.

 

arrowDomenica 17 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai The Hacienda
I The Hacienda da Firenze, dopo due ep e due album, hanno cambiato base creativa e adesso da due anni sono di stanza a Londra. Si ricomincia da lì dunque e come i classici inizi si ripresentano con ep omonimo. Riprendono il pop psichedelico a più voci con cui ci avevano conquistato, accostando il già imparato alle nuove esperienze e le nuove atmosfere che si ritrovano intorno al loro quotidiano. Musicalmente notiamo più noise, elettrica e sfumature reggae. Ne parliamo con Alessandro.

h16.00 Intervista ai C+C=Maxigross
Dalla montagna i C+C=Maxigros avevano iniziato con l'ep "Singar" nel 2011 e dopo l'esordio "Ruvain" del 2013 e un altro ep nel 2014 "An Instantaneous Jorney with Martin Hagfors", sono tornati con "Fluttarn", uscito alla fine del 2015 per Trovarobato e che conclude la trilogia dei dischi registrati al Vaggimal Studios. Si sente il respiro a fiato corto su queste canzoni, che avevano fretta di arrivare nella corsa lungo un arcobaleno pop, impreziosite da varie intensità per emozionarci con la loro musica. Ne parliamo con Tobia.

h16.30 Intervista ai The Half of Mary
Gli Half of Mary sono un quintetto toscano che arriva all'esordio autoprodotto "Ruins", dopo un primo ep "Strange Behavior". Le loro canzoni hanno una forza poetica che si poggia sull'intensità e su quel che riesce ad evocare non cercando la rima giusta ma il suo divenire. Toni drammatici ma anche ironici in una manciata di canzoni che scorrono nella piacevolezza. Ne parliamo con Gionni.

 

arrowDomenica 10 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai La Belle Epoque
"Il Mare di Dirac" è l'esordio autoprodotto dei La Belle Epoque di Treviglio (BG). Queste canzoni sono nate e hanno trovato la quadra ascoltando e amando i Radiohead e i Placebo. Una lotta è in corso qui tra razionale e bisogno emotivo. Una base scientifica a cui i colori del sogno, dell'innamoramento, dell'emozione danno corpo e mutano la forma. Ne parliamo con Luca Boschiroli, cantante, chitarrista, percussionista e autore dei testi. Completano la band: Dario Sorano, seconda voce, chitarrista, sinth e piano; Daniele Pizzigoni al basso e Paolo D'Adda alla batteria.

h16.00 Intervista ai Braski Lacasse
Dopo un primo EP omonimo uscito nel 2013, "So Afraid to Be Alone" è l'esordio della band bolognese, appena uscito per (R)estisto Records. Un gruppo di amici che ha raggiunto l'equilibrio giusto musicista dopo musicista fino a diventare quintetto e trovando così la struttura convincente per la presa live e da studio. Sanno essere dritti e senza orpelli come in "Go Into The Shell" ironici e corali come in "Wild and Lost" o anche teatrali evocando la Bella e la Bestia in "Metamorphosis". Ne parliamo con Niccolò Rangoni Machiavelli (cantante). Completano la band: Andrea Caselli, Amaro Luciano, Michele Ronchi e Vittorio Bilacchi.

h16.30 Intervista ai Majakovich
"Elefante" è il terzo disco sulla lunga distanza dei Majakovich. Tornano rimanendo attaccati al loro approccio alla musica che racconta storie e si ribella alla mediocrità. Distacchi, istinti di sopravvivenza che portano a imbastire nuove prospettive, la title track cantata come in mezzo alla foresta con la musica classica del pianoforte che eleva ancora di più lo spirito. Ne parliamo con Francesco Sciamannini che canta, suona le chitarre elettriche e acustiche, il piano e i synths. Completano il trio Giangi alle batterie e percussioni e Francesco Pinzaglia al basso, chitarre acustiche, synths e seconda voce.

 

arrowDomenica 3 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista gli Aucan
Da Brescia gli Aucan con "Stelle Fisse" raggiungono il traguardo del terzo album sulla lunga distanza con in più un EP "DNA" e tanti remix. Vengono confermate le basi imbastite come approccio alla musica, vale a dire i sinth e l'elettronica che incontrano e robotizzano una linea post-rock. Le melodie di "Stelle Fisse", uscito per Tempesta Dischi e Kowloon, sono sempre sulla punta delle dita creative del gruppo che nella improvvisazione live trovano il loro estro migliore da mostrare. Ne parliamo con Francesco D'Abbraccio membro fondatore del gruppo che suona sintetizzatori, chitarra elettrica e effetti. Completano il trio: Jo Ferliga alla voce, chitarra, sintetizzatore, tastiere e campionatore e Dario Dassenno alla batteria.

h16.00 Intervista agli UTO
Tra il 2001 e il 2005 gli Uto avevano fatto uscire tre EP, poi si sono fermati per otto anni. Ma era calma apparente perché in realtà mettevano canzoni da parte per "Animali da salvare", primo album sulla lunga istanza appena uscito per Warning Records. Senso di inadeguatezza, pianti della disfatta, ma anche percorso coraggioso per trovare una reazione positiva e solare. Ne parliamo con Giorgio.

h16.30 Intervista ai La Notte
I La Notte sono un quintetto di Firenze all'esordio. Un disco solido e accattivante, capace di coinvolgere fin dal primo ascolto. Noise rock, muro del suono che incontrano il lato acustico e morbido. Rock psichedelico in una cornice luminosa che dà la sensazione di esplodere e invece rimane dentro, intensa. Ne parliamo con Tommaso Brandini. Completano la band: Yuri Salihi, Giulio Maria Di Salvo, Sado e Alessio Bambi.

 

arrowDomenica 20 dicembre a Snatura Rock

ore 15:15 Intervista ai Rubacava Sessions
"No Middle Ground" è l'esordio dei Rubacava Sessions, appena uscito per Lostunes Records. Un duo diventato sestetto che cerca, parafrasandoli, una colonna sonora western psichedelica ma poi non gli è bastato, così si elevano a diverse sfumature di un'America più roots, che si stringe stretta il blues, smagnetizza la forza canzone in diversi momenti, trovando comunque la quadra giusta. Ne parliamo con Jacopo

ore 16:00 intervista ai The clipper
I The Clipper sono un trio dominante per presa e impatto. Raccontano di bugie, fiducia tradita e implorata, con la voglia di spaccare tutto. Alternano momenti sussurrati e decorati da melodie nate bene subito, dal tocco e da uno sguardo musicale d'intesa. Sarei curiosa di ascoltarli cantare in italiano ma vedremo se accadrà.

ore 16:30 Intervista a Capitano Merletti
Capitano Merletti - aka Alessandro Antonel - già cantante e polistrumentalista nei Maya Galattici e Chinaski, ci racconta il suo progetto solista "Watch out for satellite and Asteroids". Un disco in cui evoca Syd Barrett ma anche David Sylvian, cosparso di spunti musicali provenienti dagli scorsi anni, come a metterli in ordine. Da questo progetto viene fuori un desiderio: togliere, smaltire e cercare la chitarra e voce che c'è in lui e che diventerà protagonista dal prossimo disco.

 

arrowDomenica 13 dicembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Mom Blaster
"Reset", appena uscito per Ridens Records, è il secondo album del quartetto di Lanciano. Diversi cambiamenti si presentano nel proseguo della loro storia musicale, portandoli dal reggae soprattutto, al reggae assieme al pop, l'elettronica dub, il rock e il soul. Sono passati poi dall'inglese all'italiano: nuova conquista per la imponente voce di Monica Ferrante. E infine il cambio del chitarrista: Marco Cotellessa che sostituisce Lucio Piccirilli. Nuovo assetto e crescita esponenziale per il gruppo completato dal bassista, confermato Fausto Bomba. Ne parliamo con il batterista Davide Di Virgilio.

h16.00 Intervista ai Secondo Appartamento
"La Minore Resistenza" è il secondo album per i Secondo Appartamento, dopo l'esordio omonimo di due anni fa. Canzoni come desideri da realizzare, albe da ammirare, speranze. "Mediterraneo" è raccontata ad esempio come un bimbo che guarda con i suoi occhioni ancora liberi dalle brutture del mondo adulto. Un disco che stupisce, riflette e non manca di tornare al folk classico ma poi cerca nuove strade che si spogliano del superfluo, rimanendo solide. Ne parliamo con Guido Legnaioli.

h16.30 Intervista ai Lebowski
"Disadottati" è il terzo album del quintetto. Un disco più ombroso rispetto al passato ma con quello spigolo rock che si contrappone con l'elettronica martellante e concreta. Le speranze calpestate, scegliere il meno peggio andando a votare, i guerrieri della notte su internet che smembrano Vasco Rossi e lo rimettono in rete aggiungendo substrati tra rock ed elettronica. Simone Re canta e suona i synth, Riccardo Franconi ai synth alla drum machine, alla chitarra e ai cori, Marco Mancini al basso, Riccardo Latini alla batteria e l'ultimo arrivato Nicola Amici alla chitarra, ai synth al sax e cori con cui parliamo.

 

arrowDomenica 29 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista a I Carnival
"Se non mi tengo volo" è il secondo album del gruppo di Sarzana (La Spezia) che aveva esordito appena qualche mese fa con "Superstellar". Entrambi i dischi sono usciti per La Clinica Dischi, la loro etichetta e studio di registrazione che gestiscono assieme ad altri gruppi. Il disco nuovo ha una bella spinta che strizza l'occhio alla psichedelia ma con una sfrontatezza giovane che li mostra simpatici quanto bravi e padroni dei loro strumenti, con l'uso multiplo delle voci che si aggiungono a quella del cantante Leonardo Lombardi. Completano la band Roberto Benacci alla chitarra elettrica assieme al cantante, Leonardo Pierri alla batteria e Milo Manera al basso. Ne parliamo con Milo.

h16.00 Intervista ai Quiver With Joy
"Ghost" è un delicato racconto musicale dalle tinte scure con voci e passi pesanti ma pieni di malinconia e dolcezza. Viene in mente Tim Burton e l'immagine della sposa cadavere, ma viene in mente anche Tom York che canta Creep. Influenze progressive dal suono di queste canzoni ma con briciole preziose che proteggono la direzione da seguire. Ne parliamo con Matteo, il cantante, chitarrista e pianista. Completano la band Michelangelo alla chitarra e Giulio alla basso, seconda voce e sinth e Federico alla batteria.

h16.30 Intervista ai Malarditi
"Un po' più in là" è l'esordio dei Malarditi di Palermo, appena uscito per D Cave Records. Un disco che dondola su barche in mezzo al mare come in "La ballata del tempo perso", che racconta di eroi in eccedenza in una realtà che non ne ha poi così tanti. Una faccia folk compita che cerca una strada odierna come in "Dimmi se mi vedi ancora qui". E fanno diventare protagoniste le chitarre e la batteria in "Tutto va bene così". Un album di spessore. Ne parliamo con Vincenzo Calabria.

 

arrowDomenica 15 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Alessandro Graziano
"Onironautica" è il quarto album del romano Alessandro Graziano, appena uscito per la Paradigma Records. Un cantante e autore che dà la sensazione del sospeso, quasi lirico, spesso poetico, delicato che si completa con degli arrangiamenti moderni. La conquista avvenuta negli anni di poter decidere la direzione delle sue canzoni, lo portano a essere sempre più forte e consapevole rispetto alla struttura e al significato delle sue canzoni.

h16.00 Intervista ai Tales of the Unespected
I milanesi Tales of the Unespected esordiscono autoprodotti con un disco che intitolano "Sciame di Vanesse". Dieci canzoni che si dipanano su cinque capitoli. Le storie delle loro canzoni diventano alte, importanti e così si catturano e intimizzano nuove sfumature che di solito arrivano dai libri. L'umore del disco diventa allora rotondo come il giro della terra attorno al sole e il gruppo passa da una solarità pop ma che si sveglia di consapevolezza, come la realtà atroce che cancella la speranza fosse un sogno, fino a passare per il pomeriggio su un tappeto semplice con una ballata cantata socio-politica, fino a concludere con le ombre della sera sulla riflessione e chiudere coi colori scuri della notte, del disperdersi e del naufragare.

 

arrowDomenica 8 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli Esterina
"Dio Ti Salvi", appena uscito per Le Arti Malandrine è il titolo del quarto album degli Esterina, gruppo di Massarosa (LU). Un disco concepito con l'esigenza di portare in alto la provincia e i suoi profumi, le suoi particolarità, i trascorsi e i detriti che non vanno via con la mareggiata. Storie coinvolgenti e prese in prestito dal vicino di casa o dallo specchio. Ne parliamo con Fabio Angeli, il cantante del quintetto.

h16.00 Intervista a Luca Boskovic Bonini
Boskovic ha gli occhi vispi, con gioia suona e canta come un bisogno primario e lo è ne siamo sicuri. "A Temporary Lapse of Heaven" è il suo esordio autoprodotto in cui ci mostra il suo pop solare ma anche il su di dentro. Canzoni con diverse inquadrature che partono da un'innesto sano dei Beatles per continuare nelle luminescenze dei R.E.M. di Michael Stipe.

h16.30 Intervista a Enrico Bosio
Cantante equilibrista con il gusto del pop rock dal fascino rinascimentale senza pose ma spontaneo quanto arzigogolato. Ci ha fatto sognare con le canzoni degli En Roco e con i Bosio. Mentre esordisce come scrittore con Zita (Ottolibri ed.) si guarda attorno e in solitaria trova la quadra per delle canzoni solo sue, che raccoglie in un disco intitolato scherzosamente "Il Gran Rifiuto". Un disco regalato sul web come fosse appunto un rifiuto, non da buttare ma da accogliere e pulire dalla polvere per trovarne la bellezza che si nasconde dentro: la sua storia.

 

arrowDomenica 1 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Gianluca De Rubertis
Dopo l'esordio con gli Studiodavoli, dopo il successo de Il Genio - il duo condiviso con Alessandra Contini - Gianluca De Rubertis ha imboccato dal 2012 una nuova strada, quella solista che l'ha visto esordire con "Autoritratti con oggetti". Qui raccontiamo del secondo album "L'Universo elegante", appena uscito per Marte Label e Puglia Sounds Records. Un disco in solitaria quindi che ci porta gli umori ombrosi del cantautore pugliese che si lascia andare spontaneo alle sue drammaticità surreali, spinte che cercano e trovano un significato profondo da condividere.

h16.00 Intervista a I Traditori
"Novità" è il titolo giusto per questo quartetto che vino al vino, pane al pane voleva uscire da una spirale in cui non si riconosceva. E così i quattro componenti del gruppo hanno "tradito" i loro precedenti progetti e si sono ritrovati d'accordo sulla composizione di queste nuove canzoni che raccontano di sconfitte per l'abbandono dei propri sogni o di storie d'amore autobiografiche elencando i turbanti e le delusioni. Un primo lavoro che preannuncia l'inizio di una sfavillante storia musicale che prevede già un disco sulla lunga distanza per il 2016. In attesa applaudiamo a queste prime sei.

 

arrowDomenica 25 ottobre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Wonder Vincent
Dopo l'EP "God News for Hard Times" del 2011 e il primo album "The Amazing Story of Roller", i Wonder Vincent sono tornati con "Fiori". Un disco che vanta preziosità blueglass, colori scuri e definiti come anche destrutturazioni rock. Tanti concerti alle spalle, cambi di formazione è una direzione musicale sempre più precisa che li conferma un impeccabile trio. Ne parliamo con Andrea Spigarelli, il batterista. Completano il trio Andrea Tocci alla voce e Luca Luciani alle chitarre. Dal vivo invece ci sarà un bassista a sorpresa.

h16.00 Intervista agli Earthset
"In a State of Altered Unconsciousness" è l'esordio del quartetto degli Earthset appena uscito per la Seahorse Recording. Giovane gruppo che si forma a Bologna e fa così iniziare una nuova storia musicale. Lisergicità noise degli anni 90 che incontrano suoni sixtys, flower power, cambi umorali. Un disco messo a fuoco con canzoni credibili.

h16.30 Intervista ai Jarred, The Caveman
Dopo l'EP "Back to the Sinkin' Ship" uscito nel 2013 i Jarred, The Caveman arrivano all'esordio "I'm Good if Yer Good" appena uscito per la Stop Records, l'etichetta di Antonio Gramentieri. La voce 'sensibile alle foglie d'autunno' dell'argentino Alejandro Baigorri incontra Luca Guidi e Matteo Garattoni di Santarcangelo di Romagna e insieme creano confortevolezza della forma canzone folk unita ad arrangiamenti moderni e dal linguaggio scarno e veloce per raccontare storie che profumano di deserto western.

 

arrowDomenica 18 ottobre a Snatura Rock

h15.05 Intervista a Marco Brosolo
"Cadremo Feroci", appena uscito per Boing Boing Records, è il titolo del primo album sulla lunga distanza di Marco Brosolo: musicista e artista visivo, dedito al teatro sperimentale. Un disco che continua il progetto iniziato tre anni fa con l'EP "Volo Sbranato" e il cui intento creativo è musicare le parole del poeta Federico Tavan, friuliano come Marco, e con una sensibilità inusuale capace di emozionare, dove la parola è preziosa, cruda e incantatrice. Marco Brosolo ha lavorato sulla sua voce e sull'espressività della melodia facendosi aiutare da musicisti d'eccezione tra cui ricordiamo Barbara Morgenstern, Pierpaolo Capovilla e un sorprendente Bobby Solo.

h15.35 Intervista ai DAP (Andrea D'Apolito)
"Resonances" è il titolo dell'esordio dei DAP: il progetto solista di Andrea D'Apolito diventato quartetto ufficialmente. Un disco che parte dalle sfumature alla Mark Eitzel, per immergersi nel folk blues, nell'incanto di diverse voci femminili ospiti e nella stratificata quintessenza della vocalità di Andrea capace di dirigere l'atto creativo della canzone preso in prestito da una panorama, da un momento perfetto, dallo splendore di un'isola siciliana.

h16.00 Intervista a Francesca Lonardelli (Premio Buscaglione)
Francesca Lonardelli è l'organizzatrice del Premio Buscaglione, che si svolge ogni due anni da sei anni, denominato "Sotto il Cielo di Fred", dove diversi artisti italiani sono chiamati a eseguire, rimanendo sulle proprie corde personale, una cover del grande Buscaglione. Questo aprile è uscita la prima compilation frutto del meglio di questi anni e che andrà a finanziare la nuova edizione del festival prevista nel 2016.

h16.30 Intervista agli A Free Mama
Dopo un esordio omonimo uscito nel 2012, tornano gli A Free Mama da Firenze con l'EP "Marginality". Un disco che ama alla follia i tecnicismi, ma non dimentica di mettere in evidenza le proprie indignazioni verso la marginalità delle persone fatta di facce e speranze arrese per sciogliere la pietra dura dell'incomunicabilità: realtà dei nostri giorni.

 

arrowDomenica 11 ottobre a Snatura Rock

15.15 Intervista a Davide Ravera
"Gospel" è il terzo album del modenese Davide Ravera, dopo cinque anni dall'uscita di "Bolero", che raccoglieva canzoni appartenenti a diversi periodi compositivi come Pin una sorta di antologia. Per questo motivo considera "Gospel" un nuovo debutto perché qui si riferisce a esperienze emotive e compositive di questi ultimi due anni. La religione è un leit motiv per raccontare angoli di Modena dove sono successe delle cose: così la vita è raccontata con un garbo e un piglio caricaturale che non strabordano ma anzi coinvolgono nel ritmo, passo dopo passo, con toni pop.

h16.00 Intervista ai Farewell Hearth and Home
"Diversions" è l'esordio sulla lunga distanza del sestetto dei Farewell Hearth and Home, appena uscito per A Buzz Supreme Records, che preannuncia una vita musicale di tutto rispetto. Spiritosi e stravaganti, prima classici e solenni come gli Smiths e poi con delle destrutturazioni, accelerazioni corali e movimenti originali dopo, degni figli dei Belle & Sebastian. Ballate, filastrocche, violini morbidi, rock wave e storie. Tante storie sussurrate all'orecchio. Ne parliamo con Athos Molteni.

h16.30 Intervista agli Sharazad
La neoetichetta Ladyblue Records di Vincenzo De Leo produce l'Ep d'esordio omonimo per il trio degli Sharazed, che nasce dalle ceneri dei Bosphore - sestetto con cui avevano autoprodotto un ep. Tre polistrumentisti giovanissimi che potete ammirare nel video del primo singolo estrapolato dal disco, "Il Male che fa", dove si scambiano gli strumenti e descrivono il dolore dividendoli in due parti: la prima dominata dalla tensione e la seconda dalla rabbia che serve anche per guarire. Ne parliamo con Diego Defranco.

 

arrowDomenica 4 ottobre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Rumore Rosa
"Uoaaoo" - appena uscito per l'indipendente Consorzio Zoo di Berlino - non è solo il terzo album dei Rumore Rosa ma rappresenta il loro nuovo inizio con una nuova consapevolezza che cerca di abbandonare la tecnica e si tuffa nel sentimento tattile nella sfumatura multipla e soprattutto emigrano dal main stream per rivolgere lo sguardo alla spontaneità con fermezza e passione. La musica interiore del musicista va curata e quindi diamo ragione ai Rumore Rosa che sono entrati nelle nostre grazie per queste canzoni coraggiose e struggenti che la voce di Margot sa far esprimere al meglio. I testi scritti raccontano il dolore senza lieto fine o del bisogno di buttare via le pressioni della vita. L'importanza di ritrovarsi nelle orecchie il rumore rosa per trovare la dimensione più piacevole.

h16.00 Intervista a Davide Ragghianti
"Portland" è arrivato come un bacio d'amore al mattino. Canzoni che profumano di terra e di mare poiché il suo autore ha gli occhi vivi che si sono ubriacati di aria buona dalle parti di Lucca, per raccontare fotografie di momenti, ora per ballare delicatamente sui ricordi andati, ora per festeggiare il ritrovamento della direzione giusta verso la felicità o ancora un pensiero sulla dilagante aridità dei sentimenti. La voce di Davide ha una tinta unica e avvolgente e arriva dritta portandosi le sue storie vissute e anche solo immaginate. Il disco è uscito per Caipira Records e Musica Distesa con la direzione artistica di Giuliano Dottori.

 

arrowDomenica 27 settembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Stefano Solventi
Stefano Solventi è un critico musicale e da anni si esprime dottamente sulle pagine del Mucchio Selvaggio e di Sentire Ascoltare. Ma la scrittura è come la pioggia: se è periodo, è capace di allagare i fiumi. Fiumi di parole si sono messe nell'ordine di un romanzo che, attraverso personaggi ben calibrati, raccontano le disillusioni della nostra generazione. Il libro si intitola "La meccanica delle ombre" ed è uscito per Cicorivolta Edizioni.

h16.00 Intervista a Limone
Dopo "Spazio, tempo e circostanze", uscito due anni fa per Dischi Soviet Studio, torna ad uscire per la stessa etichetta anche per il seguito "Secondo Limone". E a quanto pare anche il seguito s'intitoerà "Terzo Limone". C'è una logica precisa nella creatività matematica di Filippo Fantinato - aka Limone - che pondera e smussa le dinamiche delle sue canzoni fino a farle fluttuare nell'amore. E amore che si esprime non solo nei confronti della sua musa ma anche della musica, del cielo, della parola e della vita. Tra le canzoni "La teoria dei piccoli passi" sarebbe da mettere sotto vetro per quanto perfetta. Un testo strabiliante e una forma canzone tra classico e moderno. Un disco come poche volte con ragione di essere uscito.

 

arrowDomenica 20 settembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista alla Banda Putiferio
Daniele Manini ci racconta della terza prova per la Banda Putiferio, gruppo di Monza musical letterario che infatti anche questa volta ci presenta un cdlibro, il supporto fisico della loro opera creativa. Dopo "Attenzione uscita Operai" e "Il Paradiso delle trottole", esce per Zona Editrice "Liscio Assassino". Quattordici canzoni che raccontano di feroci assassini che diventano buffi spunti, sette racconti a cura di penne acute e incisive come quelle di Gianluca Morozzi o Eva Clesis, cinque poesie su omicidi veri e propri o piante da appartamento. Liscio Assassino si offre a molte orecchie e parecchi sguardi e se si pensa che tutto è partito dalle schiribizzo di Daniele Manini di conoscere il liscio ambrosiano con alla sua destra il grande Gianluca Mercadante, si rimane piacevolmente stupiti.

h16.00 Intervista agli Open Zoe
Quartetto di Vicenza all'esordio come Open Zoe ma già membri di Eta Beta e Aulasei. "Pareti Nude" è il loro esordio. Dionisia Lo Cascio alla voce da anima e freschezza alle strutture spigolose delle chitarre di Lele Mancuso. Ettore Craca al basso e Enrico Ceccato alla batteria danno tinte forti e nebulose assieme alle atmosfere. Un disco che colpisce negli angoli. Ne parliamo con Lele.

 

arrowDomenica 13 settembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Le Sigarette!!
Il batterista Lorenzo Lemme ci racconta del progetto che condivide con il chitarrista Jacopo Ruben Dell'Abate. Entrambi cantano e giocano alla ricerca di nuove strutture melodiche. "2+2=8", uscito autoprodotto, è il titolo della prima prova di questo duo romano che ha scelto il nome Le Sigarette!! (con due punti esclamativi perché sono due) e tra le dita hanno una splendida sequenza di canzoni che sembrano lucidate a puntino per farle sembrare belle ma in realtà le hanno suonate in presa diretta. E allora ci inchiniamo a tanta bravura.

h16.00 Intervista agli Intercity
Gli Intercity hanno scelto il 21 settembre per fare uscire per Orso Polare Dischi il nuovo album, Amur, arrivato dopo Yuhu del 2012. La line-up è cambiata e ospiti femminili impreziosiscono alcune tracce, ma ci accorgiamo che la tappa della riconoscibilità è ben avviata. Così i fratelli Campetti che compongono le canzoni ci dimostrano di avere le idee chiare per la base della forma canzone: malinconica, pop, elettro e poi aggiungono una parte viva e incuriosita per l'introduzione a nuove soluzioni armoniche. Ne parliamo con il cantante e chitarrista Fabio Campetti.

h16.30 Intervista a Cesare Malfatti
Cesare Malfatti, chitarrista e cantante già conosciuto per essere stato membro degli Afterhours, co-fondatore dei La Crus e The Dining Rooms, attivo con diverse realtà, nel 2011 ha fatto uscire il primo album solista omonimo. Lo scorso anno, grazie ad Adesiva Discografica, l'ha ripubblicato (con in più due inediti) e da lì il titolo "Una mia distrazione + 2". Oggi ci racconta "Una città esposta" dedicato a sei capolavori dell'arte milanese, a cui poi si sono aggiunti altre storie di Milano legate all'arte. Tutto questo in collaborazione con Expo in Città. Particolarità di tutto il progetto è la collaborazione di diversi autori della musica italiana come Francesco Bianconi, Paolo Benvegnù, Luca Gemma, Alessandro Cremonesi che hanno scritto i testi alle sue canzoni.

 

arrowDomenica 28 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista a D'Iuorno
D'Iuorno, in occasione del suo secondo album "Diversamente capace", fa diventare il suo cognome la sua nuova denominazione sociale musicale. Alessandro D'Iuorno aveva esordito con "Ho capito abbastanza" nel 2012 uscendo per Controrecords e New model label. Il disco nuovo, appena uscito per la sola Controrecords, ha il peso poetico, elettrico e incisivo di Giorgio Canali alla produzione artistica, ma soprattutto viene fuori una scrittura musicale che evoca lo stile di Bukowski ma anche le visioni poetiche di Aki Kaurismaki.

h16.00 Intervista ai Clamidia
Dopo l'EP "La Mia Diagnosi" del 2004 e il disco sulla lunga distanza "La Prima Guerra Cinese dell'Oppio" del 2009, arriva "Al mattino torni sempre indietro" uscito per Cup of Tea e prodotto artisticamente dal grande Umberto Palazzo. Un disco intenso e senza speranza come in effetti è. Un muro alto dove i ricordi buoni vanno annegati. Cupezza e dark wave in chiave noise o in chiave sognante. L'idea è di incorniciare la tristezza e il malanimo per esorcizzarla tant'è che il cantante e autore delle canzoni Morris ci racconta di queste canzoni solare e sereno.

h16.30 Intervista a Pasquale Demis Posadinu
Pasquale Demis Posadinu lo avevamo conosciuto per i Primochef Del Cosmo, ma qui si presenta partendo dalle sue forze soliste. La struttura delle canzoni rimane rock, come per il gruppo, ma Pasquale, si apre all'elettronica stabilendo un contrasto e un approccio già apprezzato in lui del suo essere dreamsinger. Parole che viene voglia di citare, evocazioni che si rinnovano ad ogni ascolto e ci portano bellezze da ricordare. Il disco esce per Desvelos.

 

arrowDomenica 21 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Rocìo Rico Romero
Rocìo Rico Romero è una musicista e cantante e anche senza avere ascoltato il suo meraviglioso esordio, l'avrei percepito dal suo saper essere amante appassionata delle sette note magiche che ci racconta con la sua voce. Un carattere sognante, seducente e poetico e traspare la sua fragilità ma anche la sua fermezza compositiva che è brillante e malinconica al punto più fragile. Iniziando dal flamenco dopo dieci anni di sperimentazioni ha incontrato Max Messina (batteria e percussioni) e Vince Pàstano (basso e chitarra elettrica), compagni di viaggio perfetti per lei fino ad arrivare questa meraviglia "Roca Bàsica", appena uscito per Liquido Records.

h16.00 Intervista ai Sestomarelli
"Possibilmente", appena uscito per A Buzz Supreme, è il secondo disco del quintetto Sestomarelli e arriva dopo l'esordio "Acciaierie e ferriere lombarde folk". Un disco folk blues che ricorda i Waterboys e I Pogues e con le spalle dritte racconta di amori da incorniciare in un paesaggio imbiancato e di prigioni da sconfiggere il tutto con una spinta quasi gitana.

h16.30 Intervista ai Pristine Moods
Dopo tanti gruppi Laura Masi mette un punto e accapo per ripartire dalle sue composizione e incontra il bassista Gherardo Zauber e il giovane chitarrista Michele Venturi. Insieme trovano la sinergia ideale, il desiderio di cercare sempre il meglio delle trame compositive che trasformano di minuto in minuto in un crescendo emozionale. Trovano sempre il nuovo che non annoia e rende piacevole il loro arrivo uditivo che più essere acustico, lo-fi, una ballata strumentale, rievocanti gli Alice in Chains, uniti ai loro amici musicisti come gli Alice Tamburine Lover. Insomma tanta roba. Ne parliamo con Laura Masi: cantante, banjo, ukulele e mandolino.

 

arrowDomenica 14 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Sacri Cuori
"Delone", appena uscito per la Glitterbeat, è il quarto disco dei Sacri Cuori (includendo la colonna sonora di "Zoran il mio nipote scemo"). Il loro stesso esordio era una colonna sonora arrivata a due anni di distanza da lungometraggio per cui era stata composta "Douglas & Dawn uscito nel 2007. Dentro "Delone" trovate sensualità dei fianchi, Parigi, il folk posseduto da film d'azione anni 70, fumetti e melodiosità cerebrale ma anche aperta alle sfumature emotive con braccia dritte e pronte a forti abbracci. Ne parliamo con Alberto Gramentieri.

h16.00 Intervista agli Alice Tamburine Lover
"Like A Rose" del duo Alice Tamburine Lover ci conferma alla terza prova - uscita per la Go Down Records - la buona intesa e l'armonia del progetto. Blues sensuale che evoca sirene, gli angeli e i folletti. quindi mare, cielo e bosco in un turbinio di sensazioni. Un'ancora sul precedente progetto gli Alix con cui si sono conosciuti, questa volta è concretizzata da "Lonely", canzone che il duo affronta con la forza di chi legge con chiarezza il proprio passato. Ne parliamo con Gianfranco Romanelli (dobro resonator guitars/ bass). Alice Albertazzi completa l'idillio (vocal/ Guitar/ foot tamburine).

h16.30 Intervista a L'IO

L'Io è Flavio Ciotola che dopo due esperienze di gruppo nel 2014, ha avuto l'ardire di avviare la sua carriera solista e visto il risultato ne siamo contenti. Un'indole ironica che scavando nei solchi delle sue storie è diventata quasi tragica. Questa rabbia tra le parole delle canzoni ha un mood positivo come due ragazzi che fanno a botte e poi diventano amici per la vita. Rino Gaetano che incontra Bugo tra le varie evocazioni uditive. Il disco di L'Io "Bon Ton" è uscito per la Seahorse Recording.

 

arrowDomenica 7 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Femina Ridens
Francesca Messina, aka Femmina Ridens, ci racconta del suo secondo album con questo progetto che per lei rappresenta il primo in cui tutto è diretto dal suo potere creativo. Dopo l'esperienza con Jubilee Shouters, Lady Violet e La Materia Strada, dopo il teatro, il doppiaggio cinematografico e dopo l'esordio omonimo del 2013 (lo splendido "Schiaffi" uscito per A Buzz Suprime), la piattaforma per i fans produttori Musicraser, questo disco nuovo estrapola una narratrice per immagini che con la tecnica vocale unita al carattere eclettico e al background teatrale, ricongiunge un combo esplosivo che emoziona, coinvolge e diverte.

h16.00 Intervista a Johnny Mox
"Obstinate Sermons", appena uscito per Woodworm Music, è il secondo album di Johnny Mox dopo l'esordio "We=Trouble" e sembra il contenuto extra del disco precedente perché viene fuori la sua evoluzione nel contatto con gli spirituals che entrano nelle sue trame già rock e già punk e lo fanno artefice di un nuovo linguaggio che sa essere davvero esaltante: un vero fiume in piena. Come Jello Biafra lontano dai Dead Kennedis che incontra i Talking Heads, o anche come un notturno Tom Waits con un coro gospel tra i ricordi evocati.

h16.30 Intervista a CarmenSita
I CarmenSita partono da una tavolozza di colori nelle mani della pittrice Carmen Cangiano che si esprime sulla copertina buffa, psichedelica e pop. Ma quei colori non si fermano lì e arrivano anche attraverso la voce di Carmen che attraversa svariate sfumature che vanno dal blues, alla new wave con l'orecchio anni 30. Accanto a Carmen le trame compositive del grande Claudio Fabbrini alla chitarra acustica che racconta assieme a Carmen queste espressioni musicali tinte di picchi malinconici, mani aperte sul blues, come anche giovialità e sapori indiani. Ne parliamo con Claudio. Completano la formazione studio del disco Dudu Kouate alle percussioni e Elisabetta Martinoli alla seconda voce.

 

arrowDomenica 31 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Giovanni Truppi
Raccontiamo il terzo disco omonimo per Giovanni Truppi appena uscito per Woodworm dopo "C'é un me dentro di me" e "Il mondo è come te lo metti in testa." Un disco in cui conferma il suo modo di essere cantautore crooner, di arrivare occhi ad occhi con chi ascolta e in cui ci racconta quello su cui ha fantasticato in questi ultimi mesi sapendo essere struggente come in "Eva" o "Pirati" ma anche ironico come in "Superman" o in "Tutto L'universo".

h16.00 Intervista ad Andrea Arnoldi e il Peso del Corpo
Andrea Arnoldi è un cantautore musicista e Il Peso del Corpo sono i dodici musicisti che hanno magnificato queste canzoni. Fior di musicisti hanno calibrato le visioni emotive del narratore, consegnandoci momenti di bellezza. Felicità disperata. Candore. Stupore. Rock Orchestrale. Samba vista dalla finestra. Solitudine che ti trascina per un po' ma poi sospiri perché sei dentro una poesia. "Le cose vanno usate, le persone vanno amate" così Andrea Arnoldi intitola il suo disco. Ecco.

h16.30 Intervista a IOSONOUNCANE
"Die", giorno in sardo. Torna così Jacopo Incani aka IOSONOUNCANE, che dopo un sorprendente esordio come "La Macarena su Roma" - che gli ha permesso di farsi un nome e l'ha portano a suonare per passaparola su tanti palchi italiani - non poteva che ridarci un grande disco nuovo appena uscito per Trovarobato. "Tanca" una canzone tra eclettico e barocco che apre il disco è stata scritta e composta di getto. Il testo lo trovate nel cd e solo questo, quindi immaginiamo sia il cuore vivo del disco da cui il bravo Jacopo vuole partire per aprire la sua finestra.

 

arrowDomenica 24 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Luca Segala
"Cloudridind" di Luca Segala, uscito nel 2014 per Amirani Records, sa essere danze, voli pindarici, un'elegante batteria e con tante melodie ariose e spazi in solitudine come alla fine di "Flight of the birds" o l'inizio di "Bolero" si avvicina a territori più pop e sperimentali. Il protagonista principale del progetto che ha scritto e arrangiato i brani è Luca Segala sax soprano e sax tenore. Ma completano e personalizzano i quadri musicali: Paolo Botti alla viola, Riccardo Bianchalla chitarra elettrica, Tito Mangialajo Rantzer contrabbasso e Ferdinando Faraò alla batteria.

h16.00 Intervista ad Andrea Chimenti
"Yuri" appena uscito per Soffici Dischi e Santeria è il sesto album solista del grande cantante Andrea Chimenti dopo i Moda e arriva ad un anno di distanza dal romanzo "Yuri", uscito per la casa editrice Zona e in cui Andrea sa essere poetico e asciutto, senza fronzoli. Andrea Chimenti affronta la fragilità dell'adolescenza usando la sua luce più intensa e chiarificatrice e il suo canto più struggente e suggestivo, portandoci davanti agli occhi le disavventure emotive e il maldivivere di un ragazzino di nome Yuri. Questa quindi è la musica che girava attorno alle parole e come sempre una grande emozione si ricrea viva e pulsante.

h16.30 Intervista a Simone Piva e i Viola Velluto
Dopo il debutto del 2011, "Ci vuole fegato per vivere" uscito per Red Pony Recors, e un ep "Polaroid di una vecchia modernità", arriva il secondo disco omonimo sulla lunga distanza per Simone Piva & i Viola Velluto dal Friuli Venezia Giulia, appena uscito per Blue Tattoo e Gartin Records. Un disco che vuole fare un punto di quello che è stato imparato in questi anni di musica, canzoni e concerti. Graffio rock, canzoni da cantare all'unisono e ricordi amorosi appiccicaticci come "Dobar Dan Zagabria", che chiude il disco e risuona nella memoria piacevolmente.

 

arrowDomenica 17 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Dead Bouquet
Carlo Mazzoli alla voce e alla chitarra, Daniele Toti al basso e seconda voce e Alberto Croce alla batteria. Così è formato ad oggi in trio romano dei Dead Bouquet il cui esordio "As far as i know" è uscito alla fine del 2014 per Seahorse Recordng. Un angelo custode (vivo) sovraintende queste canzoni, Paul Kimble bassista dei Grant Lee Buffalo, che ha prodotto il disco artisticamente e partecipato musicalmente alle canzoni. Il cantante dei Dead Bouquet ha una linea vocale caratteristica tra tremore e scioglievolezza. Cattura le sensibilità con le sue trasparenze e i giri di chitarra della dodici corde acustica. Canzoni composte a Roma sognando la west coast e le sue tradizioni folk. Ne parliamo con Carlo.

h16.00 Intervista ai Leitmotiv
"I Vagabondi" è il quarto album dei Leitmotiv appena uscito per La Fabbrica Records. Un disco più riflessivo e meno festaiolo rispetto al passato. Storie d'amore ricambiati (per una volta), psichedelia, disperazione di marinai che perdono tante occasioni e ormai vecchi rimangono a guardare il cielo grigio. Il senso della musica, il significato delle parole, i gusto del folk, del pop e del cantautorato di spessore che credo apprezzeremo sempre. Ne parliamo con Giorgio Consoli, il cantante.

h16.30 Intervista ai Fratelli Calafuria
"Prove Complesse" appena uscito per Woodworm Music è il terzo album dei Fratelli Calafuria dopo l'esordio omonimo e "Musica Rovinata". Con queste canzoni dimostrano di sapere essere tante cose assieme e di trovare il filo che li porta ad avere il controllo delle loro canzoni. Senza cercare il facile appiglio sono riusciti a rimane credibili dall'inizio alla fine. Il rock lo-fi è dove li preferisco e viene fuori solo in parte tra hip hop, funky, rock in questa prova 'complessa', in cui si mettono in competizione con loro stessi, superando alla grande l'ostacolo.

 

arrowDomenica 10 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Antonio Firmani & The 4th Rows
Il 'mormorio' come caratteristica forte e intensa di questo cantante ci emoziona parecchio. All'interno del loro esordio "We say goodbye, we always stay", uscito alle fine del 2014 per Slow Down Records, canzoni poderose si chiudono dentro e dentro al cuore fervono il senso dell'emozione. La porta chiusa con un catenaccio della copertina protegge il loro sentimento ma basta bussare per farsi aprire. Ne parliamo con Antonio Firmani: vocals, piano, rhodes e toys. Completano il quartetto napoletano Antonella Bianco: guitars, toys, keyboards, backvocals; Antonella Cerbone: bass guitar, backvocals e Luca Fabozzi: drums, glockenspiel.

h16.00 Intervista ai Moustache Prawn
"Erebus" è il secondo album dei Moustache Prawn. Un disco composto attorno a una storia che riportano nel cd. Elettronica solare, ogni tanto vicini a territori funky, eclettismo ma anche giochi ordinati con una storia che ha un inizio, uno sviluppo e una fine. Una struttura composta che porta a seguire piacevolmente questi ragazzi che con nonchalance si sanno raccontare attraverso la loro musicalità. Il disco è uscito per La Piccola Bottega Popolare, The Orchard e Marte Label. Ne parliamo con Leo Ostuni, cantante, chitarrista e autore del racconto. Completano il trio Ronny Gigante al basso e seconda voce e Giancarlo Latartara alla batteria e ai cori.

h16.30 Intervista ai Crayon Made Army
"Flags" è l'esordio autoprodotto dei Crayon Made Army dall'Umbria. Già da questo primo disco mostrano compattezza nei loro intenti di gruppo. Canzoni solide con forma e sostanza come 'Here' che si stringe e si allarga in un caleidoscopio di colori e canzoni subito avvolgenti con suoni elettro pop e voci morbide come in "Pristine". Stupisce ed esalta un esordio così completo e credibile. Del resto il trio suona dal 2007 come Music Pusher e hanno pubblicato un CD "Far into the night e un EP "Breathe Me". Ne parliamo con Filippo Micciarelli. Completano il trio Fabio Marchi e Michele Rotelli.

 

arrowDomenica 3 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Emiliano Mazzoni
Emiliano Mazzoni con "Cosa ti sciupa" ci porta il seguito del suo esordio del 2012 "Ballo sul posto". Le sue canzoni hanno la caratteristica dell'appartenenza e evocano ogni tanto sensazioni felici da un juke box degli anno 60. Così come un contadino che cura il raccolto con pazienza e dinamicità, così lui ha curato le sue canzonim, accompagnandosi con il pianoforte ha intonato le sue storie concrete che sanno di vita.

h16.00 Intervista a Lizziweil
Laura Vertamy - aka Lizziweil - con "In volo spara la polvere" debutta ufficialmente con un disco di canzoni, anche se è da qualche anno che suona il violoncello. In molti ormai hanno unito classica e rock, però è difficile trovare la sinuosità della melodia dei questa cantante. La caratteristica di Lizziweil è di accompagnare il suo estro classico a quello rock non mischiandoli ma lasciando ai due generi pari dignità. Canzoni come favole che ci fanno entrare in un saliscendi di emozioni, con uno sguardo musicale derivante da una splendida prospettiva: la sua.

h16.30 Intervista agli Olla
"A Serious Talk" è l'esordio degli Olla appena uscito per Libellula. Ragazzi innamorati delle produzioni Homesleep (Yuppy Flu, Giardini di Mirò ecc.), sono cresciuti con quei dischi nelle orecchie. L'elettronica cantata che abbraccia dinamicità pop suonate dai loro strumenti. Suoni acquatici nel senso di leggeri e colorati nel senso di pieni. Ne parliamo con Alberto Gambero.

 

arrowDomenica 26 aprile a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Alos
Stefania Pedretti, già con gli Ovo in duo con Bruno Dorella, in duo con Xabier Iriondo per diversi progetti, tra i fondatori di Delikatessen (festival che unisce performance diverse), ma qui ci racconta in particolare di Alos, la sua creatura nata alla fine delle Allun e che tante soddisfazioni uditive ed emozionali ci ha portato in questi ultimi dieci anni. Alos ci presenterà "Matrice" appena uscito per Cheap Satanism e arriva dopo "Era" del 2012, un disco con cui inizia un percorso importante, più specifica, dove usa di più l'elettronica ma dove suona anche di più come musicista. La sua voce ci spinge a guardarci dentro nelle viscere e lei si mostra interamente fino alla carne viva.

h16.00 Intervista a Le Capre A Sonagli
Dopo il loro esordio "Sadicapra" uscito nel 2012, Le Capre a Sonagli sono tornati con "Il Fauro", in entrambi in casi in autoproduzione. Il disco nuovo è legato anche ad un mediometraggio d'animazione che racconta la storia di Joe Koala. Questo gruppo con nonchalance trova il proprio equilibrio compositivo con tra le mani un orchestrina che sanno strabordare a piccole dosi, trovando la melodia, il senso vocale, l'eccentricità vocale, il west e la psichedelia. Ne parliamo con Stefano "Gippo" Gipponi.

h16.30 Intervista ai Freddo Cane
Dopo il loro esordio del 2012 e il cambio di formazione con Stefano Guidi sostituito da Alessandro Bellotti, i Freddo Cane sono tornati con "2". Le loro storie vogliono essere sensazioni, delle espressioni lucide che danno espressività e dinamismo. Chitarre noise che si intrufolano nei sentieri anni 90 tra Soundgarden e Stone Temple Pilot. Un disco in cui il gruppo sfoggia le proprie capacità compositive sempre più delineate. Ne parliamo con Ivano Colombi.

 

arrowDomenica 29 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Sawara and the Blackphelps
"Il Tempo Supplementare" è il secondo album di Fabio Agnesina autore dei testi e delle musiche del progetto Sawara and the Blackphelps. Un disco che ha perfezionato nella tecnica e nel mood con il polistrumentista Matteo De Capitani. Fabio ha una scrittura altra dalle movenze e dal carattere psichedelico e canta come fosse un sacerdote che interviene sul quotidiano e filosofeggia su prospettive su solitudini cercate e ottenute sul ritmo che non coincide con le nostre esigenze.

h16.30 Intervista a Marco Sarchioni
Marco Sanchioni con "Dolcemente Gridando sul Mondo" arriva al suo terzo album sulla lunga distanza. Un disco strutturato come uno schiaffo punk per le prime quattro canzoni, la canzone d'amore e le sperimentazioni noise verso il finale che alternano questi testi al vetriolo che raccontano la vita, si indignano, si commuovono per storie finite ma poi si fanno forza e arrivano a coinvolgere.

 

arrowDomenica 22 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Carolina Da Siena
"Klotho" appena uscito per La Piccola Bottega Popolare è l'esordio ufficiale di Carolina Da Siena (voce e chitarra)che con l'aiuto di Alessio Ciocia al basso e Valeria Agrimi alla batteria e percussioni, mette a punto i contorni delle sue emozioni musicali con tutte le giostre, le vertigini, i colpi di spugna e i fiori nuovi che nascono e colmano i dissapori del passato. La voce di Carolina ora dritta, ora storta, ci racconta tante cose e non solo perché canta in italiano ma anche perché è fatta di ombre e tramonti diversi che si toccano il naso.

h16.30 Intervista a Salvo Ruolo
Quando ho sentito il secondo album di Salvo Ruolo, "Canciari Patruni 'Un E' L'bitta" appena uscito per Controrecords, ho dovuto riascoltarlo altre tre volte. Non potevo credere alla meraviglia. Canzoni di blues arcaico cantate in siciliano arcaico, unito alla storia che è musica in ogni pietra della Sicilia. Il supporto del grande Cesare Basile è stato, come ci conferma anche Salvo Ruolo, concretamente importante e d'ispirazione. Storie truci e briganti con una voce penetrante che arriva al cuore.

 

arrowDomenica 15 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Polar for the Masses
"Una giornata di merda" è il quinto album dei Polar for the Masses e secondo cantato in italiano. Un disco energico e d'impatto che li vede sempre capaci di reinventarsi per portare a casa la canzone che fila e sfida la noia, sempre. Ma per loro i cambiamenti non sono finiti perché il prossimo album potrebbe essere ancora diverso. Ne parliamo con Simone.

h16.00 Intervista agli Un Giorno di Ordinaria Follia
Si tratta di rock n'roll, chiariamolo subito. Cinque musicisti amici che si divertono ad atteggiarsi, senza prendersi sul serio ma tenendo una loro linea di condotta. La normalità dell'impiegato che va al lavoro ma viene travolto da un uragano di emozioni nuove che lo svegliano dal torpore. E così sono loro: dalla prima all'ultima canzone del loro esordio "Rocknado".

h16.30 Intervista a VonDatty
VonDatty, aka Roberto, dopo l'ep "Diavolerie" esce con un disco sulla lunga distanza "Madrigali". Canzoni d'amore in un turbinio di sofferenza sentita su tutto il disco e che nella comprensibile condivisione per il proprio vissuto trova la sua sensazione più forte. Un disco da tenere nel cassetto dei ricordi preziosi perché per quanto l'amore faccia soffrire alla fine conta quello che abbiamo provato sentendoci vivi vivi con la sensazione di avere il cuore in mano.

 

arrowDomenica 1 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli Aeguana Way
Gli Aeguana Way hanno addosso una coperta ma questa è trasparente, quindi si vede sotto, si vede dentro e così troviamo, con le nostre orecchie attente, una parte malinconica e struggente che ci convince più che altre strade più spassionate e ordinarie. E' così che "Cattivi Maestri" è un disco rivelazione che al terzo capitolo del loro percorso li incornicia tra i dischi buoni. Ne abbiamo parlato con Antonio Salviolo, cantante e chitarrista.

h16.00 Intervista agli Illacrimo
Dopo un primo singolo "Chains in the Cold", uscito nel 2014, tornano gli Illacrimo con il loro EP di debutto omonimo. Ma l'hard rock del primo singolo non sembra l'unica risorsa. Grazie al potenziale della cantante Federica che irrompe ora aperta e solare come in "1000 Reason to", ora sinuosa ma diretta in "no Longer, che appuriamo che si possono affrontare diversi percorsi anche acustici. Aspettiamo il primo album sulla lunga distanza e nel frattempo ne parliamo con Federica Sara Falletta, la cantante, che assieme a Davide-Kristof Acs alle chitarre, ha messo su la band aprendo le porte ad altri musicisti fino a formare un sestetto.

h16.30 Intervista ai Mandrake
Ci erano piaciuti tantissimo per il loro esordio "Zarastro", uscito per Forears rec. nel 2012. Finalmente i livornesi Mandrake danno vita ad un seguito con "Dancing with Viga". Tanti ospiti interessanti dentro al disco che fanno sì che il folk rock degli esordi sia solo una parte delle sensazioni emozionali che ci arrivano da queste canzoni nuove, molte volte più vicine alla musica classica. La nuova formazione ha Asita Fathi al violino e la viola, Stella Sorgente al doublebass, Gabriele Bogi alle batterie e Tommaso Bandecchi alle chitarre e basso elettrico. E il cantante e fondatore del gruppo Giorgio Mannucci continua a cantare e suonare il piano e le chitarre ma suona anche l'ukulele. Ne parliamo con lui.

 

arrowDomenica 1 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Caveau
"In" uscito per Alka records nel 2014, è l'esordio di questi quattro ragazzi di Pesaro. La voce di Valentina Clizia è perfetta per l'idea musicale fondata e condivisa con Massimiliano Cerri, il bassista. A loro due si sono aggiunti, in un secondo momento, Tiziano Casabianca alla chitarra e Nazareno Ferri alla batteria. Le canzoni hanno la rabbia e l'energia giovane in un'atmosfera apocalittica evocata dai testi ma con il sole sempre dietro l'angolo pronto ad esplodere e raccogliere i cocci assieme. Ne parliamo con Alessandra e Massimiliano.

h16.00 Intervista ai Yellow Moor
Andrea Viti, già bassista degli Afterhoures e dei Karma, ci racconta dei Yellow Moor. Un progetto condiviso con Silvia Alfei, con cui c'erano stati trascorsi musicali anche con i Dual Lyd. Gli Yellow Moor hanno aperto le braccia ad altri musicisti diventando un quintetto e tra ballate elettriche, new wave, chitarre noise, venature jazz e dark rock, arrivano a colpire con un bella manciata di belle canzoni. Lo spessore compositivo è quello dei grandi cantautori da Michael Stipe a Leonard Cohen. Ne parliamo con Andrea.

h16.30 Intervista a Carlot-ta
Bastano i primi due minuti per amare Carlotta. "Sons of Mountain Stream" è il suo secondo album uscito per A Buzz Supreme alla fine del 2014. Un disco che trae ispirazioni dalla montagna. Lo spirito musicale che la guida ci porta sempre il bello necessario, l'incanto e il travolgente. Folletti e paesaggi ariosi. I piccoli passi che tra le dita ti fanno arrivare a respirare alla giusta velocità fino alla fine del disco, rimanendo nel cuore. Una voce limpida che padroneggia il suo flusso creativo e rende ogni sua canzone amabile.

 

arrowDomenica 22 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Le Labrene
All'inseguimento di una chiave blues personale e attaccati a delle redini tradizionali, i Le Labrene controvento hanno incontrato delle dinamiche compositive personali. Il loro esordio omonimo autoprodotto è cantato soprattutto in inglese con solo tre episodi in italiano, tra i quali ho apprezzato soprattutto Medeaflower, dove si trova una naturalezza comunicativa tra un sognante imbrunire e una filastrocca, molto interessante. Ne parliamo con Vincent Spinelli, voce e chitarra.

h16.00 Intervista a Verner
Verner, aka Gianandrea Esposito, dopo l'esordio "Il mio vestito" del 2009, torna con "Fiori dal limbo" appena uscito per A Buzz Supreme e La Pupilla Records. Il cuore di Verner lo conosciamo bene perché lo racconta nelle sue canzoni. Ha raccontato di sé nel disco precedente e qui sembra un amico con le parole giuste che sa come proteggerci. Canzoni preziose come figli. Diversi musicisti rinomati hanno suonato assieme a lui in questo disco, forse per seguire il respiro di questo grande cantante e autore che profuma di buono.

h16.30 Intervista agli Elettronoir
"E che non se ne parli più", appena uscito autoprodotto, è il terzo capitolo della trilogia "Tutta colpa vostra". Il primo input ispirativo era stato provocato da una delusione amorosa ma poi come un fiume in piena sono entrati dentro al disco il cinema, la politica, la letteratura e il senso malinconico che cerca di venire fuori per cambiare la faccia del domani o del dopo domani, se il domani è ancora presto. Ne parliamo con il cantante, pianistra e autore delle canzoni Marco Pantosti.

 

arrowDomenica 15 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Gianluca Mondo
La sofferenza è insita nell'amore, provarlo può portarlo alla morte, non provarlo può far morire dentro. Gianluca Mondo con "Petali", uscito in autunno per Controrecords, arriva al suo terzo album e secondo pubblicato. Il suo progetto creativo si erge su diversi fronti perché il cantautore unisce le canzoni, in un connubio poetico musicale, anche il libro "Madonna delle cicatrici" che esce per Erga edizioni.

h16.30 Intervista a La Moncada
I La Moncada dopo "Torino sommersa" di tre anni fa, tornano con "Nero" appena uscito per Goat Man e A Buzz Supreme": un disco che li fa diventare un gruppo aperto e così si aprono aggiungono nuove sfumature e così canzoni cantante con la voce quasi rotta, filastrocche rock, sfoghi sul maldivivere dei nostri giorni e non dimenticandosi il passato continuano anche a far cavalcare le loro chitarre psichedeliche.

 

arrowDomenica 8 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ad Alia
Dopo un primo EP "Ària" uscito nel 2013 Alessandro Curcio, aka Alia, adesso ci presenta il suo album sulla lunga distanza "Asteroidi", che apre ufficialmente il suo percorso solista dopo una prima esperienza con il gruppo Quarto Capitolo con cui faceva funk rock. I territori da esplorare in "Asteroidi" sono più acustici e sognanti. Si evocano ricordi di sogni di un ragazzo che cerca nelle stelle la sua felicità. Giuliano Dottori ha prodotto e registrato il disco con particolare passione, credendo in questo progetto sin dal suo primo sibilo.

h16.00 Intervista ai Lettera 22
Forears rec. ha prodotto il loro esordio "Contorno Occhi" nel 2011 e qualche mese fa, prodotti da Libellula, licenziano il secondo album "Le nostre domeniche". Un disco 'baciato' da Paolo Benvegnù che l'ha prodotto artisticamente. Canzoni piene di pathos con frasi e gruppi di note in amore da portare a memoria per stare bene nei momenti freddi. Ne parliamo con Gianluca Pierini, il cantante e tastierista. Completano il gruppo Arianna Graciotti alla chitarra, Francesco Fabretti al basso e Luca Orselli alla batteria.

h16.30 Intervista ai Mulholland Drive
Il cantante di Mulholland Drive, Lodovico Rossi, ha una voce aperta che allarga bene le braccia. Canzoni sinuose in una concreta attitudine a decantare l'illusione più dolce: l'innamoramento. "La misura dell'equilibrio" appena uscito per Farm Studio Factory è il primo album del gruppo il cui nome nasce a canzoni pronte e chiaramente di atmosfera conturbante dai colori forti di linchiana memoria.

 

arrowDomenica 1 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli Etruschi From Lakota
Dopo l'ep "Davanti al muro" e l'esordio "I Nuovi mostri",uscito nel 2013 per Pnonarchia dischi, il quintetto pisano degli Etruschi from Lakota torna con il secondo album sulla lunga distanza "Non ci resta che ridere", che esce sempre per Phonarchia dischi. Il modo di cantare di Dario Canal è trascinante e quasi urlato e dà il giusto colore all'interpretazione rimanendo sullo stesso binario della composizione e della scrittura piena sempre di significati e storie da raccontare. Ne parliamo con Dario.

h16.00 Intervista ai Dadamatto

"Rococò" appena uscito per La Tempesta Dischi e Master è il quarto album del trio anconetano Dadamatto che arriva dopo "Anima e Core" uscito nel 2011. Un disco che li porta ad una sofficità pop che prevarica su tutto il disco e che cerca il particolare, l'eleganza e il ricamo musicale. Ne parliamo con Marco Imparato, cantante.

h16.30 Intervista agli Obake
Secondo album per gli Obake che tornano con "Mutations", appena uscito per Rare Noise records. Massimo Pupillo ha lasciato il quartetto ma è arrivato Colin Edwin (basso elettrico). Lorenzo Esposito Fornasari (voce, pianoforte ed elettronica) e Eraldo Bernocchi (chitarre ed elettronica)avevano voluto questo progetto per sfogare il loro istinto metal più fisico e carnale e aggiungerlo alle più giuste ispirazioni musicali che arrivavano loro di conseguenza. Balazs Pandi alla batteria entra in queste dinamiche perfettamente, così come anche il nuovo arrivato Colin Edwin. Quindi tengono alte e vive le loro vibrazioni anche su "Mutations". Ne parliamo con Lorenzo.

 

arrowDomenica 25 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Santa Barbaro
"Geografia di un corpo", appena uscito per Di Notte Records, è il quarto album del gruppo che aveva iniziato come duo e adesso copta di ben nove elementi. Ma la formazione nasce, a quanto pare, di volta di volta e si materializza dopo il sentore compositivo e l'ispirazione di colui che è il cuore e la mente del gruppo Pieralberto Valli, grande cantante emozionale e asciutto. La ricerca di diverse sensibilità sonore lo porta a mantenere comunque unico l'intento: trovare la chiave comunicativa con il suo pubblico. E ci riesce.

h16.00 Intervista a Beatrice Antolini
Beatrice Antolini torna con un ep in un certo senso liberatorio. "Beatitudine", appena uscito per La Tempesta International, vuole discostarsi dalla discografia ufficiale ed esce con l'urgenza compositiva di un attimo di estro creativo che scoppia e vuole farsi scoprire e conoscere. La Beatitudine vestita di elettronica, pianoforte e i colori intensi della voce di Beatrice che dà un senso allo sbocciare di questo fiore.

 

arrowDomenica 11 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Non
"Sacra Massa" uscito alla fine del 2014 per Garage rec. è il primo disco sulla lunga distanza del trio toscano dei Non, dopo un primo ep omonimo. Una commistione tra noise, parole come proiettili, dark wave e giri sensibili ai ritmi più profondi della notte. Ne parliamo con Andrea Zingoni, cantante e chitarrista.

h16.00 Intervista agli Ofelia Dorme
Gli Ofelia Dorme continuano il loro percorso musicale ispirandosi alla favola "Amore e Psiche" e, sempre più vicini all'elettronica, almeno in questo ep "The Tale" uscito per Locomitiv rec, la cantante Francesca Bono non pone limiti espressivi alla sua ispirazione e ci consegna 'tutti i suoi segreti'. L'apertura compositiva del gruppo si fa sempre più evidente e motivata e li porterà a nuove realizzazioni donate dall'aurea di meraviglia e ingegno che li sovrasta.

h16.30 Intervista a Silvia Caracristi
Silvia Caracristi, già conosciuta per i Miniuature, progetto che condivide con Gabriele Pierro, torna con un album d'esordio solista "Orbita" dove comunque è presente Pierro ma il cuore dell'album sono le parole cantate in italiano e scritte in diversi anni nella classica cameretta che tante gioie di cantanti spesso ci riporta. Silvia ha una voce fresca e d'impatto pop. Le sue storie arrivano spontanee e diventano credibili.

 

arrowDomenica 14 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Deian e Lorsoglabro
"Prezzo Speciale" è il titolo del disco nuovo del cantautore Deian che cura la sua creatura in trio e irrompe con le sue riflessioni caratteriali che descrive nelle canzoni in chiave acustica, spesso intimista. Momenti vivaci ogni tanto che spezzano la linea melodica che potrebbe altrimenti sembrare troppo dritta. Il disco esce co-prodotto da I Dischi del Minollo e Edisonbox.

h16.00 Intervista a Musica Per Bambini
Manuel Bongiorni ci racconta a modo suo "Capolavoro", appena uscito per La Famosa Etichetta Trovarobato. La musica è dentro Manuel senza che lui lo sappia e come i belli inconsapevoli anche Manuel risulta fascinoso ed interessante. Le sue canzoni che girano e fanno le capovolte intorno al tema del lavoro, sono perle che sembrano comparse d'improvviso e forse lo sono.

 

arrowDomenica 30 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Giorgio Barbarotta
Dopo un periodo con il gruppo "Quarto Profilo", Giorgio Barbarotta ha intrapreso la carriera solista che continua e si concretizza anche quest'anno arrivando al quinto disco "Un Fedele Ritratto". La scrittura di Giorgio la trovate anche nei suoi libri di poesia e questo arricchisce ovviamente la sua penna anche quando scrive le canzoni ed evoca immagini chiare e nitide.

h16.00 Intervista a Davide Solfrini
Dopo tre EP di cui uno live, Davide Solfrini esce con il suo primo album sulla lunga distanza "Muda", pubblicato da New Model Lab. Un disco intriso di sensi di colpa e voglia d'equilibrio per ottenere la felicità quanto basta, perché gli altri non ti spingano nel baratro in quanto invidiosi. Inserire la versione live della title track oltre quella in studio vi dà l'idea della dimensione ideale del nostro, quella live.

 

arrowDomenica 23 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai The Gluts
Dopo un primo EP "It's 5 minutes after the hours" uscito nel 2010, i The Gluts tornano con il primo album sulla lunga distanza. L'arrivo nella formazione della bassista Claudia rafforza l'idea musicale del gruppo e la caratterizza nelle composizioni ora più tradizionali in forma e struttura wave fino a guardare ad esplorazioni più noise e psichedeliche, con un unico episodio pop "Please Be Patient With Your Dad".

h16.00 Intervista agli Alcova
"Il Sole Nudo" appena uscito per "Rosso Corvo" è il secondo album dei milanesi Alcova che avevano esordito nel 2010 con "Muscolo Cuore". Francesco Ghezzi (cantante, musicista e autore dei testi) ci racconta del disco e di quello che vi gira attorno, non dimenticando che la passione per la vita e per la musica rendono forti e umani.

h16.30 Intervista ai Fedora Saura
"La via della salute" è il titolo del disco di Fedora Saura nella persona di Marko Miladinovic, uscito quest'anno per Pulver und Asche Rec. Il disco è fulmine a ciel sereno e coinvolge immancabilmente per la sua caratteristica fatta di contrasti. Un apri e chiudi. Il caos e la quiete.

 

arrowDomenica 16 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli Od Fulmine
Mattia Cominotto ha registrato tanti bei dischi al Greenfog Studio, ma oggi ci racconta del progetto musicale Od Fulmine. Gruppo che condivide con altri quattro musicisti, di cui due già nei Meganoidi come lui. Gli Od Fulmine sono come uno di quei sogni che sembrano lunghissimi e che lasciano tante cose in sospeso nella testa il giorno dopo. Le canzoni si fermano nella memoria e lasciano un dolce amaro che coinvolge per tutto il tempo del disco.

h16.00 Intervista ai Nigga Radio
Dopo l'Ep d'esordio "Two side" questa primavera è uscito, prodotto da Dcave records, il primo album sulla lunga distanza "Na Storia" dei siciliani Niggaradio. Un disco che si spalleggia tra il blues e l'elettronica e che si erge sulla voce di Vanessa Pappalardo che canta in siciliano, in italiano e in inglese, rimanendo su uno stile dai riflessi funk e su dinamiche blues. Quello che colpisce è il gusto nella scelta dei particolari nelle composizioni. Ne parliamo con Daniele Grasso (musicista produttore e sound engineer). Completano il quartetto Andrea Soggiu (dj, musicista e sound engineer) con cui il progetto è partito e impreziosiscono qua e là il batterista Peppe Scalia e Vanessa Pappalardo, meravigliosa cantante già elogiata prima.

h16.30 Intervista agli Sparkle In Grey
Un anno dopo "Twursday Evening" quest'anno gli Splarkle In Grey tornano con un disco nuovo, "The Calendan", che in realtà è stato composto antecedentemente al disco del 2013. Un disco intriso di movimenti struggenti del violino e della viola con la chitarra classica che ricama le storie e il clarinetto, il basso, il glockenspiel, le percussioni e l'elettronica, che impreziosiscono angoli musicali che da spunti prendono corpo ed essenzialità. Ne parliamo con Matteo Uggieri che ha curato anche le bellissime illustrazioni all'interno del libretto del cd.

 

arrowDomenica 9 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Go Koala
Elettronica colorata, glacialità umanizzata da un approccio dark new wave. Senso della melodia e della canzone che ti guarda negli occhi e diventa credibile. Questi sono i ferraresi Go Koala che debuttano con "Electric Skulls Radio" appena uscito per Alka Records, ma non iniziano adesso non la musica che li ha visti avere passione e esperienza con quasi tutti i generi musicali. Ne parliamo con il cantante e chitarrista Mauro e con Cristina, la batteria.

h16.00 Intervista a Ho Fame (Cristiano)
Ho Fame, aka Cristiano Alberici, meraviglioso cantante, da sempre capace di emozionarci per una corda speciale della sua voce che arriva dentro dritta con gli X-Mary, con Cristio e con varie collaborazioni da venti anni a questa parte. Oggi si presenta con canzoni che arrivano dal suo specchio riflesso e ci regalano splendide perle a cui possiamo aggrapparci felici.

h16.30 Intervista agli es
Dopo il 3° cd sulla lunga distanza "Tutti contro tutti portiere volante" e il 45 giri "Constrictor/ Noia e Bon Ton" tornano in questo 2014 con due ep. Il primo è uscito in giugno, "Sottile è il cuore entusiasta", e il secondo, "Dai tremiti alla stelle", è uscito in ottobre. Entrambi gli ep sono usciti per Dischi Soviet Studio che dopo la chiusura della Forbury Rec., etichetta del gruppo, si prende l'onere di produrre in toto e non in co-produzione com'era successo per il disco precedente. Le canzoni del disco si impreziosiscono per la presenza della cantante Tina che lascia il ruolo di ospite e prende per mano Alex con duetti vari. Emozionanti espressioni dell'amore ricamati dalle melodie su per giù dal cuore agli occhi lucidi. Li ho visti nascere. Li ho visti crescere. Gli voglio bene. Ne parliamo con il bassista, il grande Mario Gentili.

 

arrowDomenica 2 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli R-11
"Waschmachine" è il disco nuovo degli R-11, che segue "Lupus in Trio", il disco dove i ragazzi hanno trovato la loro formazione ideale che prevede Andrea Silvestri alle chitarre, Michele Dalla Malva al basso elettrico e al contrabbasso e Roberto Raggiani alla batteria. Partono dal jazz alla ricerca di una confusione centrifugata che però non sfugge al controllo del trio. Le dinamiche dei brani non stancano facilmente perché spesso si rimane piacevolmente sorpresi da cambi di umore e sferzate della chitarra. Il cd è uscito per Lizard Records, Moving Records e Haveyousaidmidi.

h16.00 Intervista ai Garaliya
Andrea aka Lin, già nei Morkobot, ci racconta dei Garaliya, il duo elettronico che condivide con Mzky (Serif's). Il disco di cui racconta "Reforged" è il secondo del progetto con cui aveva esordito appena qualche mese fa. L'intento del duo era di remixare sette gruppi post-metal italiani lasciando la loro impronta. Il risultato è eccellente, perché trattasi di buoni manipolatori che non dimenticano a casa le proprie idee.

h16.30 Intervista ai Demomode
"OU" è il secondo album dei messinesi Demomode, appena uscito per Dcave Records. Un disco cantato in italiano, dove si pone l'attenzione sul significato del testo, perché si mettono in piedi delle storie e così anche con le melodie e le dinamiche. Diversi aspetti del quotidiano vivere vengono trattati e la forza del gruppo è tanta da uscire fuori dalla copertina. Avvincenti.

 

arrowDomenica 26 ottobre a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Saluti Da Saturno
Saluti Da Saturno, aka Mirco Mariani, inaugura il suo "Labotron": un laboratorio di ricerca del suono attraverso strumenti spesso bistrattati. La prima produzione dello studio è a cura dello stesso Mariani e la intitola "Shaloma Locomotiva". Farsi trasportare dalle idee emozionali di questo grande musicista e cantante è sempre appagante e seguirlo in queste escursioni di altri autori che lo hanno segnato nei suoi ricordi, ci commuove e ci soddisfa.

h16.30 Intervista a Portfolio
Dopo due EP e l'esordio su lunga distanza "The Standing Babas", i Portfolio tornano con "Due". Un disco, in effetti, diviso in due parti: nella prima parte il jazz colorato delle canzoni con le voci di Claudia Domenichini e soprattutto Laura Loriga ad arricchire le sfumature delle composizioni di Tiziano Bianchi che col disegno della sua tromba, il flicorno, il piano, le tastiere, il wurlitzer e il basso,racconta le sue storie sempre più dinamiche, alla ricerca di una strada che si allontana dal post rock dell'inizio e va verso il rock jazz più spigoloso e veloce, aiutato da Emilio Marconi, Stefano Bizzarri, Marco Rossi e Bojan Fazlagic. Nella seconda parte una suite strumentale "Three Songs about Lenin" dal documentario di Vertoc in una escursione musicale in tre tempi e tre umori. Ne parliamo con Tiziano.

h16.30 Intervista a Radio King
Franco Di Terlizi, già conosciuto per il progetto solista The Finger, torna con un progetto nuovo in cui non è solista ma leader di un gruppo: i Radio King. Dal loro esordio, "The nightowl's lullabies" appena uscito autoprodotto, trovo vivo e vegeto lo sprint pop folk di The Finger ma sono chiari anche i nuovi intenti di gruppo, più morbidi e sofisticati allo stesso tempo. I territori evocati sono quelli americani del folk rock e sentiamo una sinergia tra i musicisti convincente.

 

arrowDomenica 19 ottobre a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Rudy Rotta
Dopo "Me, My Music And My Life" uscito due anni fa, che conteneva il meglio della sua produzione da quarant'anni a questa parte, a settembre, il grande bluesman Rudy Rott, celebre e rinomato chitarrista, si cimenta in una rivisitazione e un confronto uditivo tra Beatles e Rolling Stones, accoppiando brani dei primi ai secondi e divertendosi alla ricerca di una sintonia possibile. "The Beatles vs Rolling Stones" è uscito per Slang Records.

h16.30 Intervista ai Metibla
Riccardo Ponis ci racconta di "Crimson Within", secondo album del gruppo Metibla, dopo l'esordio "Hell Holes" uscito nel 2011. Un disco di canzoni costruite su basi emotive derivanti da ricordi vari compresi di poesie, fotografie e arte del papà di Riccardo. Ricordi ritrovati in un garage e da rimettere in ordine cominciando da un'altra prospettiva: la composizione di un disco da condividere. Ne viene fuori un disco diviso a metà tra leggerezza pop e disperazione leccaferite alla Black Rebel Motorcycle Club.

 

arrowDomenica 12 ottobre a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli Omosumo
Gli Omosumo nella formazione attuale sono: Angelo Sicurella alla voce e drum machine, Antonio Dei Martino aka Dimartino al basso e Roberto Cammarata dei Waines alla chitarra. Dopo un primo ep nel 2013 "Ci proveremo a non farci male" sono tornati con "Surfing Gaza" ispirato al documentario di Alexander Klein "God went surfing with the devil" che raccontava dei surfisti israeliani e palestinesi uniti per mettere su un centro di aggregazione giovanile proprio sulla striscia di Gaza. Il disco è di elettronica ma non dimenticando una buona dosa di melodia pop, grazie alla chitarra al basso e al cantato in inglese, in italiano e in arabo. Ne Parliamo con Antonio Di Martino.

h16.00 Intervista ai Johann Sebastian Punk
Johann Sebastian Punk è il progetto di Massimiliano Raffa che con "More Lovely and More" arriva al suo esordio ufficiale. Suggestioni glam ma anche rock, punk, battiti classici ed espressioni teatrali che manifestano un grande amore per la grandezza della musica ascoltata e annunciano un nuovo che verrà che cercherà amplificazione perché il messaggio interiore sarà profondo e d'effetto. h16.30 Intervista agli Airportman
Giovanni Risso ci racconta di "David", l'ultimo album del gruppo strumentale Airportman. David è il protagonista della storia scritta all'interno del cd uscito per Lizard Records e al cui racconto hanno contribuito tutti i membri del gruppo con le loro visioni musical letterarie scaturite nell'atto della composizione. David è un musicista che si suiciderà ma nel tintinnio di una nota solitaria, nella confusione e senso di alienazione delle note scomposte ed evanescenti, dure e sfumate, si trova un senso compiuto al suo smarrimento.

 

arrowDomenica 5 ottobre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Majakovich
I Majakovich con "Il primo disco era meglio" si dedicano totalmente all'italiano per i loro testi, attitudine da cui sembravano lontani nell'ep "Songs For Pigs" e a cui si erano avvicinati in parte nel debutto su lunga distanza "Man Is a Political Animal By Nature" uscito nel 2010. Il mood del disco vanifica ogni prospettiva di felicità, perché tutto potrebbe essere in un modo ma non accadrà nulla di diverso dal solito. Un disco alla ricerca della corazza rock metal ma che sbatte contro piccoli grandi momenti di sconforto che si trasformano in ballate scivolose e quasi drammatiche.

h16.00 Intervista ai Supertempo
"29" appena uscito per Woodromm è il secondo album del gruppo e arriva dopo "Brother sun, sister moon". Un disco divertente, versatile e pieno di riferimenti musicali che però vengono attraversati con gusto. Per questo immagino non diano l'idea del già trito e ritrito ma interviene il loro estro creativo punk rock folk con canzoni entro i due minuti ma che fotografano lo stesso l'essenza della storia. Alla maniera dei Guided By Voices? Sì.

h16.30 Intervista ai The Rust and The Fury
Quintetto da Perugia che ricorda il modo gentile di essere rock dei Fleetwood Mac e insieme come gruppo musicale e come persone affrontano le canzoni che nascono di volta di volta in modo certosino, quasi maniacale, per raggiungere la bellezza del suono più prezioso e piacevole: animato da un impatto poderoso come anche dondolato dalla voce rassicurante di Francesca. "See The Colors Through The Rain" è il titolo del disco che raccoglie storie sentite e profonde. I ragazzi avevano esordito due anni fa con "May The Sun Hit Your Eyes". Ne parliamo con Daniele Rotella, voce e chitarra. Completano il gruppo Maro Zitoli al basso e alla voce, Francesca Lisetto alla voce e tastiere, Francesco Federici alla chitarra e voce e Andrea Spigarelli alla batteria.

 

arrowDomenica 21 settembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli Ylium
"Empire of Light" è il debutto degli Ylium dopo un ep omonimo. Un disco composto come trio ma in corso d'opera diventato duo. Alessandro Cavazzana (chitarra, voce, tastiere, drum machine, elettronica) e Marco Rodella (batteria e percussioni). Gli Ylium si distinguono per l'apertura a tante strade da percorrere puntando sull'elettronica, sulla sperimentazione, sul rock wave, romanticismo anni 30 che profuma di suono mono. C'è un aspetto quindi che ci piace sempre in un giovane gruppo. Voglia di crescere, curiosità e gusto.

h16.00 Intervista ai Fast Animals And Slow Kids
Aimone, il cantante e autore dei testi, ci racconta del terzo album del gruppo, "Alaska", in uscito per Woodworm Music. Un disco molto sentito e malinconico ma anche più adulto rispetto a "Cavalli" e Yibris". Aimone coinvolge l'ascoltatore con storie vere, delusioni provate, strappi di organi cardiaci, non dimenticandosi però di ammiccare un po' al pubblico coinvolgendolo in escursioni punk che in effetti li hanno fatti apprezzare al primo appuntamento con le nostre orecchie.

h16.30 Intervista a Paolo Saporiti
Paolo Saporiti si è abituato a cantare in italiano e torna con un disco omonimo incentrato sulla figura maschile, anticipandoci già che il prossimo sarà sulla figura femminile. Canzoni che profumano di rinascita, ma anche di rabbia, di odio brutale derivante da pura sofferenza. La poeticità di Paolo è una sorpresa sempre più felice e incaricata dalla sua voce splendida e toccante e sulle strade musicali lastricate di bellezza tramite chitarra baritono acustica e acustica standard per le quali si fa accompagnare da Xabier Iriondo al basso fuzz, mahai metak, waraku, field recordings, elettronica; Cristiano Calcagnile alla batteria, LUCA d'Alberto alla viola, al violino e alla violectra; Stefano Ferrian ai sassofoni e Roberto Zanisi al bouzouki.

 

arrowDomenica 14 settembre a Snatura Rock

h16.00 Intervista ai Glass Cosmos
"Disguise of the Species" è il loro esordio autoprodotto come Glass Cosmos con Matteo Belloli alla batteria che si aggiunge ai già rodati ex Cheep Monkeys Frankie Bianchi alla voce, Florian Hoxha alla chitarra e autore delle canzoni, Francesco Shamble Arciprete al basso e seconda voce. Il disco raggiunge sottilmente ma con possenza d'interpretazione sentimenti uditivi maturati dopo anni di ascolti di dischi del grunge di metà anni 90. Florian ci racconta del disco e del profumo live che trasuda dalle note condivise con la dinamica compositiva di gruppo e dalle storie scritte e vissute da lui medesimo.

h16.30 Intervista agli Ismael
Sandro Campani da piccolo voleva solo disegnare, non sognava di comporre canzoni e scrivere libri per Playground. Eppure quei disegni pastello me li immagino sulle note delle sue canzoni che racchiudono un gusto dal sentire spontaneo, semplice, naturale e per questo poetico. "Tre" è il terzo album autoprodotto degli Ismael con Barbara Morini al basso, Giulia manenti alla chitarra elettrica, Piwy Del Villano al sax tenore, contralto e soprano, Luigi Del Villano alla batteria. Ne parliamo con Sandro Canpani che oltre a cantare suona la chitarra acustica e quella elettrica.

 

arrowDomenica 29 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Frozen Farmer
Dopo un primo ep intitolato proprio "EP", i Frozen Farmer - nati dalle ceneri dei Midwest - ci presentano "Stay" - il loro esordio sulla lunga distanza appena uscito per Seahorse recording. Un disco che non dimentica le sciolevolezze compositive all'ombra tranquillizzante del country pop dei Midwest e che si arricchisce con le influenze e sinergie dei nuovi componenti del gruppo che si aggiungono a Francesco Scalise e Paolo Grassi. Ne parliamo con Francesco.

h16.00 Intervista ai 3 Fingers Guitar
Simone Perna, aka 3 Fingers Guitar, l'avevamo conosciuto come batterista dei meravigliosi Viclarsen anni fa, ma oggi si presenta con il suo personale progetto in cui si accompagna con un batterista, Simone Brunzu, così lui fa tutto il resto. Il capitolo uno di questa storia in cui canta in italiano e mostra la sua passione musicale intinta di varie dimensioni che stratificano in chiave dal 'carattere' industrial rock e nell'inquietudine onirica più intensa il senso autentico che voleva esprimere e ci convince. La musica che emoziona, come dovrebbe essere sempre.

h16.30 Intervista ai Guignol
"Ore Piccole" è il titolo dell'ultimo album dei Guignol che ci rapiscono ogni volta con le loro storie intime e delicate. La penna di Pier Adduce è viva più che mai e il cantante e chitarrista del gruppo in questo ultimo album si prende la soddisfazione di parlare delle persone che lo colpiscono nella vita, nei ricordi e con i suoi occhi di cantastorie ci riporta i contorni di personaggi che prendono vita nella sua prosa e vivono nelle sfumature, piuttosto scure, della sua voce. Ancora una volta è un capitolo buono per la musica.

 

arrowDomenica 22 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista ad A Modern Way To Die
Gli A Modern Way to Die sono un trio da Catania che, dopo innumerevoli esperienze musicali con "Pulse and Treatment" appena uscito per Seahorse Recording, decidono di intraprendere un percorso comune sulle direttive e aspirazioni del rock oscuro, del noise, delle danze tribali africane, incorniciati dall'elettronica. Fieri e certi del loro nuovo percorso, affrontano comunque anche nuove influenze da cui farsi attraversare.

h16.00 Intervista agli Scunned Guest
Soundgarden, Stone Temple Pilots e Mr Bungle sono tra le influenze più evidenti ascoltando l'esordio del quartetto sassarese, intitolato "Le scimmie urbane" e appena uscito per Seahorse Recording. Ma dentro troviamo anche un senso di ironia che ci diverte e soddisfa. Hanno una caratteristica importantissima per un gruppo, ovvero venir voglia di vederli dal vivo. C'è un intrattenimento coinvolgente nell'aria che la dice lunga su cosa potrebbe offrire al pubblico live.

h16.30 Intervista ai We love Surf
Andrea Marcori era al mare, ovviamente, ma l'abbiamo intervistato ugualmente per farci raccontare il secondo disco sulla lunga distanza, "Up And Rising" dal suo progetto oggi sempre più condiviso We Love Surf. Musica felice, pop, new wave e leggermente ska, in un piatto abbondante che vorreste sempre avere accanto per affrontare le curve dolore della vita. Giochi di luce che spingono sulle note rotonde che ballano.

 

arrowDomenica 15 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Erika Biavati
La brava cantautrice Erika Biavati, nel corso della sua giovane vita, ha imparato a cantare e facendolo ha fatto crescere esponenzialmente la sua sensibilità e arricchito di questa la sua musica, le storie che racconta nel suo album d'esordio omonimo appena uscito, che ci racconta oggi con una gioia contagiosa. Studiare e approfondire, avvicinare e comprendere, sognare e disegnare: parole che si avvicinano all'essere Erika Biavati. Una ragazza che ti circonda delle sue mille sfumature, mille espressioni e ti avvolge e coinvolge.

h16.00 Intervista ai Band Bunker Club
Da estimatori dei cccp, si sono ritrovati musicisti che rifacevano le loro canzoni di supporto a Umberto Negri che presentava il libro sulla storia del gruppo da membro ufficiale. Questo però è solo l'inizio di La Band Bunker Club, perché con l'uscita del loro esordio "Musica per cefalopodi e colombi selvatici", gli ingredienti musicali che li contraddistinguono sono tanti e vanno a formare il carattere del gruppo. Una voce dalle tinte scure, quella di Francesco Casabianca, con cui parliamo: dark apocalittico, paesaggi new wave, psichedelia, punk e incontri di voci che ci hanno ricordato i Baustelle. Generosità di idee e sentimenti.

h16.30 Intervista ai The Great Northern X
"Coven" è il secondo album per The Great Northerm. Marco Degli Esposti aka Art of Wind, ormai da qualche anno assieme a tutti i Flap ha trovato un nuovo percorso musicale che diventa sempre più definito e preciso nella sua più nutrita spontaneetà folk emozionale e grondante sensazioni buoni. Canzoni che viene voglia di cantare a sguarciagola o sussurrare piano ma respirare a fondo tra queste trame profumate di storie che non scivolano via, ma che ti accompagnano da che le hai ascoltate in avanti.

 

arrowDomenica 8 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Vickers
Terzo album per il gruppo fiorentino che torna ancora una volta rinnovato, cresciuto, sempre più vivo e con tanti splendidi video di supporto. "Ghosts", appena uscito per Black Candy, è un titolo che raccoglie l'essenza musicale ed esplicativa del nuovo aspetto in evidenza e importante per la band: dare un nuovo volto alla psichedelia ri-definendola e estrapolandola dal suo eclettismo, dalla evanescenza tipica di certi suoni colorati. In un'operazione tra delicatezza e bravura arrivano vincitori e scrivono canzoni meraviglia che ci fanno sognare, allietando i nostri momenti con le loro cornici perfette.

h16.00 Intervista a Wu Ming Contingent
"Bioscop" è il primo album di canzoni per il collettivo di scrittori Wu Ming, anche se i musicisti e musicisti/scrittori non sono di certo mancati tra gli zoccoli duri coinvolti in questa anima creativa. Il successo di Wu Ming mi ha sempre fatto ben sperare nella rivalutazione dell'umanità che ha voglia di una rivoluzione culturale e ci crede e ama il guizzo creativo di chi dal racconto trova il filo della storia che brucia, che storpia, che ride e attacca, in una dimensione punk new wave, sensata e convincente.

h16.30 Intervista a Valerio Piccolo
La poesia ti nutre e se traduci per anni le canzoni e poesie di una cantautrice come Suzanne Vega, se ne rimane per forza di cose coinvolti. Così accade a Valerio Piccolo che raccoglie in "Poetry", appena uscito per Novunque, le sue scoperte di parole più intense, le composizioni più amate, gli angoli più vivi e sorprendenti e con la sua musica folk rock e la sua voce ne fa un disco credibile.

 

arrowDomenica 1 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Flor
Marcello Cunsolo ha rimesso assieme il suo progetto Flor, dopo quindici anni di assenza. Il modo di cantare carezzevole e rotondo di cantautore, porta con sé tanta rabbia per il male moderno e alla stesso tempo un'immagine serena che va di pari passo e proprio sulla stessa lunghezza di queste canzoni. Il disco esce per The Prisoner Records di Michele Bitossi, ovviamente fan dei Flor della prima ora, prodotti da Francesco Virlizi che li ha fatti suonare anche di spalla ai REM.

h16.00 Intervista ai Quasiviri
Un bassista, un tasterista e un batterista, tre elementi che possono essere la parte marginale nella dinamica di un un gruppo come anche la sua particolarità. I Quasiviri assieme spezzano le catene del suono banale e dritto. "Super Human" è il titolo del secondo album sulla lunga distanza del gruppo, intervallati dall'ep "Freak of Nature". Decostruiscono per rimettere a nuovo con stretti svincoli luminosi di leggerezza espressiva che non dimentica la melodia, il coraggio di progredire e smaltire gli orrori della vita. Ne parliamo con Chet il bassista. Completano il gruppo Roberto Rizzo, alle tastiere, e Andrè Michel Arraiz-Rivas, alla voce e batteria.

 

arrowDomenica 25 maggio a Snatura Rock

h16.30 Intervista a Sky of Birds
"Rivers flow free, lakes just agree" è il primo EP del gruppo di Mario Martufi che già avevamo conosciuto con i Mosquitos. Un lavoro che rimane ancorato al folk psichedelico che già avevamo conosciuto con il gruppo precedente ma che non manca di mostrare facce nuove curiose su sintomi hawaiani ed eccentricità pop folk. Ne parliamo con Mario, voce e chitarra. Completano il gruppo Alberto alle chitarre, voci e tastiere; Sandro alle chitarre e tastire; Simone al basso e voci; Strueia alla batteria.

h15.15 Intervista a The Bastard Sons of Dioniso
Il gruppo, dopo X-Factor, ha continuato per la propria strada non dimenticando ciò che ha potuto imparare dall'esperienza televisiva ma soprattutto rimanendo fedele alle proprie inclinazioni rock pop con sublimazioni acustiche. Tre visi gentili che vanno a braccetto con i discorsi musicali e raccontano quindi la loro musica positivi e felici.

h16.00 LETTURE SONANTI con Mauro Baldrati
Mauro Baldrati ha tutte le carte in regola per essere un artista: citando Piero Ciampi è più precisamente un incantatore, un narratore, uno scrittore vero, insomma. Ci porta un libro, "Professional Killer", uscito alla fine del 2013 per Edizioni a Nordest edizioni. Una storia che racconta di un uomo freddo, imperturbabile, ossessionato dalla perfezione dei suoi movimenti che interiorizza - anche psicologicamente - col kung fu. Un movimento narrativo intrigante con cambiamenti repentini ed estremi dopo fughe che lasciano col fiato sospeso e immagini di vite mai vissute che tornano ed infittiscono la trama della storia.

 

arrowDomenica 18 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a N_Sambo
"Argonauta", appena uscito per la neo etichetta Cappuccino Records, è il terzo disco di N_Sambo aka Nicola Sambo che da solista, nel corso di tre dischi, è diventato il cantante di un gruppo. Dallo strumentale, alla canzone cantata prima in inglese e oggi in italiano. La psichedelia mette a fuoco l'atmosfera e il portamento del carattere del disco. Ospiti d'eccezione Simone Lenzi dei Virginiana Miller e gli Appaloosa. Entrambi di Livorno come del resto N_Sambo. Un disco pensato come un racconto con i personaggi calcati e palpabili. Chiari luccichii poetici che ci emozionano non poco.

h16.00 Intervista ad Ilaria Viola
Grande cantante da Roma al suo primo album ma con tante esperienze alle spalle che non dimentica e quindi ricca e senza remore, solare e coinvolgente sicura del suo saper fare musica, ci offre le sue piccole grandi meraviglie, che racchiude in "Giochi di Parole". Ha una maestria davvero apprezzabile nell'uso della voce che hanno dentro tanto jazz quanto anche tanta storia cantautorale della musica italiana che profuma di notte.

h16.30 Intervista ai Bottega Glitzer
"Ding", appena uscito per Leave Music, è l'esordio de la Bottega Glitzer la cui anima è la cantautrice svizzera/tedesca Nadia Maurizi che riesce, accostando lingue diverse, a creare un unico ibrido ricco di carattere pop. Un disco multilingue, multiforme che riunisce l'intento di cantare d'amor ispirandosi agli anni trenta e al pop colorato e felice degli anni sessanta, con Billie Holiday come stella che indica la rotta.

 

arrowDomenica 11 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Ipercussonici
"Carapace", appena uscito per Viceversa, è il terzo album dell'eclettica band catanese. Il disco nuovo ha un suono ricco di aperture a nuove intromissioni e scambi. E se da una parte i ragazzi rimangono legati alla canzone delle radici, dall'altra sanno bene cos'è la leggerezza e la modernità dell'espressione word pop sulle linee magnetiche della batteria. Un disco coinvolgente e con la testa alta, sempre. Ne parliamo con Luca Recupero.

h16.00 Intervista ai Moscaburro
Il gruppo di Bolzano, passo dopo passo, si muove soavemente, con grazia, tra cambi di formazione e di dinamiche fino ad arrivare ad un sestetto, sempre comunque alla guida di Simone Gelmini che compone le canzoni. Le voci delle due cantanti, Arianna e Michela, danno carattere e dolcezza scalfendo ad arte il senso di pop morbido e classico del glockenspiel e degli archi. Il risultato è un meraviglioso contenitore di perle intitolato "Bread and Butteflies". Ne parliamo con Simone Gelmini.

h16.30 Intervista ai Gonzalo
"Labors" è il primo lavoro dei Gonzalo, appena uscito per Seahorse recording. Cresciuti con i Pear Jam, i ragazzi sono ben ancorati al percorso/desiderio di trasformare sempre più la band in un turbinio emotivo ed espressivo di più voci, coinvolgendo il chitarrista Michele Petrovich e il violinista Carlo Moras più sostanzialmente rispetto alle loro voci. Per ora canta solo Nicola Furlanetto e la cornice non è per niente male, il loro approccio musicale che segue uno stile acustico come colore e caratteristica. Ne parliamo con Nicola.

 

arrowDomenica 4 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Junkfood
Dopo "Transience" uscito nel 2011, che li faceva esordire per Trovarobato, tornano i quattro musicisti, uno per tutti e tutti per uno, capaci di applicare i loro rispettivi strumenti - tromba, chitarra, basso e batteria - all'elettronica, sottoponendo il fascino rilasciato dal risultato ai loro ascoltatori, in un viaggio sempre live per approccio e idea musicale. Il disco nuovo "The Cold Summer of the Dead" è appena uscito per Trovarobato e Blide Proteus: li trova vivi e istintivi come ci piacciono. Hanno trovato una chiave tecnica interessante che non dimentica la parte emotiva, che sa essere magnetica e evocativa della luna ma anche di stati claustrofobici.

h16.00 Intervista ai Chat Noir
"Elec3cities" è il quarto album del trio, anche se scopriamo che ce n'è un quinto introvabile. Roma, Berlino e Boston ospitano i tre musicisti Michele Cavallari(piano), Luca Fogagnolo(basso) e Giuliano Ferrari(batteria) che quindi a distanza, in solitaria, elaborano espressioni jazz, ambient, musica da camera ed elettronica. Le loro condivisioni si riaprono a nuove idee e rimangono ad incontrarsi anche brano dopo brano, all'interno del disco nuovo appena uscito per Rare Noise recording.

h16.30 Intervista a Maria Antonietta
Letizia, se non fosse il suo nome, le starebbe bene. "Sassi" ci racconta di lei. Una ragazza felice alla ricerca del suo io più vero e della sua spontaneità nell'intento di essere sincera sempre fino in fondo con i suoi estimatori che diventano ogni giorno più numerosi. Bob Corn l'ha accompagnata per salire il suo primo gradino e poi si è fatta travolgere dalla sua lingua madre e quindi dal cantare in italiano. Così in Brunori Sas ha trovato il suo produttore ideale e adesso con La Tempesta prosegue il suo percorso ancora in italiano, ancora vera, scazzata, idealista bella e coinvolgente.

 

arrowDomenica 27 aprile a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai King of the Opera
King of the Opera è il progetto di Alberto Mariotti (già Samuel Katarro) che cede sempre di più il suo scettro compositivo ai suoi compagni di viaggio per "Driftwood", secondo episodio del progetto autoprodotto e supportato artisticamente da Buzz Supreme. Un disco suddiviso su tre brani che incorporano un'operazione artistica di territori delicati e intensi stratificati su dislivelli di psichedelia - espressa in chiave vocale delicata - e lisergici sui cambi destruttutati e silenzi che evocano spazi immensi.

h16.00 Intervista ai Pocket Chesnut
"Big Sky, Empty Road" appena uscito per Dischi Soviet Studio è il secondo album sulla lunga distanza dei talentuosi Pocket Chesnut. La loro canzone ideale ha dentro una dose innata di giocosità e quando provano ad essere malinconici falliscono piacevolmente. Piccole perle che dal ritornello accattivante dentro questo disco nuovo per la tanta forza d'animo che trasuda dalle loro canzoni, che hanno dentro un carattere folk pop colorato con uno sguardo blues che intensifica la sensibilità più che la malinconia.

 

arrowDomenica 13 aprile a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Velvet Score
I Velvet Score di Firenze festeggiano dieci anni di storia musicale con la riedizione di "Youth", il loro esordio che aveva aperto le danze, oltre che alle loro esplorazioni musicali, all'etichetta Black Candy. Faremo riaffiorare i ricordi delle canzoni e delle loro registrazione, facendo guardare indietro un grande gruppo che può essere soddisfatto dalle piccole perle messe da parte in chiave progressive rock istintivo. I ragazzi presenteranno dal vivo il disco ma non dimentichi del loro orizzonte, vanno avanti nella ricerca della nuova versione che vogliono mostrare ai loro estimatori, perché di canzoni ne hanno tante da parte, a quanto pare. Ne abbiamo parlato con Marco Giusti, chitarre e voce.

h16.00 Intervista a Stella Burns
Stella Burns è Gianluca Maria Sorace, già conosciuto come cantante e chitarrista di Hollowblue, band con tre album all'attivo e uno in corso d'opera. Stella Burns permette a Gianluca di far vibrare corde più intime e illuminate che il nostro cowboy preferito ci offre senza remore, conoscendo a modo il folk, il blues e la prosa. Grazie alla sua voce si muove sui sentimenti contrastanti tra gioia e disperazione aggiungendo calore alle parole e alle melodie. Un disco appena uscito per Twelve Records che non si poteva che intitolare "Stella Burns Loves You", per la spinta sentimentale da cui è orgogliosamente trainato.

h16.30 Intervista ai Bad Apple Sons
"My Dear No Fear" è il secondo album, dopo l'esordio omonimo, per il Bad Apple Sons di Firenze. Un disco - appena uscito per Chic Paguro - di chiara ispirazione swansiana. Batteria regina, voce roboante, melodie dinamiche e in sottotracce misurate alle sensazioni e alle scale di sensazioni. Ascoltare questo disco è un avventura per le orecchie perché pur seguendo un equilibrio di strati e sottostrati tra noise, blues e rock (quasi) metal, i ragazzi si inerpicano in una stradina comoda e larga rilassante e nervosa assieme, fitta di emozionanti sorprese e cambi di prospettiva. Un disco che non vi annoierà tanto facilmente.

 

arrowDomenica 6 aprile a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Neko At Stella
Il duo dei Neko At Stella si è formato a Firenze qualche anno fa e il loro esordio omonimo è uscito alla fine del 2013 per Dischi Soviet Studio. Glauco Boato alla chitarra e voce e Jacopo Massangioli alla batteria, traducono le loro sensazioni premendo su destrutturazioni pop, folk blues e psichedelia in una chiave noise e istintiva. Hanno una consapevolezza che sembra guidata da una sensibilità musicale sana e con varianti imprescindibili che curano con dovizia.

h16.00 Intervista a La Parola Persa
"Tutta Vita!" è il primo album sulla lunga distanza dei La Parola Persa di Roma che arriva dopo tre ep e tanti cambi di formazione. La loro forza è il sapere remixare, esplorare i generi e buttare però tutto in caciara per divertimento. Non tutti apprezzano questi cali di tensione della melodia del ritmo e del mood logico del disco, così ci inoltriamo nel disco e scrollandolo delle nostre personali idiosincrasie conosciamo il gruppo e ci facciamo raccontare il disco da Andrea, il batterista perché il buono del disco è ben presente.

h16.30 Intervista a Fabio Zuffanti
Fabio Zuffanti con "La Quarta Vittima" arriva al suo quinto album. Il musicista già conosciuto per Le Maschere di Cera, Finisterre, Hostsonaten, Rohmer,La Zona Aries, Quadraphonic e R.u.g.h.e., nel disco nuovo offre all'ascoltatore un nuovo fronte di sè, perchè si allontana dal progressive e si avvicina all'epico. Una musica evocativa che rilancia il pregio della sorpresa di sbalzi e curve dopo un'armonia fluida e cullante. Giostrarsi tra diversi modi porsi alla musiche e alle parole su radici antichi e moderni per esperienza e curiosità viva e vegeta del buon Zuffanti.

 

arrowDomenica 30 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Twinscapes
Twinscapes è l'incontro decisamente ricco di risultati comunicativi ed emozionanti tra due bassisti: Lorenzo Feliciati dall'Italia e Colin Edwin dall'Australia. La felicità dei musicisti come questi è interfacciarsi con altri e naturalmente trovare uno spunto, che diventa una linea e poi una direzione precisa. Spesso gli incontri avvengono per caso, come un'innamoramento. Noi ci mettiamo seduti e ci gustiamo le trame musicali elaborate e condotte a compimento compositivo. Sfumature ariose e soleggiate, dance elettronico, Roberto Gualdi della PMF (da ospite) che porta il suo tocco progressive. Un disco che brulica di sorprese, tra cui non dimentichiamo David Jackson che porta il suo sax e Andi Pupato alle percussioni. La Rare Noise, puntuale e attenta alle sperimentazioni più interessanti, ancora una volta è la protagonista di questa produzione.

h16.00 Intervista a Nevica su Quattro Punto Zero
Nevica su Quattro Punto Zero, aka Gianluca Lo Presti, dopo il suo esordio uscito nel 2010 "Lineare" torna con "I Diari Miserabili di Samuel Geremia Hoogan". Un disco che va ascoltato e accolto a sé con tutte e due le braccia. Canzone dopo canzone si entra nel mondo del protagonista e si vivono le sue sensazioni, i suoi sentimenti, le sue illusioni e le sue sofferenze. Le mosse musicale si spingono e si disgregano accompagnando la paranoia, il momento di passione, il picco emotivo, il gioco deluso. La musica è una cosa seria perché tocca il provare e non provare. E questo è un disco che non ti può attraversare senza lasciarti niente, se avete le orecchie buone.

h16.30 Intervista a Giorgia Del Mese
"Di cosa parliamo" è il secondo album della cantautrice fiorentina che aveva esordito con "Sto bene". L'incontro con Andrea Franchi ha determinato le dinamiche del progetto in cui il cantante e produttore è rimasto coinvolto sia come ospite che produttore. La voce di Giorgia ha un carattere forte e segue la forma canzone tradizionale. I suoi testi raccontano rabbia e caparbietà, per non soccombere alle brutture della vita, ma non mancano i momenti malinconici e struggenti. Paolo Benvegnù compare in duetto su "Imprescindibili" e fa da ciliegina sulla torta.

 

arrowDomenica 23 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Vintage Violence
“Senza paure delle rovine” è il terzo album sulla lunga distanza del gruppo di Lecco, non dimenticandoci dell’ep Cinema, importante per la storia di questo gruppo. La scrittura dei testi caratterizzata dalla concretezza del quotidiano, del vissuto e dal pessimismo spinto di Rocco Arienti: autore delle canzoni sin dall’inizio di questa storia musicale. Un disco punk rock senza pause ma con riflessioni importanti che danno un senso di lucidità chiara. Maninalto rec. pubblica il disco e, come era successo per il precedente “Piccoli Intrattenimenti Musicali”, tutte le canzoni saranno supportate da un proprio video. Ne parliamo con Rocco. Completano il gruppo: Nicolò Caldirola (voce), Stefano Gilardi (chitarra), Roberto Galli (basso) e Beniamino Cefalù alla batteria.

h16.00 Intervista agli Ex Otago
Maurizio Carucci, cantante dei nuovi o sicuramente rinnovati Ex Otago, ci racconta di “Mezze Stagioni”, primo disco dopo l’uscita dal gruppo del co-fondatore storico del gruppo e che con il rap caratterizzava delle particolari dinamiche del gruppo. La musica però quando è fatta con passione trova la quadra e viene fuori splendente come in questo caso. Con il cd è incluso un libro “Burrasca” che racconta gli ultimi tre anni di ragazzi e cosa ha ispirato queste canzoni. Un disco ricco, insomma, che racconta di viaggi emotivi spinti dal desiderio di cambiare con le proprie forze il percorso della propria vita.

h16.30 Intervista ai Soundsick
“Astonishment” appena uscito per Seahorse recording è l’esordio del gruppo che ha aspettato con tranquillità e saggezza il momento giusto per fare ascoltare le proprie canzoni. Canzoni spigolose, acide e con le chitarre protagoniste con gocce metal ma anche acustiche in un’unica ballata nel cuore del disco. La chiave però è robusta e il potere del muro del suono non può che appartenere ad un trio formato da due fratelli Ilario (voce, chitarra, piano, sinth e percussioni) e Alexander Onibokun (batteria, percussioni, piano, sinth e seconda voce) e Valentino Teodori (basso, voci e percussioni). Ne parliamo con Ilario.

 

arrowDomenica 16 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli Egokid
Piergiorgio Pardo ci racconta del quinto album degli Egokid, gruppo milanese di cui è cantante, tastierista e autore assieme al chitarrista Diego Palazzo, anch’egli cantante e autore. Due anime compositive molto affini che intrecciano le proprie storie sulle vicende dell’amore e rapiscono l’attenzione dell’ascoltatore per le sfumature delle voci e per il profondo significato su cui ci si spinge e per arrivare alla loro impronta sempre più importante nella grande storia della musica d’autore. A quattro anni da “Ecce Homo” esce per Novunque records il quinto album del gruppo che intitolano “Troppa gente su questo pianeta”. Ne parlaimo con Pier. Completano il gruppo Fabrizio Bucchieri al basso, Davide De Benedeti ai sintetizzatori, Christian Clemente alla chitarra e Giacomo Carlone alla batteria.

h16.00 Intervista a Non Voglio Che Clara
Fabio De Min anche per questo quarto album “L’amore fin che dura” è il cuore della sua creatura che continua e nutrire delle sue curiosità ed esplorazioni del sentimento umano. Ci porta, ancora una volta, vicino al suo provare con dei piccoli capolavori della canzone d’autore che mettiamo al sicuro tra le cose belle che vogliamo ricordare di avere ascoltato. Fabio circondato da nuovi musicisti amici, dà prova di sé e suo sguardo mostrandoci ritratti anche dolorosi, nostalgie e similitudini tra sconosciuti che vivono comunque sulla stessa lunghezza d’onda e trovano conforto sollevandosi lo spirito. Fabio de Min - voce, piano Marcello Batelli - chitarra Martino Cuman - basso, tastiere Igor De Paoli – batteria. Il disco esce per Picicca, mentre Fabio de Min continua il suo progetto adibito alla promozione artistica: Lavorare Stanca.

h16.30 Intervista ai Karne Murta
I Karne Murta da Parma sono una band di sette elementi che ha incentrato l’idea di gruppo sul pensiero felice procurato dal ballo fisico degli astanti presenti ai loro concerti coinvolti dalla loro musica da sempre divertente e festosa, coinvolgente. I ragazzi danno anche un nome alla gente che va vederli: “Masnada” e così chiamano anche l’etichetta che pubblica il loro terzo disco “Swingin’ Taboo” e che ne pubblicherà altri. Un disco che è una festa dalla prima nota fino all’ultima, in una miscela esplosiva multilingue e multietnica che unisce il rock n’ roll allo swing congiungendosi in una chiave punk. Ne parliamo con Bufo, cantante e chitarrista della band che conquista sempre più palchi italiani e non.

 

arrowDomenica 9 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Bluoltremarte
Gruppo di Roma, nato appena due anni fa ma già compatto e consapevole di sé per rendersi convincenti di fronte all'etichetta VdM che inizia il suo percorso con loro e soprattutto efficaci e "di sostanza" di fronte a chi ascolta. Intitolato "Spomenik" pone le fondamenta di una buona costruzione e i cambi d'abito della voce ora rabbiosa ed esplosiva devastante, ora rassicurante, melodiosa, scivolosa. Canzoni insomma nel senso giusto della strada.

h16.00 Intervista a Daniele Brusaschetto
"Rapida e indolore" è il disco nuovo per il cantante e compositore Daniele Brusaschetto da Torino e che da undici album a questa parte è meravigliosamente depresso quanto inconsapevolmente piacevole. Le sue tinte scure sono capaci di colpire profondamente le anime affini alla sua. Il paesaggio è captato da diverse musiche e suoni che lui rielabora e lucida ovviamente di nero industrual. Si rimane nella stessa lunghezza d'onda sul filo delle parole evocate che parlano di morte, in modo elegante e sobrio. Il disco è uscito per la sua stessa etichetta la Bosco record.

h16.30 Intervista a The Traveller
Max Forleo aka The Traveller è al suo terzo album con l'EP "Uncensored Kingdom -Part I" e così inizia la trilogia dedicata alla tetralogia minore di Shakespeare. Un'iniziativa interessante che si concluderà con la produzione indipendente di un musical. Pop melodico con qualche sferzata ogni tanto che introduce, sviluppa e si concentra sulle poetiche del grande scrittore attore e drammaturgo, ma trova anche una propria via che a sua volta ne troverà un'altra al momento del balletto.

 

arrowDomenica 2 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Sbizza E La Microrchestra
Massimo "sbiZZa" Bevilacqua, dopo "Tinamo" del 2010, torna con il secondo episodio del suo progetto con una band/ Microrchestra sempre più definita. Il disco nuovo "Mille inverni più di me" già dal titolo brucia di passione per la vita, i sentimenti veri chiari all'orecchio di chi ascolta sia per le musiche che per le parole: come in un libro sono ben delineati i colori del paesaggio, il profumo dei luoghi, l'intensità, l'esultanza e il corso dell'amare ed essere amati. Piccoli attimi ingigantiti dall'anima poetica di Max Bevilacqua già conosciuto per i Milaus e già alle prese con le poesie dalla musica, dentro la musica e fuori la musica. Ci inchiniamo a tanta bellezza.

h16.00 Intervista ai Plastic Made Sofà
Nel 2010 con il loro esordio "Charlie's Bondage Club" ci eravamo trovati di fronte ad una super band divertente di derivazione brit pop. I Plastic Made Sofà hanno fatto il bagno in un mare di ascolti psichedelic rock e sono tornati diversi, più maturi, ma sempre bravi e impeccabili con questo splendido "Whining Room". Il ritmo della batteria spinge sulle melodie e gestisce l'organizzazione emozionale delle canzoni che passano da un suono da carillon alla tensione serrata e, come dicevamo, psichedelica. Non manca neanche il pop (Two Grains in Outer Space) che ricorda l'attitudine dell'esordio. Ne parliamo con Federico Laini.

h16.30 Intervista ai Saluti Da Saturno
Free jazz cantautorale per il terzo disco di Mirco Mariani aka Saluti Da Saturno. Il disco nuovo "Dancing Polonia" ha dentro i film di Aki Kaurismaki, Paolo Benvegnù, il profumo di strumenti toccati col cuore e la passione di chi li ama. Giochi di luce chiaro scuri, tra lucentezza e malinconia. Il pianoforte, la voce di Mirco, il mellotron, il theremin, il clavincembalo, le chitarre acustiche, ritmi di bassi, i dischi di Massimo Simonini e qualche tocco magico del compositore e chitarrista Arto Lindsay. Un disco ricco ricco che lasciamo pronto all'uso per un altro bel po'.

 

arrowDomenica 23 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Misère De La Philosophie
"Ka-Meh" è l'esordio dei "Misère De La Philosophie" di Piombino. Un disco prezioso da tenere ben custodito perché capace di portare giovamento. Suona beat anni 60, suona dark, suona psichedelico e parla bohemienne come in "Ombre Corte", sogghigna alla violenza nella canzone "Terrore", ricerca un'emozione con tutte le proprie forze in "Interferenze". L'inizio della storia musicale per questo quintetto che promette bene è uscito per Garage records. Ne parliamo con il cantante/ autore dei testi e chitarrista Sebastiano Taccola. Completano la band Tommaso Redolfi Riva al basso, Luca Pesare alla chitarra e cori, Alessandro Dinetti alla chitarra e Andrea Muccetti alla batteria.
www.garagerecords.it

h16.00 Intervista ai Nut
Tanti cambiamenti per i Nut alla presentazione del secondo album "Babylon", proseguo dell'esordio "Gravità Inverse" uscito nel 2011. Dall'italiano passano all'inglese e da tre musicisti diventano due: questo li porta a cambiare il modo di scrivere e comporre arrivando ad un nuovo volto musicale, molto fascinoso e interessante. Una forma canzone astratta e movimentata, resa elegante e melodiosa dal loro potenziale poetico molto suggestivo ed enigmatico, tra progressive e noise psichedelico inseguendo tappeti eleganti di intrecci chitarristici. Ne parliamo con Matteo D'Ignazi, batterista e chitarrista. Matteo Sciocchetto è la metà del duo ed è alla voce, chitarra, basso e piano. Il disco è uscito per Blotch Records e The Orchard.

h16.30 Intervista ai Fusch
"Mont cc Second Act" è il secondo episodio della trilogia dei Fusch, uscito in ottobre per Jestrai, progetto che diventa sempre più strutturato e ricco, con synths spigolosi molto industrial, voci quasi eteree dentro atmosfere montanare nelle giornate di sole appena sorte con uccellini inclusi. Un gruppo nato nella spontaneità e naturalezza che senza sforzi diventa sempre più consapevole di sé e affiatato. Alla fine di marzo 2014 è prevista l'uscita del terzo episodio di questa trilogia che conterrà - già possiamo anticiparlo - una cover di Franco Battiato. Ne parliamo con Mariateresa Regazzoni: voce, tastiera, synths e piano. Completano il quartetto: Mario Moleri alle chitarre; Alessandro Dentico al basso; Pier Mecca alla batteria, percussioni, cori e loops.
www.jestrai.com

 

arrowDomenica 16 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Sleeping Tree
Dopo l'esordio "Leaves and Roots" (12rec.net 2008) e dopo l'ep "Stories" (Autoprod. 2011), "Painless" è il nuovo disco solista di Giulio Frausin, già bassista nei Mellow Mood. Il suo percorso personale è nelle grazie della poetica acustica, diversamente quindi dalla festosa attitudine reggae della band principale, ma per sua particolarità nelle sfumature della voce si notano chiaroscuri reggae, raggamuffin che aumentano la bellezza e l'intimità delle canzoni. Un disco prezioso con una cover di "Nowhere" di Elliot Smith che sentiamo giusta tra queste ballate, quasi fosse approvata dallo spirito del grande cantautore americano scomparso troppo presto. "Painless" è uscito per La Tempesta International.

h16.00 Intervista a G-Fast
Gianluca Fasteni, semplificato G-Fast, suonava con una chitarra a tre corde e così aveva provato a sperimentare nuove strade esordendo come G-Fast con "Dancing with the freaks". Adesso è tornato alle sei corde con il proseguo "Go o M.A.R.S." e dentro ci trovate, la sua meravigliosa voce blues che guida canzoni di una profondità e una disperazione commoventi. Storie di viaggi interiori che alle stroncature della vita scelgono di sorridere, ma anche di piangere per conservare in una scatolina preziosa le proprie lacrime per ricordarsi del sentire, provare ed emozionarsi. Il disco è uscito per La Fabbrica.

h16.30 Intervista a Yumma Re
"Sing Sing" è il secondo album di Yumma Re, passati dal trip hop degli esordi (Eden - Monochrome Rec. 2008) alla new wave in un coledoscopio di immagini crude ma chiare e dissacranti. Racconti di vita vissuta da chi si guarda attorno e s'incupisce e si strazia. Luigi Nobile è il cantante del gruppo e dona un'impronta forte alle canzone per la sua voce molto rock Americana. Le influenza confermano i suoi picchi emotivi più significativi, come ad esempio "Sing Sing ballad" ricorda i Rem. E altre canzoni rimandano a Leonard Cohen e Lou Reed e tanti amati dal gruppo costituito da Luigi e i suoi fratelli Umberto e Francesco. Mario Buoninfante e Berniero Bardascino completano il quintetto. Il disco nuovo è co-prodotto da Monochrome e Tipping The Velvet.

 

arrowDomenica 2 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai La Metralli
Il sestesto dei La Metralli, vincitori del prestigioso Premio Tenco 2012 con "Piovevo", tornano con il secondo album includendo anche la su citata canzone. Il disco nuovo "Qualche grammo di gravità", segue il debutto "Del mondo che vi lascio" del 2011. La grazia musicale nella composizione, nell'amore per la tanghitudine conducono a un verso poetico che si fa sempre più alto e confidenziale, in onore della musica d'autore, dei ragazzi che girano attorno al pensiero dolce ed edificante di donarsi alla canzone completamente e con due o tre certezze in più in tasca sulla propria bravura. Ci racconta del disco la cantante Meike Clarelli.

h16.00 Intervista agli Hobocombo
"Moondog Mask" è il titolo del secondo disco degli Hobocombo. Il trio formato da Andrea Belfi, Francesca Baccolini e Rocco Marchi. Moondog è stato fonte di ispirazione per la nascita e crescita di questo gruppo che è arrivato alla seconda prova, mettendo dentro alle tracce e alle canzoni sempre più parti delle proprie identità musicali. Il risultato è un disco ricco di paesaggi e odori inebrianti e sofisticati, tra l'Africa, i Carabi e la bolognina (quartiere di Bologna) in una giungla equilibrata di suoni piacevoli. Grazie alla neonata etichetta Linèria (www.lineria.it ) da qualche giorno è uscita la versione vinile del cd degli Hobocombo, uscito ufficialmente i primi di novembre per Trovarobato Parade/ Tannen Records. Ci racconta del disco Rocco Marchi.

h16.30 Intervista agli Yokoano
Daniele Marceca, chitarrista e soprattutto cantante strepitoso degli Yokoano per tecnica ed estensione, ci racconta del secondo album del trio, intitolato "Ventre" come la prima canzone scritta e composta per questo album. Un disco che segue l'esordio avvenuto nel 2010 con Yokoance (Canapa Dischi) e che prende spunto dalle emozioni frenetiche e impulsive passionali e schizofreniche della vita. La musica qui viene espressa in senso concreto e veloce, senza pause inutili, portando un'attenzione all'ascolto senza possibilità di annoiarsi. Completano il trio Zak al basso e voce e Dario alla batteria, glockenspiel e voce.

 

arrowDomenica 19 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Montauk
I Montauk sono quattro musicisti di Bologna che nel giro di un anno si sono guadagnati la stima di Paolo Messere che ha pubblicato il loro esordio omonimo. Un disco, in effetti, interessante che trasuda influenze connaturate provenienti da Fugazi e Massimo Volume. Fin dal primo ascolto riescono a rimanere nell'aria creando sostanza e con idee luminose. Ne parliamo con Paolo Masiero, il chitarrista. Completano il quartetto: Pietro Marras alla batteria, Alessandro Micci al basso e Vincenzo Gramegna alla voce.

h16.00 Intervista a Corde Oblique
"Per le strade ripetute" è il quinto album di Riccardo Prencipe aka Corde Oblique, uscito per The Stones Of Naples Records. Un disco che profuma di riscoperta, di tradizione e di luoghi antichi evocando atmosfere desertiche e ariose. Il chitarrista e compositore si affida a voci femminili incantevoli e cullanti, melodiche ed evanescenti, per cantare le sue composizione e si rintraccia il sentiero del violino, delle chitarre acustiche, del violoncello. Voci e melodie ben guidate al accarezzate da una presa forte e sicura, per arrivare al risultato di un disco stupefacente e intenso.

h16.30 Intervista a Fabrizio Tavernelli
Fabrizio Tavernelli ci racconta il suo secondo album solista "Volare Basso" uscito per Lo Scafandro, sua stessa etichetta e crowdfunding. Cantante, musicista, dj, produttore e scrittore. Sono tante le qualità di questo grande curioso, che abbiamo adorato per gli Afa e il Duozero, ma non dimentichiamo anche gli En Manque D'Autre, i Groove safari e i Babel. Una vita nella musica che sarà difficile sintetizzare in una sola intervista. Il disco nuovo poi, che seguiva l'esordio "Oggetti del desiderio" uscito nel 2011, ci è piaciuto moltissimo, dalle ballate rabbiose come "Giocattoli rotti" al respiro dance che sta per eplodere di "Giorni da splendere", fino alla poetica "Lo scafista dell'animo" o alla divertente "Alla musica" in chiave pop in cut-up.

 

arrowDomenica 12 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Carlone/Li Calzi/Righeira
"Italiani" è il progetto che hanno condiviso Gian Luigi Carlone (voce, flauto, sax soprano e fischio), Giorgio Li Calzi (tromba, vocoder, elettronica e arrangiamenti) e Johnson Righeira (voce e theremin) per reinterpretare, tredici canzoni che fanno parte della storia della musica. Dentro c'è Toto Cutugno, Battisti, Ciampi, Tenco, De Andrè, Dario Fo, Enzo Del Re, ma soprattutto c'è il tocco delle visioni di questi tre artisti che si sono approcciati alle tredici canzoni con rispetto per gli autori originali e grande senso del gusto attraversato con gli strumenti dell'elettronica, del jazz e delle voci. Ne parliamo con Johnson Righeira.

h16.00 Intervista a Madaus
Aurora Pacchi, voce del quartetto di Volterra in provincia di Pisa, ci racconta di questo ben riuscito esordio "La Macchina Del Tempo". Un disco che profuma di buono. Storie malinconiche che racchiudono una forza emotiva ricca di sfumature e colori. La voce di Aurora è protagonista colta e virtuosa. Antonella Gualandi al piano erge nuovi stimoli poetici con le sue melodie, David Dainelli al basso, intensifica le sfumature tristi dandogli profondità, e Marzio Del Testa alla batteria, dirige le spirito del momento tenendo il tempo su dinamiche rock pop d'autore.

h16.30 Intervista a Rigotto
Dopo "Corpi Celesti" e "Uomo Bianco" con "Tabù", Paolo Rigotto arriva al suo terzo album sulla lunga distanza. Un disco pregno di atmosfere musicali diverse per il cantante e polistrumentista torinese, che stupiscono canzone dopo canzone, in una chiave più rock rispetto al passato, rimanendo su una linea direttiva divertente e leggera che nasconde grandi delusioni amorose in via di cancellazione, di espiazione. La musica ancora una volta è l'antidoto giusto per rimettersi in gioco.

 

arrowDomenica 5 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli EUA
EUA suona bene, se vi stavate chiedendo il significato di questo nome. EUA è un gruppo di Parma, ormai consolidato, tanto da presentare il loro secondo album: "Tanto valeva venir come bruti". Attilio Poletti autore dei testi e delle musiche, racconta del disco che condivide con altri cinque compagni di viaggio. Sfumature gucciniane molto pronunciate entrano, com'era successo per il precedente disco, in tre canzoni: "Fuori dal tempo", "Nina" e "Stella d'inverno dell'ovest". Ballate sentimentali dove il cantante e chitarrista mostra le sue doti di crooner sia vocalmente che liricamente. Il disco in generale che si apre con "Capolinea" ha la spensieratezza musicale tanto cara al gruppo in una visione quasi innocente della vita e delle sue cose.

h16.00 Intervista agli Edith A.U.F.N.
Edith Aveva Un Fondo Nichilista esordiscono per Seahorse Recording alla fine del 2013. Kraut rock, psichedelia e una voce, appartenente al buon Matteo Dossena, che ricorda le fate come quella di Amerigo Verardi. Un gruppo intenso, profondo e schietto allo stesso tempo, con una visione antica e romantica della canzone, maturata negli anni in modo spontaneo e naturale nelle loro corde. Il risultato è una solida commistione tra approccio tradizionale e arrangiamenti moderni. Ne parliamo con Enrico Legnini, il chitarrista. Completano la band: Ivano Legnini al basso e contrabbasso elettrico; Graziano Zuccarino alla batteria e Ivana Bevilacqua al flauto traverso, xilofono e nocette. Matteo oltre a cantare suona anche la chitarre.

h16.30 Intervista ai Rubbish Factory
"The Sun" è lo splendido esordio del duo di stanza a Roma, Rubbish Factory, appena uscito per Modern Life. Gabriele Di Pofi, voce e chitarra, e Marco Pellegrino, voce e batteria. Si erano conosciuti all'interno di una cover band dei Radiohead, ma una volta trovata la strada hanno iniziato un proprio percorso e sono nati i Rubbish Factory. Due voci che si intrecciano ed evocano riminiscenze pop, viaggiando assieme a tappeti sonori di hardcore e stoner, ma in un solido equilibrio che non destruttura il disco ma al contrario questo, risulta potente, piacevole e ascoltabile all'infinito. In una parola: esaltante.

 

arrowDomenica 8 dicembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Disorchestra
Il trio Disorchestra occhieggia a diversi generi tra crossover, ballate macedoni, post rock e noise; contando sulla caratteristica voce graffiante e ombrosa di Giulio. L'approccio ai testi si avvicina al cantautorato e svincola subito dopo sulle atmosfere scure e tese che vogliono raccontare il lato buio della vicenda vita, quello nascosto che spesso è il più interessante. Un' anima a nudo. Parafrasandoli ' il male che conquista le abitudini...' quasi come uno sposo che si fa prendere dal panico e scappa ma poi torna, o un padre che trova il suo ragazzo uguale a lui dopo averlo considerato un ostacolo ai suoi sogni per anni. Viene voglia di approfondire.

h16.00 Intervista ai Twomonkeys
"Psychobabe" è il primo album prodotto ufficialmente per i fratelli Bornati aka Twomonkeys e in particolare da Kandinsky Rec. Michele e Simone hanno iniziano questa nuova storia nel 2010 con uno spirito aperto e curioso e una preparazione classica che li porta ad una consapevolezza nell'espressività compositiva disarmate. Battiti efficaci e quasi maniacali strumenti a fiato e chitarre in una spensierata cavalcata Talkinezziana. Asso Stefana ha registrato e prodotto artisticamente il disco, collaborando a molte tracce e portando dentro le canzoni gli strumentisti per perfezionare e far luccicare le canzoni. Questo disco non poteva che funzionare.

h16.30 Intervista ai Threelakes and the Flatland Eagles
Luca Righi aka Threelakes ci racconta in chiave acustica, anche se da poco arzigogolata e ricamata con l'incontro della Flatland Eagles, considerazioni e vicissitudini attorno alla guerra, spesso traendo spunto dai ricordi dei nonni. Un disco dal respiro americano e intriso di sentimenti buoni senza strumentalizzazioni con un chiaro senso della melodia le cui redini dirette da Luca Righi arrivano a sviluppare linee di condivisione della speranza che i grandi errori della società non si ripetano e di petto le musiche vanno a braccetto con la bellezza.

 

arrowDomenica 24 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Julie's Haircut
"Ashram Equinox" è il sesto album per il gruppo di Sassuolo che quest'anno festeggia i venti anni di esistenza. Un percorso, il loro, che li ha portati a soddisfare molte curiosità e sperimentazioni compositive. Rimanendo nell'ordine degli album sulla lunga distanza, senza quindi considerare i vari ep, reintepretzioni e collaborazioni, per questo ultimo album si può parlare di psichedelia e avanguardia, quindi seguono il percorso iniziato con "After Dark My Sweet" mettendo da parte il pop. Il disco è uscito per Santeria e Woodworm e ci conferma la vitalità di questo gruppo ormai tra gli zoccoli duri della musica viva in Italia. Ne parliamo con Nicola Caleffi.

h16.00 Intervista e live con REV REV REV
Dopo un primo ep "Hypnagogic" uscito nel 2012 autoprodotto, arriva il debutto ufficiale per i Rev Rev Rev da Modena. Un disco che riprende pienamente i loro chiari/ scuri in un contesto fresco e spontaneo quanto dark noise. Un po' Breeders e un po' My Bloody Valentine, rappresentano le angosce e i timori di un magnifico e profumatissimo fiore che si trova in trappola. Per la loro prima uscita hanno messo su un'etichetta la Flower Records che potrebbe in futuro di accogliere altri gruppi. Ci presentano alcune tracce live alla radio dopo la chiacchierata con la Laura Iacuzio (basso e voce) e assieme al chitarrista Sebastian Lugli, autore delle canzoni.

 

arrowDomenica 10 novembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista ad Andrea De Luca
Andrea De Luca di Bologna, dopo l'importante esperienza negli anni 80 con Radiocity, esordisce con il suo progetto solista "Via Direttissima 2 e 1/3". Un disco intimo e delicato che racconta piccole grandi storie di sentimenti in una approccio che in modo naturale conquista la condivisione di visioni e intenti affettivi di chi lo ascolta. Canzoni quindi che raccontano storie preziose che appartengono alla vita, al quotidiano. La chiave è raccontarle e cantarle in modo sincero e Andrea riesce lucido e diretto, scoprendosi sincero. Il disco è uscito per la neonata Liquido Records.

h16.00 Intervista a Il Mariscalco Maldestro
"...Solo opere di bene" è il quarto album del gruppo di Grosseto. Dopo "Ogni cosa al suo posto" uscito l'anno scorso e in cui aggiungevano grandi percentuali di elettronica nel suono, con il disco nuovo continuano con varie contaminazioni, ma mettono da parte campionamenti e loop, tornando principalmente alle chitarre, bassi, batterie, tastiere e voci. Un disco rock che sorprende una traccia dopo l'altra per le buone idee che susseguono divertenti senza dimenticare di inglobare una buona struttura compositiva. Ne parliamo con Antonio Bartalozzi, voce principale del gruppo, autore delle canzoni e chitarrista. Il disco è uscito per Maninalto! e per l'etichetta cooperativa di cui fa parte anche il gruppo: La fattoria Maldestra.

 

arrowDomenica 3 novembre a Snatura Rock

h16.00 Intervista ai Joycut
Dopo il disco di due anni fa, "Ghost Trees Where Left On The Ground", e il festival eco-sostenibile, Nu Clear che hanno organizzato a Bologna l'anno scorso, tornano i Joycut con un disco nuovo, "Pieces of us where left on the ground" appena uscito per Irma records. Un disco di elettronica, dove l'industrial, la musica tribale e i suoni acustici fanno da indice all'eclettismo compositivo di questi ragazzi che passano dalla melodiosità alla spigolosità e all'elettro dance. Un disco da sfogliare in ogni sua pagina/brano. Li abbiamo intervistati per avere il racconto del loro disco e siamo rimasti estremamente soddisfati per il loro saper essere buoni musicisti e buoni uomini, per il loro impegno quotidiano per la salvaguardia dell'ambiente.

 

arrowDomenica 27 ottobre a Snatura Rock

h.15.15 Intervista a Emanuele Belloni
Bisogna vestirsi di petali di rose e farsi solleticare dal vento per immergersi nell'atmosfera di Emanuele Belloni e apprezzare nel modo migliore la sua arte musicale e la profondità del suo sentire che dosa amabilmente in "E sei arrivata tu". Il suo utilizzo della voce come strumento, fa immaginare nuove prospettive della melodia e si insinua senza remore ma leggiadro, raccontando la poetica da cantante ispirato. Di contorno e nel fulcro cromosomico del disco una passione per la musica brasiliana. Il disco è uscito per Odd Times Records.

h16.00 Intervista a Rigolò
Andrea Carella, finita l'esperienza con Comaneci, ha dato vita a Rigolò nel 2010 per avere un'esperienza solista ma l'individualità è durata poco, perché Andrea necessita del conforto della condivisione e così arrivato al terzo lavoro di Rigolò "Slamgenmensch" (Contorsionista), il progetto è diventato un gruppo consolidato con Jenny Burnazzi (ex Comaneci) al violoncello, Massimiliano Rassu al basso e Andrea Napolitano alla batteria. La musica dei Rigolò alterna rock al folk in una chiave schizofrenica pur rimanendo perfettamente armonici.

 

arrowDomenica 20 ottobre a Snatura Rock

h.15.15 Intervista Little Creatures
Duo dal Lago Maggiore formato da Natalie dei Tin Toys al canto e all'ukulele e la neofita al mondo della musica Marta, che suona la tastiera in maniera speciale. Le loro suggestioni sonore procurano all'ascoltatore uno stato di benessere. Raccontano con leggiadria e meticolosa cura nell'ordine delle emozioni stesse, le loro paure, il loro viaggio nel mondo e dai lori occhi ci fanno vedere un parte colorata e sognante dell'essere al mondo. L'ep contiene cinque canzoni buone ed è uscito per la Fridge Musica. Ne parliamo con Nat.

h16.00 Intervista a Neil
Finita l'esperienza con Hope Leaves, Neil Lucchetta, semplificando in solo Neil, ci porta su un vassoio ben saldo le sue esplorazioni nella canzone rock d'autore richiamando nella scrittura e per sfumature a voci simili (Mark Eitzel, Eddy Vedder e Simone Lenzi). Canzoni che rispecchiano un momento disperato della vita che Neil racchiude dentro questa prima pagina di canzoni solo sue. Portando adesso con sé quel "bello" che è riuscito a ricavare dalla sofferenza. Beati i cantautori che si sfogano nelle canzoni. Il disco intitolato "Apart" è uscito per la Garage Rec.

h16.30 Intervista a Squarcicatrici
"Zen Crust" è il terzo disco sulla lunga distanza per Squarcicatrici, creatura di Jacopo Andreini e progetto che il polistrumentista condivide con diversi musicisti. Un disco composto come un oggetto prezioso, perché pregno di tante mani musicalmente sapienti, tante orecchie e tanti battiti che si sono scambiati le sensazioni e passo dopo passo hanno costruito in un anno una storia musicale intrecciando passione, melodia e virtuosismi. Il disco uscirà a gennaio solo in vinile, almeno per ora.

 

arrowDomenica 13 ottobre a Snatura Rock

h.15.15 Intervista a Gigi degli Eterea Post Bong Band
Gli Eterea Post Bong Band hanno appena pubblicato "Bios" tramite l'etichetta bolognese Trovarobato. Un disco che sprona ad un immaginario sempre in movimento sulle melodie, i beat, danze matematiche e sampler, in un'amalgama vivace e divertente che gestiscono con la loro creatività elevandosi nell'elettronica e nel post rock pestato ma anche calcolato.

h16.00 Intervista a Monsieur Voltaire
Monsier Voltaire è Marcello Rossi: un musicista metal noise che si è donato alle carezze acustiche e alle visioni psichedeliche, raccontandoci attraverso la sua musica i suoi ispiratori, ovvero Nick Drake e Syd Barrett in primis, dal suo sentimento di estimatore che suona e professa il suo essere musicista con una nuova veste che gli dona molto. Il suo primo album s'intitola "33".

h16.30 Intervista a Losburla
Da qualche anno, Roberto Sburlati aka Losburla, ha lavorato nella musica collaborando a dischi di altri o come responsabile booking per i dischi di Libellula Music. Adesso è arrivato per lui un ruolo musicale da protagonista con il suo primo album "I Masochisti", dove rincarna un provocatore con canzoni spesso libere da ritornello di un narrastorie che segue l'approccio e con qualche sfumatura nella voce del grande Fabrizio De Andrè.

 

arrowDomenica 6 ottobre a Snatura Rock

h.15.15 Intervista a Cortex
Enrico Cortellino ci racconta come è diventato Cortex, alla luce dell'uscita del suo secondo album 'Cinico Romantico'. Un disco che si sviluppa su tematiche umorali dell'autore che in un'altalena di chiaro e scusi, si racconta e condivide le sue emozioni cantandole in italiano, non dimenticando la scuola dei primi cantautori amati (Battisti, Ivan Graziani, Fabrizio De Andrè) ma allo stesso tempo cercando una sua strada personale. L'intimo ratio della sofferenza amorosa è la sua forza.

h16.00 Intervista ad Ance & I Fatti Quotidiani
Dopo "Lavoretto a catena" uscito nel 2008 per Snowdonia, "Professionisti nel campo" uscito nel 2011, chiude la trilogia delle professioni un EP appena uscito grazie al crowdfounding e intitolato "Tradizione commerciale". Ance è dotato di uno spirito musicale molto espressivo e con naturalezza realizza le sue canzoni pop raccontando in forma giocosa i problemi dello stare in Italia argomentando il tema del lavoro.

 

arrowDomenica 29 settembre a Snatura Rock

h.15.15 Intervista a Nick Rivera
Michele Sarti ci racconta il suo essere Nick Rivera: musicista e cantante arrivato con "Zamalek" alla sua seconda prova. Nick Rivera aveva esordito con "Happy song is a happy song" due anni fa e ci aveva conquistati con la sua veste psichedelica e dilatata confinante tra il folk e l'alt rock. Oggi col disco nuovo la psichedelia l'ha messa un po' da parte e ha oltrepassato quei confini, transitando nel rock e nell'arte del passaggio repentino tra il movimento temperato e quello velocizzato, riuscendo a rimanere piacevole all'ascolto per tutto il disco.

h16.00 Intervista e live alla radio con Federico Cimini
Federico Cimini è appena uscito per MK Records con il suo album d'esordio "L'importanza di chiamarsi Michele?". Un disco di musica leggera che ha il pregio di essere fruibile, semplice, canticchiabile, raccontando il mal di vivere in Italia e intersecando il percorso di un ragazzo Michele che nello schema di un concept album viene raccontato dalla graffiante e intensa voce di Federico. In acustico e con tutta la sua simpatia, modestia e creatività è venuto a trovarci negli studi di Vicolo Pontecorvo per presentarci, assieme al musicista e amico fidato Giorgio Minervino al mandolino, alcune canzoni del disco.

 

arrowDomenica 15 settembre a Snatura Rock

h.15.15 Intervista a A Copy For Collapse
Daniele Raguso, aka A Copy For Collapse, ci racconta il suo disco debutto sulla lunga distanza: "The last dreams on earth". Siamo sulle corde dell'ambient, chill out in chiave pop dance e l'encomiabile Paolo Messere non si è fatto sfuggire, neanche questa volta una buona prova prima, producendo il disco tramite la sua Seahorse Recording. In effetti il disco ha delle buone idee di elettronica. Tracce ispirate da paesaggi freddi e complessi delle sfaccettature che abbracciano comunque un senso appena percettibile del dream pop.

h16.00 Intervista a Zibba e Almalibre
Zibba è un ragazzo simpatico e socievole. C'è apertura in lui nei confronti degli altri e questo pregio lo ha portato inevitabilmente a farsi attraversare da altri autori e uno in particolare: Giorgio Calabrase. "E Sottolineo Se" è un omaggio all'autore genovese che con la sua impronta umana e artistica ha segnato un solco nella musica romantica d'autore. Zibba dopo "Come il suono dei passi sulla neve" uscito nel 2012, con questo disco ha voluto farci conoscere la parte di sé, interprete di canzoni di un altro autore, portandole nella sua linea creativa e dando ai brani una nuova veste moderna.

 

arrowDomenica 8 settembre a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Family Portrait
Da Macerata una band destinata a grandi cose. Il loro album d'esordio "Lontano" ha principi compositivi che racchiudono sia della musica degli anni 60 che dell'elettronica moderna. Il loro gusto melodico è ineccepibile e la cantante Emma ha tutti i crismi per emozionare la sua platea. Bjork è nelle corde della giovane Emma e insieme al fratello Tommaso Lambertucci al pianoforte e ai sinth, danno forma alla base ritmica e le sfumature acustiche e da effettistica. Completa il trio Riccardo Minnucci che con le chitarre classiche ed elettriche crea la melodia combaciando perfettamente con il cammino ricco e frastagliato dei fratelli e così il loro trio diventa un'unica anima. Incantevoli.
info.familyportrait@gmail.com

h16.30 Intervista a The Child of A Creek
"The Earth Cries Blood" è il sesto album per Lorenzo aka The Child of A Creek. Da quando la voce è diventata sempre più presente nelle musiche di Lorenzo, le parole sono specchio della sua anima almeno quanto la musica nella storia nuova di questo grande musicista e sempre di più cantante. Lorenzo disegna una striscia dai colori tenui con le melodie della chitarra creando atmosfere fiabesche per raccontare le sue storie personali e intime per essere sinceri e profondi. Ospite d'eccezione nel disco la dolce Pantaleimon dei Current 93 che incanta con la sua voce in "Don't cry to the moon". Un disco ispirato e adatto a chi ha la sensibilità di scoprire la poesia degli uccellini sulla via di casa ("Birds on the way home").

 

arrowDomenica 1 settembre a Snatura Rock

h.15.15 Intervista ai Campetty
La Orso Polare Dischi, neonata etichetta di Brescia, esordisce con un disco di un gruppo che non è di primo pelo anche se il nome è cambiato. L'ultima volta li avevamo lasciati come Intercity e ancora prima li avevamo conosciuti e seguiti per tre dischi a nome Edwood. Dopo formazioni cambiate e il passaggio dall'inglese all'italiano avvenuto con gli Intercity, riecco i fratelli Campetti, Fabio (voce e chitarre) e Michele (elettronica), che tornano modificando solo la i in y nel loro cognome. In effetti sono loro due la parte compositiva del gruppo e ci portano con questo "La raccolta dei singoli" il loro pop blu dove il colore del cielo rappresenta la freschezza e l'apertura a trame nuove e mai banali che slittano e attraversano la forma canzone, giocando col sesso e con la poeticità di un momento raccontato nella melodia. Piacevolissimi ancora una volta.
orsopolaredischi@libero.it

h16.00 Intervista agli El Santo
Daniele Mantegazza ci racconta degli El Santo, trio di cui è chitarrista, nato dalle ceneri di La Stasi. Completano infatti il gruppo Lorenzo Borroni alla batteria e Giorgio Scorza alla voce, anch'essi ex componenti. Nel giro di due anni si sono riorganizzati mettendo insieme i pezzi di "Il topo che stava nel mio muro" appena uscito per A Buzz Supreme e sono tornati con entusiasmi rinnovati e un rock ricco di sfumature e di movimenti sghembi costruiti ad hoc perché sono musicisti consapevoli e quindi si sente la padronanza dello strumento a cui non negano comunque la leggerezza. Il cantante ha tutta la tavolozza dei colori nelle sfumature della sua voce e si diverte ad usarla fino a sembrare in alcuni momenti come 'Dean' o 'Ossessiva quasi teatrale'.

 

arrowDomenica 30 giugno a Snatura Rock

h.15.15 Intervista a Il Fratello
Andrea Romano è Il Fratello: progetto dalla corde sensibili nato da incontri felici. L'impronta di Andrea è ben visibile e sicura e racconta il mal d'amore e la gioia del contrario e con spirito poetico ci canta cosa hanno visto i suoi occhi. Un disco d'esordio ma già vissuto con canzoni condivise. I Dischi del Minollo records ha reso ufficiale questa meravigliosa uscita.

h16.00 Intervista ai Droning Maud
"Oursecretcode", appena uscito per Seahorse Records, arriva dopo un primo EP "The world of make believe" con cui i ragazzi avevano esordito. Il disco ha delle movenze espressive che indicano, attraverso la musica, la quiete come fonte indiscussa di bellezza. Prodotti artisticamente da Amaury Cambuzat che si è invaghito soprattutto della loro parte più noise, i Droning Maud segnano un punto importante per la loro vita musicale che si viene ad affacciare.

h16.30 Intervista ai Tougsbozuka
Il trio dei Taugsbozuka di Massafra (Ta) che compta due bassi e una batteria, sembra un gruppo indeciso, inespresso, con la testa fra le nuvole, ma poi a stretto giro, dopo solo due anni dalla decisione di cominciare a suonare assieme si ritrovano con un ottimo album d'esordio uscito per l'etichetta di tutto rispetto Musica per Organi caldi. Noise, post rock spontaneo.

 

arrowDomenica 23 giugno a Snatura Rock

h.15.15 Intervista ai Fusch
I Fusch si sono fatti conoscere con "Corinto" un anno fa, quando il gruppo era ancora in via di definizione perché tutto inaspettato e bello, spontaneo e naturale. Ci piace l'atmosfera che si respira ascoltandoli perché si percepisce l'ampiezza d'idee, gli innumerevoli ascolti musicali di qualità dei vari membri che vanno dai dream pop al rock mutante al folk psichedelico e un'innata freschezza. Il progetto che aprono oggi con il primo atto dei tre totali, s'intitola "Mont cc 9.0 first act" ed è uscito per Jestrai records. Ne parliamo con Mari.

h16.00 Intervista a Berserk!
Io amo i musicisti. Sono in grado di creare d'improvviso un combo di idee condivise. Uniscono le eccellenze in questo caso certo, ma il loro lavoro è grande perché dal loro incontro nasce una concreta materializzazione di un linguaggio bellissimo che è la musica. Lorenzo Esposito Fornasari (voce, elettronica, organo e chitarre) ha incontrato Lorenzo Feliciati (basso elettrico e contrabbasso) e da lì iniziato tutto contornato, impreziosito, asciugato, ricamato da Gianluca Petrella, Fabrizio Puglisi, Jamie Saft, Eivind Aaerset, Sandro Satta, Cristiano Calcagnile, Pat Mastellotto e Simone Cavina. Tutto questo sono i Berserk! e il disco è uscito per Rare Noise Recording. Ne parliamo con Lorenzo Esposito Fornasari.

h16.30 Intervista agli Obagevi
I giovani Obagevi affrontano la loro prima prova ufficiale che intitolano "Nel momento in cui parlo del fuoco" appena uscita per Front of House Records. Un disco che prevede il respiro della musica e cerca la poesia e la sofferenza dell'animo. Avrebbero bisogno di linfa vitale e hanno un bell'involucro per contenerne tanta. Sognano di suonare all'Estragon di Bologna, la loro città e di esprimere le proprie emozioni al mondo. Ne parliamo con il cantante Vittorio.

 

arrowDomenica 16 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Doormen
Dopo l'esordio omonimo del 2011, tornano i Doormen con "Black Clouds" e nell'aria profumo di new wave inglese rimbomba nelle orecchie. Come si professa l'arte del rientro di emozioni musicali dal passato? Ci provano e ci riescono i Doormen di Ravenna. Musicisti che suonano consapevoli e con la giusta spinta per non sembrare oziosi. Uno di quei gruppi che troviamo classici nella forma e nella scrittura e per questo pronti a non essere meteore.

h16.00 Intervista ai Suez
"Illusion of Growth" appena uscito per Seahorse Records è il secondo album per i Suez di Cesena per il quale abbiamo percepito amore e ascolto nei confronti di Violent Femme, Arab Strap e Leonard Cohen. Un disco che segue l'esordio punk wave "Many people don't realise" uscito per Nagual Records che ce li presentava più divertenti ma ugualmente emotivamente e musicalmente straripanti. Un disco nuovo con diverse facce e colori che denotano una grande capacità compositiva musicale e lirica. Libertà, sogni e ragazzi che devono piangere, ogni tanto.

16.30 Intervista ai Radioalice
Esce per Lo Scalafandro di Fabrizio Taver Tavernelli "Outlet" dei Radioalice di Reggio Emilia. Un gruppo di amici che attraverso la musica sfidano il potere, il commercio, l'ipocrisia del dare per avere. Sanno non essere banali e soprattutto come distinguersi perché non è semplice mandare avanti le traccie quando si ascoltano nel lettere, questo la dice lunga sul loro appeal.

 

arrowDomenica 9 giugno a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Une Passante
Giulia Sarno ha arricchito ancora il suo progetto solista diventato duo, portandolo oggi a gruppo. Le canzoni di Giulia trovano una forma creativa che suona fresca e nuova. Molti ospiti con fiati, ukulele e violini hanno dato nuovi colori alla musiche e al canto, ma la base nuda delle tracce pulsa vivace e seduce anche senza orpelli. Chitarre, basso, elettronica, batteria in una fantasia pop impreziosita dalla bellezza della voce di Giulia. Il disco è uscito per AnnaTheGranny Records e s'intitola "No Drama".

h 16.00 Intervista a Andrea Carboni
Dopo "La Terapia dei Sogni" e l'EP Sassi dell'anno scorso, ecco Andrea Carboni con "Due" suo secondo album ufficiale, sintetizzando la sua vita musicale. Il disco nuovo ci fa ritrovare i Sigur Ros e Jeff Bukley tra le note, come nei lavori precedenti, ma soprattutto ci emoziona per un Andrea cresciuto e sempre più presente nel suo ruolo di musicista compositore, alla ricerca di sé stesso uomo che alla musica sa chiedere la giusta voce. Tra gli ospiti Enrico Gabrielli e Rodrigo D'Erasmo per aggiungere bellezza ulteriore nel pentagramma.

 

arrowDomenica 2 giugno a Snatura Rock

h.15.15 Intervista ai Granprogetto
Dopo i dignitosi trascorsi con "La Camera Migliore", arrivano i Granprogetto che con "La Cena del bestione" iniziano un nuovo progetto. Canzoni dai colori tenui che imbastiscono dinamiche acustiche e piene di delicatezza. "Un esperimento" che rappresenta l'eccezione che conferma la regola mostra il loro estro creativo. Il disco e il gruppo fanno nascere anche una piccola realtà indipendente denominata Millesei Dischi, produttori per loro stessi ma presto per altri. Ne parliamo con il cantante.

h16.00 Intervista a Manuel Volpe
Il polistrumentista Manuel Volpe, già bassista dei Bhava, fa venire fuori attraverso questo disco solista, a tutto tondo il suo talento di musicista, di compositore e di cantante. La voce profonda e compatta dalla personalità monotono si spinge oltre, verso morbidezze dense e consistenti al tatto. Un complesso intreccio di emozioni che come bollicine agli occhi di bimbo procurano quella gioia spontanea. Nick Cave, Bob Dylan e Tom Waits che si prendono per mano.

h16.30 Intervista ai M'ors
Marco Orsini aka M'ors è il cantante e compositore del progetto che è diventato nel giro di poco gruppo. L'atmosfera che si respira è sicuramente solare e piacevole e in alcuni momenti l'approccio diventa reggae. I testi raccontano il quotidiano di ragazzi che trovano ancora motivazioni convincenti per comporre musica felice, con un ottica non arrendevole e rassegnata. Il disco omonimo è uscito per Calacas records.

 

arrowDomenica 26 maggio a Snatura Rock

h.15.15 Intervista ai Divanofobia
Il cantante e bassista Andrea Lorenzoni ci racconta il suo viaggio musicale con alle spalle basi solide e che condivide con i chitarristi Marco Senin e Marco Donelli che sanno esserci e con il batterista Paolo D’Alonzo in piena forma. Le suggestioni provocate da questo esordio "I fantasmi baciali" prodotto da A buzz supreme, scombussola gli schemi predefiniti della forma canzoni e ci conquista con la freschezze ed essenzialità della struttura compositiva che "educa" su linee guida spinte da insofferenza nei confronti della vita.

h.16.00 Intervista ai Loveless Whizzkid
I tre catanesi Loveless Whizzkid decisamente rock noise grazie a Seahorse Recordings esordiscono ufficialmente e “We were only trying to sleep” è il loro LA. Il grande Sacha Tilotta ha registrato il disco in cinque giorni intensi e pieni di passione e amore per la musica che i ragazzi mostrano dalle note di queste nove tracce grondanti storie di delusioni dai cui si sopravvive attraverso i sogni. Con commozione ci raccontano di uno scambio di mail con Bob Weston (bassista degli Shellac)che si è occupato del mastering. Ci piacciono anche per questo, ma il disco spacca. Ne abbiamo parlato con Davide Iannitti (chitarra e voce). Completano il trio Enrico Valenti alla batteria e Gabriele Timparano al basso.

h16.30 Intervista a SUZ
"One is a crowd" è il secondo album di Suz, aka Susanna La Polla, che torna dopo l'esordio di tre anni fa “Shape of Fear and Bravery”. Ascoltando le differenze tra i due dischi - l'uno più sognante e dilatato sul versante del dub, l'altro più trascinante e ipnotico più vicino al trip hop - ci immaginiamo Suz come un albero che trasforma i suoi colori a seconda dei fiori/amici musicisti di cui si circonda. Il disco nuovo esce per Ezra e la sua NoMad record com'era successo per l'esordio: una conferma al talento di questa brava cantante e compositrice elettronica.

 

arrowDomenica 19 maggio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Blue Purple Bees
Amanti delle chitarre vintage sixteen, i siciliani Blue Purple Bees ci raccontano il loro esordio "Daily home reflections" che esce per la piccola realtà indipendente Oblique Field rec. di cui fa parte anche il chitarrista. Un disco che raccoglie emozioni pop dalle melodie e dalla tradizione beatlelsiana e younghiana. Geometrie di colori nostalgici ma che non disdegnano di farsi attraversare anche dai suoni graffianti dei Nirvana (dei tempi di mezzo) e dalle sperimentazioni pop degli Eels dei tempi attuali. Ne parliamo con Corrado.

h16.00 Intervista agli Ofelia Dorme
Secondo album sulla lunga distanza per gli Ofelia Dorme (di stanza a Bologna) appena uscito per The Prisoner Records. Un disco che intitolano "Bloodroot" come un fiore. Francesca, la cantante, ci racconterà delle canzoni che spingono il gruppo al livello superiore e così si allontana per loro il desiderio di essere musicista perché diventa un fatto, non più un sogno. Ci si emoziona negli interstizi di questi brandelli di cuori musicali, flagellati e corrosi, ma anche accarezzati e coccolati all'infinito. Il sogno della musica ancora una volta non è infranto. Grazie Ofelia Dorme.

h16.30 Intervista ai Rain Dogs
"Lies, Alibis and Lullabies" è la storia diventata musica di un incontro/scontro tra un dj Luigi Gori e un cantante, autore di canzoni rock acustiche Andrea Ferrante. Il risultato è soddisfacente. Ondate di deraglianti intrecci armonici attraversano e spazzano via i dubbi su un rapporto teso, intenso e prolifico, perché in effetti buone canzoni di rock elettronico sono nate e speriamo altre ne nasceranno da qui in avanti. In disco esce per Soffici Dischi. Ne parliamo con Andrea.

 

arrowDomenica 12 maggio a Snatura Rock

h.15.15 Intervista ai Polar for the Masses
Il gruppo veneto torna nei lettori cd e sui palchi con "Italico", quarto album di inediti, uscito per LGV rec. per il quale i ragazzi, s'incamminano su un nuovo percorso di canzoni passando dall'inglese all'italiano. Il risultato non li fa allontanare dal loro fascinoso lato oscuro che ci avvolge con un morbido manto carezzevole. E non mancano i momenti di ruvidezza che esaltano nei live e che rappresentano la quintessenza del gruppo.

h16.00 Intervista a Norticanta
"Tra l'incudine e l'aurora boreale", appena uscito per Seahorse rec. è il disco disco d'esordio dei trentini Norticanta. Come spiegare l'incantevole risultato di due voci, quella di Alberto e quella di Sara che s'incontrano per la forza, la cupezza nelle tinte ombreggiate e lo spirito orgoglioso che ci ricorda un po' gli Ustmamò? Coltivare l'amore con la poesia e i gesti, la musica che vorresti avere intorno nell'aria mentre condividi i più bei momenti.
 

arrowDomenica 5 maggio a Snatura Rock

h16.00 Intervista a DuChamp
"Nar" è il titolo del disco d'esordio, appena uscito per Boring Machines, a nome DuChamp. Una ragazza dinamica che mette nella sua musica i suoi sentimenti anche se a suo modo, grazie alla sua devozione per il drone che l'ha portata verso questo disco. Quello che riesce a fare concentrando le sue attenzioni anche su una nota è quasi strabordante di quella cura, quell'attitudine, quella passione e quell'anima che cerco sempre di scovare.

h16.30 Intervista ai Niagara
Il duo formato da David Tomat e Gabriele Ottino nel 2007, grazie a Monotreme Records, esce quest'anno con "Otto" e inizia un nuovo percorso nel pop elettronico minimale con spunti new wave trasformati in frattale. Dal vivo il duo diventa quintetto, per riportare gli accorgimenti adottati in studio e movimentati dai musicisti ospiti. Ne parliamo con David che avevamo già conosciuto per i N.A.M.B. e per il suo progetto solista Tomat.

 

arrowDomenica 28 aprile a Snatura Rock

h16.00 Intervista ai Blue Willa
I Baby Blue giunti alla meta del terzo album nel 2010, si fanno prendere dal desiderio di liberarsi della forma che avevano dato alla propria musica e così a briglie sciolte ma con amici e ispiratori come i Father Murphy e produttori e creatori di atmosfere fatate come Carla Buzulich, arrivano a farci avere un album credibile. Rimanere indifferenti ed impassibili diventa difficile quando una cantante-ipnotizzatrice guida i silenzi e i rumori, i respiri e le esplosioni. Ne parliamo con Mirko Maddaleno, voce e autore dei testi assieme a Serena Alessandra Altavilla, e chitarra.

h16.30 Intervista agli Airportmen
"Modern" è il titolo del disco nuovo degli Airportman che esce per Lizard in doppia forma CD e DVD; e potrebbe essere un concept come ci racconta Giovanni. La parte parlata supera di gran lunga la musica. Tre canzoni dei Franti dal loro repertorio degli anni 80, scelte da Stefano Giaccone che entra nelle dinamiche compositive del gruppo Airporman. In attesa di vederli dal vivo il 24,25 e 26 maggio allo Spazio Teatro San Pietro in Vincoli di Torino, parliamo del cd/dvd con Giovanni Risso.

 

arrowDomenica 24 marzo a Snatura Rock

h15.00 Intervista agli honeybird & the birdies
Il trio degli Honeybird & The Birdies ci racconta "You Should Reproduce": un disco uscito alla fine del 2012 per La Famosa Etichetta Trovarobato che raccoglie il loro brio. La sensazione è sempre positiva quando i protagonisti di un disco hanno l'energia pura. Un esplosione di vita che pulsa e balla. Si scambiano gli strumenti e cantano tutti e tre. Il charango, strumento boliviano, è la loro caratteristica melodica più insita e caratterizza questo disco. Ma ovviamente non è solo quello. Vivono a Roma e fanno incontrare Los Angeles con Michelle la cantante, Torino con Federico il bassista e Catania con Paola, la batterista.

h15.30 Intervista ai Venua
Simone Ghidotti ci presenta live alcune canzoni estrapolate da "Blah Blah, Blah", secondo album del gruppo di Bergamo nato nel 2009 da Jodi Pedrali basso e sinth e appunto Simone Ghidotti chitarra e voce. Dopo un esordio convincente quale è stato "Gli abitudinari" ci aspettavamo un passo avanti e in effeti c'è stato. Il disco nuovo ha una struttura ben diramata con un approccio post punk e poi per un po' si fanno attraversare dal reggae ma non mancano le ballate e le esplorazioni vocali.

h16.30 Intervista a Daniele Celona
Daniele Celona presenta il suo primo album "Fiori e Demoni", appena uscito per Noeve records, giovane etichetta che co-dirige con Matteo De Simone, bassista dei Nadàr Solo. Tutto il gruppo, appena nominato, accompagna il cantante torinese,arricchendo ulteriormente lo spirito di queste canzoni che hanno la delicatezza e il portento, il sentimento e l'incedere. A volte basta un soffio per un fuoco intenso che rilascia il calore necessario.

 

arrowDomenica 17 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Fast animals and Slow Kids
Dopo "Cavalli",esordio del gruppo uscito due anni fa, aspettavamo con curiosità il disco nuovo di questa band dalle grandi potenzialità. Già amati dagli Zen Circus, il cui cantante Appino ha prodotto concretamente anche il disco per la sua Ice for Everyone Rec. Oggi li ritroviamo con Hybris appena uscito per Woodworm Rec. e sono nuovamente adorabili, perchè coinvolgenti e dai toni multipli e mai noiosi. Il quartetto si avvale di ospiti per fiati e percussioni, ma rimane un ibrido anche senza orpelli. I testi raccontano del mal di vivere e dei dolori insiti nel sentimento dell'amore e profumano di strade nuove circondate da fiori appena sbocciati. Un gruppo live.

h16.00 Intervista ai Vanity
L'esordio dei toscani Vanity "Occult you" esce per Church Indipendent e Rough Trade e arriva forte di contenuti e poesia. Nella struttura delle canzoni troneggia l'espressionismo gothic e diventa new romantic grazie ai testi molto evocativi e pregni di un dolore conservato sotto chiave e venuto fuori sotto forma di un libro inedito "Occult You" scritto dallo stesso cantante. Ne parliamo con Francesco, il bassista che sul disco troverete accreditato come F. Completano la band: N alle parole e al canto, P alla chitarra e T alla batteria.

 

arrowDomenica 10 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Flora
Tornano i Flora di Piacenza con il numero 6 nella testa. Sei sono i componeti del gruppo, sei sono gli album composti fino a questo momento e per conseguenza logica hanno voluto intitolare "Sei" anche il nuovo nuovo disco, appena uscito per Lizard. Paolo Nicastri e Fabrizio Lusitani dal 1998 hanno dato vita a questa storia che compta leggerezza nell'impatto e consistenza delle trame musicali. L'arrivo di Claudia alla voce, sorella di Paolo, ha rappresentato già da qualche anno un cambio consistente di rotta per la delicatezza sospesa e angelica della stessa. Un angolo di gioia come l'ascolto del disco nuovo dei Flora: chitarre, basso, batteria, sassofono, glockenspiel, tastiere e voci. Con in più la loro spontaneità.

h16.00 Intervista ai Simona Gretchen
Simona Darchini, che ci aveva incantati due anni fa con il suo esordio "Ghetchen pensa troppo forte", torna con "Post Krieg", uscito per Blinde Proteus/Disco Dada, annunciando però la chiusura del capitolo Simona Gretchen. La sua crescita come musicista è stata esponenziale e ci fa ben presagire che se chiuderà questa strada non abbandonerà di sicuro la musica, a cominciare dall'etichetta Blinde Proteus in cui è coinvolta a pieno titolo. Il suo disco nuovo da una parte è il suo embrione personale relativo ad una esplorazione di sé in un momento che aveva messo da parte e poi ricomparso in uno scritto, dall'altra parte troviamo più condivisione da parte sua nel comporre le musiche e nell'esecuzione per la quale tra ospiti sia nel disco che live si ritrovava aperta al nuovo e al vivo. Ci sembra come un cuore aperto che aspettiamo ci racconti delle sue ombre e delle sue luci ebbene sì disarmati. Meravigliosa.

h16.30 Intervista agli Uno Non Basta
Uno Non Basta è un gruppo di Roma e con "Narciso Dilaga", appena uscito per Dischi Ovale/ Audioglobe, entrano a pieno titolo nel mondo della musica che cerca il coinvolgimento fisico e danzereccio del pubblico che assiste ai loro live. Le canzoni non sono rime ma storie a briglie sciolte che attraverso l'elettronica e l'aiuto di due amici musicisti, Nico Di Marzio (batteria) e Domenico Ragone (basso) perchè "uno non basta", arrivano a trovare la chiusura del cerchio. Il cantante che scriveva per altri ad un certo punto aveva trovato il suo sapersi raccontare e quindi si è reso protagonista diventando cantante dei suoi testi e allora ecco Antonio Marcucci, voce, chitarra e programmazioni.

 

arrowDomenica 3 marzo a Snatura Rock

h15.15 Intervista agli Elio Petri
Con "Il bello e il cattivo tempo", appena uscito per la neonata etichetta Cura Domestica, gli Elio Petri si sono liberati degli orpelli a partire dal nome del progetto continuando ad omaggiare il grande regista ma viene eliminata la parentesi aperta e chiusa sulla 'e' nel nome. Questo gesto ci porta ad immetterci in una nuova visione del progetto solista del cantante Emiliano Angelelli che diventa il progetto di un vero e proprio gruppo, sicuro e consapevole di sé e dà continuità al debutto perché rimane attratto dalla mimetica espressione del saper dire in modo astratto e dell'amore e della vita argomentandone il gusto attraverso melodia e testi. Ne parliamo con Emiliano Angelelli.

h16.00 Intervista agli Ordem
Dal Piemonte e precisamente da Asti, gli Ordem presentano finalmente, dopo anni alla ricerca della line-up ideale il loro esordio che intitolano The Quiet Riot. Dario Scalese il cantante è stato tra gli ultimi arrivati e sicuramente quello che ha dato la forza necessaria al gruppo per uscire nel mondo della musica. Giostre rock e pop dalla struttura forte e necessaria che brulicano di tradizione su una linea che attraversa i quindici anni degli Ordem dalla prima formazione ad oggi. Assieme al cantante completano la band: Dario Florio alle chitarre e cori (con cui parliamo), Luca Garrone alle chitarre e cori, Matteo Garrone al basso e Gian Marco Rebaudengo alla batteria e ai cori.

 

arrowDomenica 17 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Frei
Frei è un cantante che si fa attraversare dai classici cantautori dagli anni sessanta, in primis Francesco De Gregori, ma il suo bello è che la sua spontaneità nelle musiche e nei testi è stata arrangiata da Dario Giovannini con chiave moderna il quale fa parte anche del suo entourage assieme ad Enzo Cimino e Michele Barbagli che lo accompagnano in questo viaggio sorprendente del secondo album “”2013 Odissea nello spiazzo”. Un viaggio che sembra continuare, anche se con altri colori, dall’esordio dell’anno scorso “Sulle tracce della volpe”.

h16.00 Intervista a Valentina Gravili
La brindisina Valentina Gravili torna con un album dirompente, “Arriviamo tardi ovunque”, in cui asciuga ricami e porta avanti le sue intime sensazioni per raccontarsi profondamente con uno stile vocale che affronta nuovi e superlativi aspetti del modo di cantare su cui ha lavorato e che aumenta gli apprezzamenti da parte nostra nei suoi confronti. Il disco è uscito per la nuova etichetta Carbon Cook che inizia, col vento in poppa, la loro vita musicale.

h16.30 Intervista agli Amari
Gli Amari per questo 2013 possono avere una certezza: sono molto amati da Radio Sherwood! Li intervistiamo di continuo, come potete vedere sul sito. Il gruppo ci ha coinvolti anche questa volta con “Kilometri”appena uscito per Riotmaker, etichetta di cui fanno parte o totalmente o per collaborazione. Il disco nuovo ha l’estetica Amari e brucia i chilometri che sono la loro esperienza nello scrivere e comporre, sempre in equilibrio ragionato tra elettronica e gusto tra pop e rap. Ne parliamo con Dariella.

 

arrowDomenica 10 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Lenula
Dopo un EP omonimo del 2010 uscito in collaborazione tra lo stesso gruppo e l’etichetta Pelagònia, ecco arrivare “Profumi d’epoca” che diventa così l’album d’esordio sulla lunga distanza per i pugliesi Lenula, che esce sempre per Pelagònia ma con in più La Fabbrica. Un disco sorprendente che vive di parole multi stratificate in insenature straziati dalla morte, dagli inferi che pongono però fine alle tristezze. Le melodie accompagnano a regime le voci brulicanti e imbastiscono una spettacolare tavolata.

h16.00 Intervista ai Sula Ventrebianco
“Via la faccia” è il secondo album del gruppo, dopo Subcava Sonora che pubblicava l’esordio “Cosa?!” uscito tre anni fa. Ikebana record che produce il disco nasce proprio con questa produzione del quartetto che diventa sestetto dal vivo. Un gruppo che prende nelle viscere e istiga alla felicità adrenalina da rock puro. La purezza dei sensi in subbuglio è il punto focale della loro espressività, alla quinta essenza della bellezza e della voce e della musica. Ne parliamo col cantante e chitarrista Sasio Carannante.

h16.30 Intervista ai Nadàr Solo
“Diversamente, come?” è il secondo album per la band torinese che aveva esordito nel 2010 già per Massive Arts con l’album dal titolo emblematico “Un piano per fuggire”. Il loro piano è infatti riuscito nel disco nuovo perché li ritroviamo concretamente abili nella composizione poetica e per le storie d’amore quasi autobiografiche finite, riviste con cuore sereno di chi ripensa al passato ma col senno di poi e per pensieri poetici universalmente condivisibili. Ne parliamo col cantante e bassista Matteo Simone.

 

arrowDomenica 3 febbraio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Paolo Saporiti
“L’Ultimo Ricatto”, appena uscito per Orange Home Records, è il titolo del disco nuovo del cantautore milanese. Paolo Saporiti cerca l’artigianalità della composizione musicale e col suo tocco espressivo che apprezziamo ormai da qualche anno, riesce ad arrivare al livello superiore per trovare l’equilibrio tra l’ibrido stilistico e il turbamento emozionale. Xabier Iriondo, al suo fianco per molti aspetti, dona al disco nuove prospettive. Un album che è resoconto lucido di un periodo difficile appena trascorso.

h16.00 Intervista agli Holiday In Arabia (Sebastiano)
Duo di Mantova che si presenta con “Opening Ending”: disco sulla lunga distanza dopo un primo EP omonimo uscito nel 2010. Sebastiano Confetta ci racconterà del disco di elettro rock dalle movenze leggiadre e soffici, quasi pop, che ha condiviso nella composizione con Marco Ghidelli, appena trasferitosi a Berlino. Sicuramente i suoni sono stati influenzati, a mio avviso, per la produzione di stanza a Parigi, grazie a Emanuele Battisti che ha fondato lì l’etichetta Baffo Music.

h16.30 Intervista ai Molotoy
“The Low Cost Experience” è il titolo del disco d’esordio del trio romano con il nome nuovo post Low Cost. Ci è stato facile farci coinvolgere da questa sinergia tra elettronica, chitarre e archi. Il senza della musica aspetta sempre di essere colto e loro sono riusciti nell’intento grazie all’intensità estesa ed efficace delle melodie del violino, le chitarre e le belle idee sincopate dell’elettronica. Il disco è uscito per Modern Life.

 

arrowDomenica 27 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista a Adriano Modica
Il cantautore figlio mancato di Robert Wyatt è tornato per chiudere la trilogia sugli oggetti con “La Sedia”, disco appena uscito per Cadio a Dinamo. Canzoni che arrivano subito. Prendono per mano. Ti cullano. Ti comprendono e ti abbracciano. Canzoni da tenere sotto al cuscino per ogni evenienza affettiva. Che dire di un disco meraviglioso?

h16.00 Intervista agli Avvolte
“L’essenziale è invisibile agli occhi” è il quinto album per la band piemontese nata quindici anni fa che su una cornice dark wave anni 80, racconta col giusto piglio i mali della società. La voce dell’immensa Lydia Lunch apre il disco, preannunciando valori forti nel concetti musicali espressi. La carica emotiva è forte infatti e ciò nonostante riesce a non strabordare aggiungendo inutili orpelli.

h16.30 Intervista a Lorenzo Lambiase
Esce per Modern Life, il nuovo disco di Lorenzo Lambiase “Lupi e Vergini”. Il cantautore romano aveva esordito con “La cena” un paio d’anni fa. Il disco nuovo è un disco sincero che si chiude con una vera lettera diventata canzone “La Grande Rivolta” che dimostra l’incedere dell’uomo e la sua essenza mostrata nuda e cruda. Una bella persona che traspare dalla musica. A volte accade anche questo e rivela la chiusura logica e naturale del cerchio.

 

arrowDomenica 20 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai Babil On Suite
Gruppo catanese che dopo un primo EP, con l'album "La Scatola" uscito alla fine del 2012 per Viceversa arriva alla sua prima prova ufficiale. Un gruppo decisamente dotato. Il loro stile è sempre delicato e morbido, grazie alla voce della cantante Caterina che su una tonalità evanescente tiene però ben salde le melodie del gruppo. Una band che sogna di fare da colonna sonora a un film, quando invece è capace di aprire le porte dell'immaginazione, raccontando storie vere, canzoni da ascoltare perciò anche ad occhi chiusi.

h16.00 Intervista ai Dulcamara
Dulcamara, ovvero Mattia Zani, torna con un nuovo disco "Uomo con cane e il ritorno dalle terre di Nonsodove", che nella sua discografia, sarebbe il terzo, ma arriva per lui un grande cambiamento uditivo e quindi compositivo che lo porta ad innamorarsi follemente del country folk e ad allontanarsi dal rap. Una commistione tra il suo passato ed il suo presente è percepibile perché Mattia rimane uno che parla in fretta e le sue storie dell'amore provato nei confronti dell'universo coinvolgono e portano a desiderare di ascoltarne ancora altre.

h16.30 Intervista ai King Of The Opera
King of the Opera è un trio e Alberto Mariotti, abbandonato il progetto solista denominato Samuel Katarro, è il cantante e chitarrista del gruppo, completato da Simone Vassallo alla batteria e Francesco Paolo D'Elia alle chitarre, piano, violino e altro. Alcune di queste canzoni erano custodite da Katarro perché non le sentiva sue per quel progetto. "Nothing Outstunding" è il primo disco per King of the Opera e qui Katarro ha potuto rilassarsi su queste nuove dinamiche più complesse per progredire in un discorso composito, così ha cambiato nome scegliendo l'approccio del gruppo.

 

arrowDomenica 13 gennaio a Snatura Rock

h15.15 Intervista ai 4 Axid Butchers
Gruppo di Brescia che adesso vive tra l'Italia e la Germania. La loro storia inizia nel 2004 col punk reggae dance per poi aprirsi ad altri generi e così arrivano anche il rock e l'elettronica. La loro maestria è nel miscelare e aprire le danze, così alla luce del terzo album hanno dato vita alla loro etichetta personale, G-04 Records e il luogo/studio da dove compongono, Villa Gasulì è anche il titolo del loro terzo album che raccontiamo.

h16.00 Intervista ai Füsch!
Nel 2009 Mari Regazzoni e Pier Mecca si divertivano a creare e comporre nuovi suoni e, senza quasi accorgersene, hanno dato vita ad un progetto convincente e per Mario Moleri e per Amoury Cambuzat, rispettivamente basso e voce del quartetto denominato Füsch!. Con "Corinto", album uscito per Jestrai alla fine dell'anno, il gruppo sembra alla ricerca di macerie e polvere all'interno di un'atmosfera crepuscolare. Camminando incontro alla nebbia questa sarebbe la musica giusta da avere nelle orecchie.

h16.30 Intervista ai Brahaman
"Anche il più ottimista" è il titolo dell'album d'esordio appena uscito per Seahorse Rec. dei Brahaman di Milano. La voce graffiante e solida di Adriano Aricò ci convince e quando è accanto a quella di Manuel Agnelli notiamo una similitudine animalesca rock che ci stringe il cuore. Una grande band alle chitarre, al basso, ai fiati e alla batteria che affonda fino allo spasimo e gratifica la voglia di rivoluzione. Coinvolgenti e aggraziati. Ne parliamo con Max Martulli: chitarre elettriche e acustiche.

 

arrowDomenica 16 dicembre a Snatura Rock

Intervista a Le capre a sonagli
Sulle ceneri dei Mercuryo Cromo nascono Le Capre A Sonagli e dopo un album omonimo uscito nel 2011, ecco quest’anno “SAdiCapra”. Il loro suono ora schizofrenico, ora melodioso, si fa innaffiare da diverse influenze musicali e cresce nuovo, perché comunque la base, il comune denominatore è il loro estro compositivo. Ovunque andranno a suonare, gli astanti difficilmente non verranno coinvolti dal loro eclettismo folle ma consapevole e con la capacità di mantenere il controllo del sound desiderato.

Intervista a idavoli
Ultima fermata per IDavoli che si sciolgono e lo sappiamo proprio per questa intervista che doveva presentare il loro esordio sulla lunga distanza “Greatest Hits”: il meglio dei primi due EP. I cinque ragazzi di Pistoia nascono nel 2006 come IDavoli e sembra davvero un peccato sapere di dovere rinunciare alla loro forza incendiaria tra il funk, il kraut rock e l’elettronica. Ne parliamo con Gianluca Ingrassia.

Intervista a Xabier Iriondo
Xabier Iriondo da ventiquattro anni fa bene alla musica e questo attraverso le sue collaborazioni, i suoi innumerevoli progetti, le sue incursioni nei brani come ospite, le composizioni e il suo studio sulla musica diventato talmente consapevole da riuscire a costruirsi lo strumento musicale in grado di produrre il suono ricercato. Nel mondo parallelo che si è creato però non si è fatto imprigionare, così è tornato a far parte dei suoi primi principali compagni di viaggio: gli Afterhours. E qui lo intervistiamo per la sua opera prima solista “Irrintzi”, doppio vinile 12’ prodotto da Wallace/ Phonometak/Long Song Records/ Santeria/ Brigadisco e Paintvox. Altra porta aperta e mille stimoli per Xabier Iriondo che non ci delude neanche questa volta, confrontandosi con sue composizioni nel primo vinile e con composizioni da altri nell’altra. Si fa circondare da diversi amici musicisti e da suo padre che, anche se è scomparso l’anno scorso, è presente sul disco perché Xabier ci racconta di sé e della sua storia.

 

arrowDomenica 9 dicembre a Snatura Rock

Intervista ai Tongs
I Tongs con questo “Fractal”, appena uscito per Rouges Records, iniziano ufficialmente la loro storia musicale tra il metal e jazz e si spingono oltre nel rock seguendo le loro influenze psichedeliche e di pop stratificato. Un disco che arriva subito al punto e irrompe lasciando il proprio segno. Super ospite nel finale Pierpaolo Capovilla che, con la scusa della ricetta della pizza, scopre nuovi punti emozionanti del disco con un sottofondo molto noise industrial.

Intervista ai Med in Itali
Hanno iniziato facendo i buskers a Dublino cinque anni fa, ma adesso è arrivato il momento del loro primo album d’esordio “Coltivare Piante Grasse” uscito per Libellula Music. Un disco dai basilari contenuti ecologici che sanno diffondere attraverso il leggero trascendere e il ritmato sgambettare delle loro canzoni. La voce di Niccolò Maffei riesce ad arrivare limpida e senza sbavature, al di sopra del tappeto sonore che si erge su partiture solide e soprattutto piacevoli tra il folk, il jazz e il pop cantando in italiano.

Intervista ai Leitmotiv
“A Tremulaterra” è il terzo album per il gruppo pugliese che dopo avere girovagato per la città nel precedente “Psychobabele” uscito quasi due anni fa, oggi sembrano qui avere trovato il luogo ideale e svolgono un importante e ruolo emozionale volto alle nostre orecchie che si possono gongolare rilassatamente ascoltando le loro storie schiette e sempre profonde, nonostante un elemento in meno nella band: Giovanni Sileno. Parliamo del disco con il cantante Giorgio Consoli.

 

arrowDomenica 2 dicembre a Snatura Rock

Intervista agli Ufomammut
Come promesso in occasione dell’uscita di Oro: Opus Primum uscito per Neurot, il trio di Tortona torna entro lo stesso anno 2012 per la seconda parte di Oro: Opus Alter. È un piacere farsi coinvolgere da queste sonorità psichedeliche, un po’ stoner e magmaticamente metal. Vita, Urlo e Poia confermano le loro spinte compositive che portano espressività nel loro suono: basta entrare nel loro linguaggio che scorre potente, fluido e mai banale.

h16:00 Intervista e live alla radio diDario Antonetti
Dario Antonetti, uomo psichedelico che abbiamo conosciuto con gli Effetto Doppler con i quali ha condiviso dieci anni intensi ma ormai conclusi, da qualche anno si presenta con la sua espressione solista per la quale è arrivato al secondo capitolo con “Il Rigore Esistenziale”. Un signor disco che non si allontana dall’anima puramente naif del musicista e cantante che ci era tanto piaciuta ne “L’estetica del cane” ma che ha in più una serie di ospiti che impreziosiscono le canzoni e danno maggiore corposità e attitudine all’impatto corale, come una grande folla che intona le tue canzoni. Un disco molto coinvolgente che Dario presenta live alla radio assieme a Lorenzo Tarantino alla chitarra.

 

arrowDomenica 25 novembre a Snatura Rock

Intervista ai Pharm
I Pharm sono un gruppo musicale di Roma nato nel 2009 e la loro prima prova omonima esce supportata da Face Like a Frog. Musica e visuals s’incontrano nella struttura del gruppo, dualità che potrete apprezzare per ora solo dal vivo, perché per questo cd non hanno fatto in tempo. Comunque Fabio Recchia, che ci risponde per il sestetto, ci assicura che nel prossimo album saranno incluse anche le immagini. Il disco di certo è un meraviglioso contentino. L’intreccio degli elementi si espleta già infatti nella musica sulle linee del funky, dell’improvvisazione, dell’elettronica e del post rock.

Intervista ai Twoas4
“Audrey in pain english” è l’esordio autoprodotto del duo toscano, anche se la produzione artistica è stata affidata a Paolo Mauri. Dal booklet del CD si denota la propensione del gruppo ad abbracciare diverse arti oltre la musica e così l’album è concepito con lo stesso principio di apertura ai generi e alle micro sfaccettature senza però perdere il filo conduttore che è solidamente espresso nel racconto poi scomposto e nelle illustrazioni su tela a carboncino assegnate ordinatamente ad ogni canzone. Noise, new wave e dark punk i riferimenti uditivi. Ne parliamo con Oscar Corsetti, voce e chitarra del duo, completato da Alan Massimiliano Schiaretti (batteria e tastiere).

Intervista ai Taras Bulba
“Amur” è il quinto album per i milanesi Taras Bul’ba ed esce per Lizard e Wallace records. L’atmosfera che creano si sviluppa su territori psichedelici, hard-core e math con dinamiche che sembrano seguire l’istinto primordiale del gruppo che finisce per essere rivoluzionario rispetto alla forma canzone. I ragazzi si comprendono nel loro vortice creativo e in presa diretta esprimono al meglio il loro racconto musicale.

 

arrowDomenica 11 novembre a Snatura Rock

Intervista ai The Villain
Quartetto emiliano di punk rock che aumenta da subito i suoi punti, grazie alla voce particolarmente bella della cantante Giorgia Minelli, tanto è vero che i più conosciuti Giardini di Mirò l’hanno voluta con loro per il tour di presentazione del disco “Good Luck”. Il primo EP della band esce questo 2012 per Forears Rec. e ha un titolo “Here Comes The Villain” che subito li presenta freschi, sferzanti ed essenziali, come infatti sono, ma anche seducenti nella melodia quando condividono il canto.

Intervista alla Daniele Faraotti Band
“Canzoni in salita”, appena uscito per Bombanella Records, è il secondo album del trio Daniele Faraotti Band ed è rilevatore della messa a fuoco delle sue intenzioni compositive che contrappongono al cantato una decostruzione del suono e dei giochi intelligenti sui testi con citazioni colte senza però trascurare la melodia. La DFB aveva esordito nel 2008 con “Ciò che non sei più” per Alka Records, ma Daniele in particolare vanta collaborazioni compositive con Patty Pravo e Claudio Lolli.

 

arrowDomenica 4 novembre a Snatura Rock

Intervista agli Slumberwood
“Anguane”, uscito all’inizio del 2012 per Tannen rec., è il secondo album per la band veneta. Un disco che è influenzato dalla presenza nella produzione e per metà negli arrangiamenti di Marco Fasolo (Jennifer Gentle). Gli Slumberwood spaziano in una foresta di suoni, usano l’elettronica e cercano anche di assemblare, rendendoli piacevoli alle orecchie, suoni elettronici e acustici assieme, psichedelici, rock folk, etnici e ambient: traducendo così le loro emozioni e le diffondendole sempre in tiro con la loro curiosità viva e alla ricerca di suoni ispiratori nuovi.

Intervista a Il Sogno e il Veleno
Il Sogno e il Veleno, aka Alex Secone, inizia ad essere consapevole di sé nel 2009 e debutta con “Piccole catastrofi”. Un progetto che si avvale di un quartetto d’archi ma che mette la forma canzone classica come base denominatore e l’intimità del pianoforte unita a momenti di sferzate elettriche, che completano il quadro d’insieme. Le storie sono sempre in tinta con la melodia ora distratta per l’amore proposto, ora devastata per la solitudine nel mondo o dentro il proprio respiro affannoso. Ancora una volta Paolo Messere della Seahorse rec., che ha prodotto il disco questo 2012, ha fatto bene.

Intervista ai Mojoie
I Monjoie dalla provincia Savona, si sono formati nel 2000 su fondamenta uditive derivanti dalla new wave. “Affetto e attrazione”, appena uscito per Lizard Records, arriva dopo otto anni dal precedente “Polifemo” (Etnosound rec.). I Monjoie hanno due chitarre elettriche, il flauto e la cornamusa per sottolineare la loro parte etnica, il basso, la batteria e i sinth per ombreggiare le sfumature e non nascondono il loro amore per il prog. Ne parliamo con Alessandro Brocchi.

 

arrowDomenica 28 ottobre a Snatura Rock

Intervista ai Guignol
Dopo “Una risata ci seppellirà” del 2011 i Guignol di Milano sono tornati con lo splendido “Addio cane” che esce questo 2012 per Automatic/CasaMudusa/ Atelier Sonique/ CNI. Un disco che ci commuove e che mettiamo tra gli ascolti preziosi del 2012. Racconta con forza, rabbia e ispezione intimistica del ruolo del cantante, dei musicisti e della loro ispirazione, attraverso quegli intrattenimenti di parole rubate all’anima e al vivere nella normalità di questo nostro strano, buffo, beffardo, stratosferico e catastrofico mondo.

Intervista agli Slumberwood
Beeside è Federico Pazzona e abita a Sassari. Siamo contenti di averlo ascoltato perché è un musicista e un cantante che condivide con noi la sua personale ricerca musicale che si concentra sul timbro della voce e il suo disco è un regalo per le nostre orecchie che si aspettano freschezza e emozionalità in ogni canzone. Grande pretesa, ne siamo consapevoli, ma che quando viene soddisfatta ha la nostra completa ammirazione. Paolo Messere non se l’è fatto sfuggire e ha prodotto il disco tramite Seahorse Rec.

Intervista ai Softone
The Softone da Napoli, dopo l’esordio del 2008 “These days are blue”, ci presenta il secondo episodio, “Horizon Tales”, appena uscito per Cabezon Records. Giovanni Vicinanza, cantante e polistrumentista, ha iniziato a scrivere e comporre nel 2004 e le sue canzoni dal piglio intimista hanno oltrepassato le pareti della sua cameretta diventando fruibili per un pubblico sempre più numeroso. I compagni di viaggio che Giovanni ha incontrato in questi anni lo hanno portato a concretizzare i suoi sogni musicali in due album e tanti live.

 

arrowDomenica 21 ottobre a Snatura Rock

Intervista ai Moustache Prawn
I Moustache Prawn sono Leo Ostuni, alle chitarre e voce, Ronny Gigante, al basso, e Giancarlo Latartara, alla batteria. Il trio pugliese ama sin dall’inizio della definizione del gruppo gli Strokes e gli Arctic Monkeys e con questo disco che presentiamo, “Biscuits”, dimostrano sicuramente di poter diffondere anche loro la propria essenzialità schietta, essenziale, veloce e corposa. Un disco questo che ci entusiasma, ci meraviglia e per forza e conseguenza ci conquista.

Intervista agli Hot Gossip
Giulio Calvino, cantante e chitarrista degli Hot Gossip, ci racconta di “Hopeless“ : ultima prova della band. Il gruppo di Milano che ha iniziato il proprio percorso nel 2004 esordendo per Ghost rec., nel 2006 arriva alla meta del terzo album cambiando etichetta (Foolica rec.) e con esperienze nel mailstream nello zainetto. Giulio ci sembra come sempre in forma e le canzoni sono venute fuori bene seguendo l’istinto melodico pop e le movenze rock classiche per continuare a mettere da parte nuovi strati, ormai naturalmente conquistati.

 

arrowDomenica 14 ottobre a Snatura Rock

Intervista a Jacopo Andreini
Quarto appuntamento solista per il poliedrico musicista che trasmette le sue coinvolgenti pulsioni ritmiche, angolari e schizofreniche tramite L’Enfance Rouge, Tsigoti, Squarcicatrici, o Shash Jihat: gruppi di cui fa parte o dove compare come special guest. Cogliendo il frutto di questo albero, nella vita musicale di Andreini, rispetto alla sua immensa foresta, tra i suoi innumerevoli progetti, ci ritroviamo dopo “Bossa Storta” uscito nel 2006 per Saravah, questo nuovo CD “Cogli Ossi” che diventa una nuova occasione per comunicare con Jacopo, capace come al solito di coinvolgerci nella sua energetica ascesa alla ricerca della vitalità del suono come del suo pulsare.

Intervista ad Andrea Carboni
Andrea Carboni da bambino odiava le chitarre classiche, poi in un secondo momento ha sentito una chitarra acustica suonata da una ragazza quando aveva sedici anni e si è riavvicinato alla chitarra e al suo primo strumento che era il pianoforte. Raccontiamo di “Sassi”, EP autoprodotto che arriva dopo il suo esordio “La terapia dei sogni”, uscito per Red Birds Rec. nel 2011. Atmosfere dilatate che attraversano un po’ il francese e soprattutto l’italiano. Paolo Mauri ha prodotto artisticamente il disco eliminando orpelli in più, centrando la direzione più semplice e diretta che desiderava raggiungere il cantante e musicista. L’EP Sassi si trova su iTunes ma è anche in versione numerata e si può avere direttamente dal sito www.andreacarboni.it

Intervista ai My Secret Windows
“Law/ Cut” è l’esordio per il trio pugliese che dà seguito all’EP. Hanno dato il la al loro progetto già nel 2010 e si muovono impavidi tra sonorità indie rock, ambient ed elettronica. Cristian Chironi è il cantante e chitarrista che incontra il batterista Cristiano Meleleo e in seguito completerà il trio il bassista e polistrumentista Giammarco Magno detto anche Mr Gumbo. Si percepiscono ascolti dei Placebo e Radiohead, lungo comunque un percorso personale che viene fuori.


 

arrowDomenica 7 ottobre a Snatura Rock

Intervista ai Formanta
Formanta, come la marca di chitarre russe di tipo economico che al loro interno avevano già gli effetti, così decide di farsi chiamare questa band di Roma le cui canzoni prendono subito una forma classica figlia del rock con la A di America e dopo il primo EP autoprodotto con quattro pezzi, un secondo ep “Shiny ep people” con sette pezzi, hanno avuto la fortuna di incontrare Paolo Messere della Searhorse Recording che gli ha prodotto il disco di cui raccontiamo: “Everything seems so perfect far away”. La cantante Sabrina faceva teatro prima di cantare in un coro gospel e nel gruppo Formanta libera il suo immaginario vocale aggiungendosi a chitarra basso e batteria degli altri componenti della band, i quali nell’atto compositivo si scambiano gli strumenti.

Intervista ai Manta Rays
Stephen G. Trollip, chitarra e voce, ci racconta del trio dei Manta Ray che condivide dal 2010 con Sebastiano Ziroldo (batteria e seconda voce) e Elio De Limone (basso e terza voce). Il loro esordio è uscito per Garage Rec. Amano i vinili anni 60, il soul, il garage e il rock, dagli Who ai Pixies. Dalle influenze dei maestri cercano di trovare un suono attuale e tutto loro con un bel tiro dal sapore Motown. Suonano seriamente e credono nel loro progetto, attenti e meticolosi nelle prove, nella costruzione delle canzoni e nella ricerca, per questo bisognerà aspettare per il seguito, ma poi sono certa ne varrà la pena se il risultato potrà essere paragonato a questa prima prova omonima.


 

arrowDomenica 30 settembre a Snatura Rock

Intervista ai The Regal
Andrea Badalamenti ci racconta dell'esordio del trio di Firenze, The Regal, band dove suona la chitarra e canta. La prima caratteristica evidente è proprio la sua voce molto vicina alla timbrica del grande Michel Stipe dei REM. Non è però l'unica similitudine col gruppo di Athens, da cui i ragazzi ereditano tutti la compattezza e lo spessore del rock classico. Alessio Consoli suona il basso e Manuel Pio suona la batteria e con le chitarre del buon cantante raggiungono un ottimo risultato. Samuel Katarro e la voce dei Ka Mate Ka Ora, Stefano Venturini, impreziosiscono alcuni attimi e danno lustro al buon inizio della band fiorentina che A Buzz Supreme non si fa sfuggire producendoli.

Intervista ai Nicotine Alley
L'ultimo album dei Nicotine Alley di Padova è l'insieme di diversi momenti musicali legati al viaggio, quindi lo spazio tra le sfumature del rock, del pop e del blues sono insite tra le note. Paolo Mioni che dal 2007 segue le fila di questa band costituita da Max Busato al basso e Alberto Marangon alla batteria. Mioni che scrive e compone le canzoni è sempre entusiasta della vita e della musica e si fa attraversare dall’estro di carattere psichedelico di Marco Fasolo del Jennifer Gentle, gruppo di cui anche Paolo è stato membro. Il disco esce per la stessa etichetta del cantante.

Intervista a Nico Greco
Dall'ultima volta che l'avevamo intervistato Nico Greco si è trasferito dall'Italia alla Spagna e le canzoni ne hanno risentito positivamente come ogni volta che si possiedono gusto e moderatezza e si voglia esplorare e conoscere. Non può essere una strada chiusa. Mai. Infatti il nuovo di Nico non ci delude e attraversa un vicolo folk illuminato e rinnovato. Si sente il brulicare delle novità fresche come l'aggiunta della voce di Valeria Soave e si sente il piano di felicità di Nico imbastito con fondamenta forti. La curiosità per cosa seguirà a questo disco "Stone Three Home" che esce per entrambe le etichette di Paolo Messere (Red Birds Record e Seahorse Recording) è tanta ma avremo pazienza.

 

arrowDomenica 9 settembre a Snatura Rock

Intervista a Terje Nordgarden
Terje Nordgarden norvegese di nascita ma ormai residente in Italia e in particolare in quel di Catania, ci ridà prova con “You gotta get ready” della sua rinnovata attitudine alla canzone nella forma traditional su base americana e cuore blues. In questi anni è andato a migliorare sempre di più la struttura e la poetica dei testi, crescendo esponenzialmente grazie ad una maggiore competenza di tutte le parti che riguardano la musica e intervenendo per esprimere il suo sentire. Il disco è uscito per la stessa etichetta di Nordgarden, la GDN Records.

Intervista ai Heike The Giggles
Giovane formazione dall’approccio punk arricchito, perché anche se c’è tutta l’energia e la dinamica punk, nell’insieme e nella loro totalità, lasciano alle orecchie dei loro ascoltatori, una corposità nella struttura dei brani che ne determina il carattere live. Il primo disco “Sh!” risale al 2010 e adesso la cantante ci racconta di “Crowd Surfing” uscito questo 2012 per Foolica rec. Un disco che li trova sempre a mille e che dimostra il loro valore, soprattutto live perché ci si fa coinvolgere dalla loro essenza e passione. Una caratteristica che si è diffusa prima ancora dell’uscita dell’esordio perché il palco aveva fatto loro da megafono.

 

arrowDomenica 2 settembre a Snatura Rock

Intervista a Ninnenanne Tristi per bambini cattivi
Le ninnenanne sonanti raccontate da Samuele Venturin (fisarmonica) e Valentino Receputi (voce). Un duo che ha lavorato sui testi a piene mani musicandole con brani riposti in una cassetta ed in un cassetto negli anno 80. Un disco di canzoni. Le composizioni poetiche di Valentino unite all’inventiva musicale di Samuele. Un cinismo che lotta contro il conformismo e l’ipocrisia di fare le peggiori cose per poi risolvere cristianamente chiedendo scusa. Amano cantare e scrivere canzoni divertendosi e diffonderla è un optional.

h16:00 Intervista ai Mandrake
Un progetto indie pop con i fiati come particolare in chiaro, nato da Giorgio Mannucci nel 2010 il quale ha reclutato tramite Faceboock i suoi compagni di viaggio in zona Livorno e da sconosciuti hanno formato assieme a lui i Mandrake. Anche per il suo modo di comporre ha usato lo stesso approccio. Si è prefissato una base “logica” di partenza tramite una tastiera midi e poi si è fatto attraversare dagli altri componenti in primis violino e tromba che hanno lasciato le personali influenze. Sognano di andare a suonare all’estero. Ho il sentore che presto succederà.

Intervista agli Ufomammut
Raccontiamo del settimo disco dei ragazzi. È Steve Von Till dei Neurosis a produrlo tramite la Neurot Recording. Dal loro esordio “Godlike snake” uscito nel 2000, gli Ufomammut hanno sempre cercato di aggiungere qualcosa di nuovo. “Oro: Opus Primum” non è da meno. Il progetto è suddiviso per due dischi e in dieci parti. I ragazzi stratificano e suonano le stesse parti in maniera differente la loro evoluzione che si esprime al suo meglio dal vivo. “Oro: Opus Alter”, quindi la seconda parte del progetto, esce da ottobre. “Oro ” alla fine è un brano unico di novanta minuti, da questa base di partenza si sono aggiunti dei riff nati dai singoli musicisti e i sintetizzatori che hanno dato omogeneità al brano. Abbiamo in programma di risentirli anche per “Oro: Opus Alter”. Ne parliamo con Urlo: basso, voci e sintetizzatori del trio.

 

arrowDomenica 29 luglio a Snatura Rock

Intervista ai Calibro 35
Massimo Martellotta, chitarrista e co-fondatore del gruppo, ci racconta del terzo album del gruppo “Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale”. Un disco composto e registrato a New York città fonte di ispirazione per il gruppo sia per la vivacità culturale che per il respiro metropolitano, frenetico e cosmopolita. Si potrebbe sintetizzare il loro suono: impressioni sonore da New York per immagini di film polizieschi e note funk.

Intervista ai Bosio
Due fratelli da Genova ci portano il loro esordio ufficiale per un progetto nato nel 2004 e concretizzatosi finalmente con un supporto CD. Pietro Bosio, il più grande dei due fratelli, suona e canta le sue canzoni e viene fuori un espressivo connubio tra Syd Barrett ed Enzo Iannacci. Un canto che vive e si contrappone quindi con una luce intensa e piena. Il suo fratellino Enrico è il cantante e chitarrista degli Enroco e qui accompagna Pietro con la sua scia melodiosa e il suo portamento come sempre elegante. Il risultato è eccellente.

 

arrowDomenica 22 luglio a Snatura Rock

h16:00 Intervista a VeneziA
Andrea Venezia, dopo avere provato l'ebrezza di nuotare nella musica da solo con il suo " Dalle Macerie" uscito nel 2009, ha incontrato Donato Di Trapani (all'elettronica e ai timpani) e Roberto Conogliaro (batteria), da quel momento la sua ricerca sul rumore della parola cantata è salita di livello e così ecco "La Culla": un disco intenso e schietto delle sensazioni di anima nera che ruggisce al mondo la sua disperazione.

h16:30 Intervista a Gaspare Bernardi
Un desiderio che si avvera questo disco di Gaspare Bernardi, "Cor'n Connexion", perché è con questo disco che il musicista ha potuto diffondere le sue doti nel suonare il corno francese. Il musicista si circonda di pochi altri musicisti, rispetto agli altri dischi, così da far venire fuori maggiormente la pulizia naturale del suono e le sue opzioni sinergiche che creano nuove dinamiche.

h17:00 Intervista ai Death Disco
"End is beginning" è il disco d'esordio dei giovanissimi Death Disco che dopo solo due anni dal primo vagito sono arrivati al primo album prodotto da Frieds of Music. I loro riferimenti sono pop per quanto ricordano i Placebo, ma anche new wave e noise per i riflessi dei Sonic Youth. Un gruppo che si vede in un prossimo futuro anche con testi cantati in italiano e che sogna di suonare con gli Afterhoures.

 

arrowDomenica 15 luglio a Snatura Rock

h16:00 Intervista a Yes Daddy Yes
"Senza Religione" appena uscito per Urtovox è il titolo dell'esordio di una giovane band di Agropoli che arriva così all'album ufficiale, dopo un paio di autoproduzioni. Il disco esce col supporto di Enzo Moretto di A Toys Orchestra, che lo produce e lo registra al Loz Studio di Bologna. L'impatto è molto efficace soprattutto per il suo carattere eterogeo che porta ad intravedere diverse strade possibili, tra pop, rock e noise cantando della vita e dei suoi umori. Ne parliamo con Paolo Coppola, cantante e chitarrista. Completano la band: Fabio Mitrano (batteria e voce); Sergio Lotoro (basso), Andrea Benevento (chitarra) e Giovanni Barretta (synth/ piano e seconda voce).

h16:30 Intervista a Lilith & The Sinnersaints
Ne intervisto di musicisti e dalla mia esperienza che mi tengo cara, posso assicurarvi che è raro trovare una Signora della Musica come Lilith, già voce nei Not Moving negli anni 80, mi è sembrata meravigliosa. La sua voce racchiude l'essenze della Patty Smith, della Kim Gordon, della PJ Harvey e della Nada che amo di più, con in più una modestia e una classe che sono soprattutto sue caratteristiche. Il disco Kind Of Blues, appena uscito per Alpha South Rec. è il suo secondo album a nome Lilith & The Sinnersaints e arriva dopo The Black Lady and The Sinnersaints del 2009 uscito sempre per Alpha South. Quindi se il primo omaggiava nel titolo simile il disco di John Coltraine, il secondo album sulla lunga distanza espleta l'omaggio a Miles Davis. I contenuti sono scambi e coinvolgimenti di anime/canzoni sulle quali Lilith si lascia semplicemente andare catturando la brillantezza della sua arte musicale e ringraziando il possesso meritato della sua preziosa voce.

h17:00 Intervista a Oratio
Andrea Corno aka Oratio ci presenta il secondo albu, dopo "Ora ti ho" del 2009 uscito per Malintenti Dischi e lo intitola "Discorrendo senza ratio". Un disco dove il cantante in questione ci sembra più consapevole delle proprie abilità con la forma canzone, a differenza dell'esordio dove, tra un motivetto ed una sperimentazione della sua scrittura, il nostro cercava la sua ragione d'essere musicista e una volta trovata, è tornato più forte e rilassato deliziandoci con naturalezza delle piccole visioni del proprio pensiero che diventano musica che sfrutta l'orecchiabilità del pop con citazioni retrò e intenti derivanti da alti generi che aggiungono profondità di contenuti.

 

arrowDomenica 8 luglio a Snatura Rock

h15:05 Intervista a Bungalow 62
Paolo Forlì è anche Bungalow 62 ormai da due dischi. Il primo "Snowy Teeth Drive" risale al 2010 e il secondo "Mad, Bad e Dead" è appena uscito. Teatro delle sue creazioni è sin dall'inizio la Svezia dove il nostro si era trasferito con la sua ragazza e dove è nata l'idea Bungalow 62 con le sue piccole perle distinte, fulminalti e dal gusto pop che ci ricorda gli Eels come Lou Reed e i significati diventano altri e più personali.

h16:30 Intervista a Herself
Giole Valenti oltre a scrivere di musica su rockit e Rockerilla è arrivato al quarto disco per il suo progetto musicale denominato Herself. Le sue visioni e i suoi aforismi in note descrivono, da sempre, i suoi lampi creativi adocchiati guardando dalla finestra, da dove osserva l'essenza dei suoi desideri, i suoi cimeli e le sue passioni. All'inizio in chiave low-fi e adesso più hi-fi, Giole comunque mantiene le redini sulle stesse dinamiche espressive.

 

arrowDomenica 1 luglio a Snatura Rock

h16:00 Intervista a Marco Sanchioni
Dopo "Mite" di dieci anni fa, torna il punk rocker che canta a proposito della vita, Marco Sanchioni. Il suo disco nuovo mette in ordine il flusso creativo di questi anni e lo intitola "Dieci anni fa" non a caso. Il disco esce per Manchild: etichetta fantasma e pseudonimo di Marco per un altro progetto che aveva provato, ma che ha sentito vicino al suo approccio originario. Quindi ha messo insieme le sue affinità, così ecco le canzoni nuove che arrivano chiare e solide come l'esordio ufficiale e anche di più con una sferzata noise con in più due o tre spunti che aspettiamo di ascoltare come verranno sviluppati per i prossimi dischi.

h16:30 Intervista a Movie Star Junkies
Terzo disco per i Movie Star Junkies e tantissimi singoli e split dal 2006 a questa parte. Il disco nuovo "Son of the dust" è uscito per Outside/ Inside e Wild Honey Rec. e come sempre il loro rock spigoloso sa di polvere e graffia come il blues più ruvido ora spinto ora sensuale. Diversi ospiti arricchiscono le melodie da Federico Zanatta dei Father Murphy alle voci di Nathalie Naigre e Marie Mourier; così da raggiungere altri strati della loro dimensione che si equilibra sulla schiettezza e quindi i musicisti aggiunti pensato agli ornamenti.

h17:00 Intervista a Il Testimone
Alberto Fabi ci racconta delle vicissitudini de Il Testimone, nuova band dai toni cantautorali, nati dalle ceneri dei Cardio, che con la carezza artistica del buon Paolo Benvegnù ci porta in ascolto delle loro canzoni, sempre lucide e profonde. Storie ed impressioni sulla vita e i suoi sentimenti. Presenze stabili e sfolgoranti che quando si esprimone in gruppo sanno spingere come gli Afterhoures e chitarra e voce sanno abbassare le luci come il Dente più intimo. Come si spezzano gli incantesimi già incorniciati è da verificarà quando accadrà. Avvertitemi in tal caso.

 

arrowDomenica 24 giugno a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Il disordine delle cose
"La Giostra" è il secondo album per i piemontesi Il disordine delle cose, che arriva dopo il sorprendente esordio omonimo di tre anni fa che ci li aveva fatti apprezzare. Neanche stavolta ci deludono e li ritroviamo gonfi di gioia per aver registrato queste splendide tracce nello studio dei Sigur Ros, con le Amiina meravigliose ospiti. Creano per vitalità e intenti buoni un'etichetta tutta loro per quest'occasione: "Cose In Disordine Dischi". Le persone belle hanno tanti spunti del loro "sentire" che le attraggono e quello che ci racconteranno sinceramente con arrangiamenti eleganti sarà il vero e vi piacerà ascoltarlo.

h16:00 Intervista a Lo Stato Sociale
A volte è strano come ti ritrovi a mettere insieme delle canzoni che funzionano, scherzando con i tuoi amici. Succede quando hai delle cose da dire e il piglio creativo che traduce il tuo pensiero per farlo comprendere agli altri sempre più numerosi. Avevano iniziato con un EP su internet e piacendo si sono presi in considerazione per fare un disco sulla lunga distanza; così è arrivato Matteo di Garrincha Dischi che ha dato loro un'ulteriore opinione positiva e buoni consigli. A Bologna parlano tutti di loro da qualche tempo ma il loro virus è ormai diffuso anche su tutto il territorio e ci si aspetta solo che non si droghino mai perché ci piacciono lucidi nelle opinioni e divertenti nelle prose.

h16:30 Intervista ai MUG
Ilenia Volpe ci racconta della prima prova sulla lunga distanza dei MUG intitolata "Lost Trasmission". Il gruppo di Roma, il cui nome è l'acronimo di Medium Under Groove, dopo una serie di cambi di formazione hanno trovato l'assetto finale costituito quindi anche da Ilaria che abbandona le sue canzoni rock noise contenute in "Radical chic un cazzo" (progetto solista con cui ha esordito qualche mese fa) e si lascia travolgere dallo stato di intensità angolare dell'elettronica. Le divagazioni, le psichedelie, le lunghe improvvisazioni, sono delicate perché per non annoiare devi trovare il tocco della nutrizione dello spirito curioso e qui è stato pigiato e va.

 

arrowDomenica 17 giugno a Snatura Rock

h15:05 Intervista a Johnny Mox
Johnny Mox è Gianluca Tarabonelli che partendo dal gospel ha attraversato diversi generi che vanno dal noise al punk, dal linguaggio dell'elettronica a quello dell'hip hop. E mentre impara a suonare lo xilofono per il prossimo album, ci gustiamo le potenze ritmiche della sua opera che intitola "We = Trouble" e fa uscire grazie a Musica per Organi Caldi Rec.. In poche parole questo disco è una giostra di esaltazioni ritmiche che tracciano le movenze di un fuoriclasse della musica.

h16:00 Intervista a Gianluca De Rubertis
Gianluca De Rubertis, già conosciuto per gli Studiodavoli e Il Genio, ci allieta con una veste nuova che affronta rimanendo attorniato da persone che apprezzano questa scelta solista. Grazie a questo sembra in effetti in uno stato di grazia e con un impagabile trittico iniziale che valgono tutto il disco ci ammalia, catapultadoci verso il suo mondo fatto di storie partendo da particolari o sensazioni.

h16:30 Intervista ai Lady Ubuntu
Il trio dei Lady Ubuntu hanno una singolare forza nell'uso del testo e delle sfumature, da cui nasce la loro immediatezza. Raccontano e diffondono la loro opinione sulle generazioni, i riti e le consuetudini e attraverso i loop orpellano le loro ossessioni. Un disco "Piuttosto che incontrarvi farei bungee jumping", che già dal titolo rivela ironia e animosità insieme, arriva subito, coinvolge e convince totalmente. Dal vivo devono essere strepitosi.

 

arrowDomenica 10 giugno a Snatura Rock

h15:05 Intervista a Teresa Mascianà
L'ingegnere del suono Teresa Masciana sorprende tutti con il suo debutto "Don't Love Me", rivelando doti di cantante come anche di autrice di canzoni. Registrando album di altri ha maturato un tocco partendo dal basso che ha traslato sulle sue melodie cercando la propria luce che è arrivata a noi con la sua dolcezza rock.

h15:30 Intervista a Olden
Esce per Daruna Records il disco d'esordio di Olden aka Davide Sellari, già negli Zonaplayd e nei Figli Di John. Si è trasferito dall'Italia alla Spagna e questo ha cambiato la sua atmosfera musicale che è diventata più intima, sfumata e profumata di freschezza pop dal portamento classico che lo portano tranquillamente verso territori d'eccellenza appartenenti a Leonard Cohen e Nick Drake.

h16:00 LIVE e Intervista con Valentina Amandolese
Valentina Amandolese è una giovane cantautrice genovese che ci riempie di soddisfazione uditiva: diventa così un piacere ascoltarla con la sua chitarra e la sua voce limpida. Dopo l'EP "In terza persona" uscito nel 2008 è arrivato il momento del disco sulla lunga distanza "Nella stanza degli specchi". Splendido esordio che la porta a dimostrare lucidità e leggerezza in un'equilibrata armonia.

 

arrowDomenica 3 giugno a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Metibla
"Hell Holes" è l'album d'esordio del romano Riccardo Ponis aka Metibla, che esce dopo nove anni di gestazione. Ogni canzone ha la sua dimensione un po' fatata e un po' espressione di concretezza che racchiude un momento e un'emozione. La chitarra e voce di Riccardo cercano la classicità della forma canzone e sia che la trovino che non, resta la brillantezza della musica che si realizza impavida e forte.

h16:00 Intervista agli Appaloosa
Gli Appaloosa da Livorno sono tornati con "The Worst of Saturday Night /Musica per energumeni del sabato sera", appena uscito per Black Candy. Li avevamo lasciati con "Savana" un paio d'anni fa e deve avergli messo parecchia adrenalina quel disco perché hanno solcato molti palchi e sull'ultimo album li troviamo acidi, tesi, felici e rilassati. Ci piace ritrovarli così in forma e aspettiamo i remix di Savana, come il vinile dell'ultimo album.

 

arrowDomenica 27 maggio a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Intercity
"Yuhu" appena uscito per A Cup the Garden è il secondo album per la band bresciana che aveva esordito con "Gran Piano" nel 2009 esponendosi con una propria etichetta: Intervista Music. Il leader carismatico Fabio Campetti - autore delle musiche e dei testi - rispetto all'esordio rimescola gli equilibri e la cantante e chitarrista Anna Viganò acquisisce un ruolo più presente ed evidenziato. Le canzoni così hanno più smalto e ricchezza di movimenti. Canzoni che raccontano con piglio giusto per insinuarsi e rimanerci dentro. Dei primi Intercity ricorderemo la sensazione (comunque bella) degli Edwood in italiano l'altro gruppo di Fabio che l'ha portato ai primi successi di pubblico.

h16:00 Intervista ai Sycamore Age
Francesco Chimenti è il figlio di Andrea Chimenti e anche se con caratteristiche diverse ha un talento cristallino che ci pone per una volta di fronte logica di una eredità naturale da padre a figlio. Francesco quindi è la voce e l'anima del gruppo mentre il movimento e la struttura planante delle canzoni sono affidate a Santoni che da produttore artistico quale era, si è invece fatto coinvolgere suonando e componendo in prima persona. Altri cinque musicisti hanno raggiunto i due musicisti per far luce dagli albori a queste strepitose trame impreziosite da poesie e da quintessenze, da esplosioni lunari e fiori in esplosione primaverile.

h16:30 Intervista a Nicolas J. Roncea
"Old Toys" che esce per I Dischi Del Midollo è il titolo del secondo disco di Nicolas J. Roncea che già avevamo conosciuto con Io Monade Stanca. Il disco nuovo ha un'anima fanciullesca e il protagonista è un orsacchiotto che la detiene con cura (come da copertina). Con queste premesse diventare troppo stucchevoli poteva essere l'unico difetto, ma il pericolo è stato evitato e così rimane la leggerezza, gli uccellini, la pianura, Elliott Smith, la solitudine che fa bene e gli amici che segnano il cangiar delle stagioni.

 

arrowDomenica 13 maggio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Uochi Toki
"Idioti" è il titolo dell'ultima fatica del duo Uochi Toki, appena uscito per La Tempesta e costituito dalla parola di Napo e dal suono di Rico. Sette album sono passati dal loro esordio e ormai non vi sono dubbi sulla validità della loro opera. Ascoltare con voracità le storie e i pensieri del narratore sciolto con i giacigli elettronici creati dal tranquillo manipolatore, mi lasciano sempre ammirata e colpita.

h16:00 Intervista ai Mosquitos
I Mosquitos da Frosinone li ritroviamo più in forma che mai per questo disco nuovo "Socialhaze" appena uscito per Fosbury e che tocca la quarta pagina della vita musicale del gruppo. Qualche cambio di formazione e da trio si ritrovano in sei per cogliere prontamente le cangianze psichedeliche per spazio e intensità. Un disco scuro, molto elettrico ma sempre attento alla melodia delle chitarre. Ne parliamo con il cantante Mario Martufi.

h16:30 Intervista agli Exilia
Masha canta negli Exilia che ormai sono arrivati con "Decode" al quinto album appena uscito per la tedesca ZYX. la Germania è stata fondamentale per l'evoluzione del successo del gruppo che facendo metal - per quanto contaminato - in Italia non trovano molti spazi. Da parte mia ho trovato molto interessante il progetto è la vocalità di Masha che cattura uno spasimo rock a cui non si resiste.

 

arrowDomenica 6 maggio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Grimoon
"Le Déserteur" è l'ultimo album dei veneti Grimoon, appena uscito per Macaco Records. Da anni i Grimoon presentano il loro progetto facendo coincidere la sensibilità cinematografica a quella musicale, contrapponendo i video relativi alle canzoni durante i live. La presenza delle storie, dei protagonisti del passato e dell'immaginario pittorico sono gli spunti e l'ago e il filo con cui queste canzoni addolcite dalla lingua francese della splendida Sonnen cantante e co-autrice delle canzoni assieme ad Alberto.

h16:30 Intervista ai Bad Love Experience
La Black Candy records licenzia un altro ottimo album dei livornesi Bad Love Experience. Un disco che intitolano "Pacifico" e non potevano scegliere aggettivo migliore per preparare i loro estimatori abituali al cambio di rotta che li porta a ridurre la loro parte garage rock e ampliare ed esporre un lato pop elettronico francese e soprattutto inglese. Comunque i ragazzi continuano ad essere fedeli ad un approccio sincero di affrontare la propria musica.

 

arrowDomenica 22 aprile a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli OVO
"Cor Cordum" è il sesto album degli OVO e ad un anno dalla sua uscita per Supernaturalcut, ce lo facciamo raccontare Bruno Dorella (Ronin/Bachi Da Pietra) co-fondatore del duo assieme a Stefania Pedretti (Alos). Bruno suona parti di batteria: floor tom, snare e ride; mentre Stefania è alla voce, chitarra e basso. Da undici anni gli Ovo rappresentano un raggiante esempio di energia live, che ha conquistato tutto il mondo underground per loro approccio sincero, vibrante e intenso che li porta a sprigionare dal palco il loro amore per la musica.

h16:00 Intervista a Lucia Manca
Lucia Manca esordisce con un album omonimo che racconta i suoi sogni che sbattono con la realtà ma il suo candore ha trovato il modo per non accorgersi bruscamente delle brutture. Lei canta soavemente e crea la sua atmosfera tirando fuori la sua personalità che ci piace. Il disco è uscito per una co-produzione di Novunque e Libellula rec. alla fine del 2011.

h16:30 Intervista a Tomat
Esce per la Monotreme di Londra il disco solista di David Tomat da Torino. L'abbiamo conosciuto per i N.A.M.B. e Niagara, ma questa volta si ripresenta da solo per una improvvisazione divisa in sei giorni che sintetizza in undici momenti eventi/ disastri/ consapevolezze/ invenzioni a cui accomuna una data. Il risultato con il 90% di voci è molto psichedelico.

 

arrowDomenica 15 aprile a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Jowjo
Jowjo è Sergio Carlini che conosciamo bene come chitarrista dei Tree Second Kiss e per questo progetto nuovo ci mostra un altro aspetto del suo approccio musicale. La sua chitarra diventa protagonista e incede pacata e ma ben luminosa. Al fianco di Sergio il buon Giovanni Fiderio al violino, alla viola, al piano e all'organo. Il primo episodio di questo nuovo percorso "Out of the window into the house" è appena uscito per Riff Records.

h16:00 Intervista a Ilenia Volpe
Dopo qualche comparsa in un paio di compilation e tanti live sudati e veloci, la signorina Ilenia Volpe esce con il suo primo album "Radical chic un cazzo", prodotto da Disco Dada Records con il gentile supporto del grande Giorgio Canali, che tanto bene fa alla musica da tanti anni e così si lascia prendere dalla ruvidezza di questa ragazza catturando i suoi interventi musicali in presa diretta. Lei nelle sue canzoni insulta, si arrabbia, s'indigna, ma non ci frega, perchè lei si emoziona anche e si lascia andare mostrandosi fragile. Una persona vera quindi che oltre a Canali è piaciuta anche a me.

h16:30 Intervista ai Kramers
Dopo un primo EP "Songs for Every Morning" uscito per Marsiglia, i genovesi Kramers si ripresentano con un disco sulla lunga distanza: "Warum Warum ist Die Banane Krumm?" appena uscito per Michele di The Prisoner Records. La voce soul di Giulia Sarpero è regina dentro dinamiche pop elettroniche composte con sentimento assieme a Federico Branca che è alle chitarre e ai synth. Il disco alla fine suona dance e anche per chi non ama il genere ci può trovare dei momenti interessanti nelle insenature pop più divertenti.

 

arrowDomenica 1 aprile a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Margareth
Dopo "White Lines" tornano i Margareth e con loro una curiosità sempre viva sulla ricerca della canzone perfetta da disfare e rivedere dall'inizio. Questa è la chiave di "Fractals", appena uscito per Macaco così come era successo per l'esordio. Questi sono ragazzi che amano mettersi in gioco con le loro stesse capacità compositive e così ci è sembrato naturale amare il loro disco al primo ascolto.

h16:30 Intervista ai Nino Bruno e Le 8 Tracce
L'anno scorso il loro disco "Il Cane Telepate" era stata una piacevolissima sorpresa che li vedeva presentarsi con la caratteristica registrazione su 8 tracce analogiche con effetti elettromeccanici. Le atmosfere che creano cantando in italiano portano al genere cinematografico del Musicarello. Il trio ancora una volta ci rende felici seguendo la stessa formula con "Sei corvi sotto il sole", cd appena uscito per Goodfellas.

 

arrowDomenica 25 marzo a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai The Peawees
I Peawees da La Spezia sono gruppo dal 1995 e ad oggi, col CD nuovo, hanno sfornato cinque dischi. Il loro stile ha da sempre frequentato territori punk e si sono creati un certo credito anche all'estero, così per uscire dal seminato e incamminarsi su nuovi sentieri, hanno ricominciato dall'inizio del rock n'roll e da lì spingono e fanno crescere nuove canzoni che sono entrate in "Leave It Behind", uscito qualche mese fa per Wild Honey Records. Ne parliamo con Hervè Peroncini.

h16:00 Intervista ai Mantra ATSMM
Dopo l'esordio di due anni fa, uscito per Rare Noise, tornano i Mantra ATSMM di Napoli con "Ghost Dance" che esce sempre per la stessa etichetta londinese. Un disco intenso e commovente per le sfumature della voce di Adriana Salomone. Le molodie e gli arrangiamenti sono stati concepiti in un soffio di fiato eppure le undici canzoni del quartetto impressionano per tecnica ed espressività fondamentalmente rock. Ne parliamo con Davide Famularo: basso e synth.

h16:30 Intervista ai Walking The Cow
Il nuovo progetto Walking The Cow nasce a Firenze da pochissimo ma non sono esordienti i singoli musicisti. In formazione infatti troviamo Paolo Moretti e Martino Lega della Pentolino's Orchestra e Nico Volvox e Bardus dei Mirabilia, gruppi di cui ricordiamo bene le gloriose gesta. La vera sorpresa per presto progetto è la cantante Michelle Davis: un piccolo fiore all'occhiello che accentua la gioiosità e la bizzarria delle canzoni che spruzzano vernice a fiotti su nuove tele bianche da rendere arte. Ne parliamo con Michelle.

 

arrowDomenica 18 marzo a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Rella The WoodCutter
Rella the Woodcutter, aka Federico Macchiarella, porta a spasso la sua creatività e ogni tanto registra qualcuno dei momenti migliori, come in questo suo ultimo LP "The Golden Undertow", appena uscito per Onga. Le canzoni non arrivano dalla tecnica ma dal talento e dalle dita che accordano le ragione del tempo che si accorda con lo spirito sfuggente e bello e lo modella non trattenendo le briglia per fare scorrere la melodia con una voce che ha certe sfumature che ricordano Syd Barrett, come anche i suoni.

h16:20 Intervista agli En Roco
"Nè uomini nè ragazzi" è il titolo dell'ultimo album dei genovesi En Roco. Sono passati nove anni dal loro "Prima di volare via", esordio uscito per Fosbury Rec., etichetta che continua a produrli anche per questo quinto album. Il gruppo dopo il cambio di direzione del precedente "Spigoli" - che li vedeva più rock - adesso sono tornati alle loro caratteristiche più uniche: la loro essenza poetica e pragmatica che irrompe splendidamente e ce li fa amare nuovamente come buon vino invecchiato bene perché conservato con cura, alla giusta temperatura per essere apprezzato e gustato.

 

arrowDomenica 11 marzo a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Circo Fantasma
"Playing with the ghost" è il quinto album per i Circo Fantasma, ovvero Nicola Cereda (chitarra e voce), Roberto De Luca (basso) e Carlo Cereda (organo, piano e fisarmonica). Un disco illuminato per entusiasmi nuovi con cui il gruppo lombardo affronta se stesso attraverso e con le movenze creative di altri musicisti e gruppi. La collaborazione per diversi pezzi con l'ex Swell Paps Nikki Sudden è il motore emotivo del disco che in maniera eterogea e compatta si dissolve in spensierate istantanee. Ne parliamo con Nicola.

h16:00 Intervista e live dei Murder
Ci tornano a trovare i Murder da Bologna. La voce di Sheson Delay e la chitarra di Carlo Marrone, s'incontrano con "Why?" per il loro secondo album sulla lunga distanza dopo l'esordio "Tu M'uccidi". L'ordine d'idee dei due bolognesi è sempre coerente e contrastante come uno spirito punk dentro una cravatta di seta. Interessante la svolta del cantato in italiano per la seconda parte del disco dove Sheson mostra nostre sfumature della sua graziosissima voce.

 

arrowDomenica 4 marzo a Snatura Rock

h15:05 Intervista a Colapesce
Lorenzo Urciullo, aka Colapesce, mette insieme i pezzi di un cuore ferito perché incompreso. Il suo album d'esordio "Un meraviglioso declino" arriva dopo varie collaborazioni e l'esperienza in gruppo con gli Albano Power. La sua voce sussurrata e le sue linee melodiche eleganti fanno delle canzoni dei manufatti emotivi da portare con sé tra le piccole cose che ci rendono felici.

h16:00 Intervista ai Black Banana
I Black Banana si divertono tantissimo quando suonano la propria musica e quando il gruppo sta bene e ha talento fa divertire anche gli altri. Il loro rock genuino è nato in Brianza ma deve il suo approccio ad ascolti molto vissuti e sudati sul palco, sulla cui dimensione puntano per mostrare la loro immagine migliore. Il disco che presentano "Sonic Death Monkey" è appena uscito per il Verso del Cinghiale.

h16:35 Intervista a Bobby Soul
"Conseguenze del Groove"è il secondo album per il cantante e dj ligure Alberto "Bobby Soul" De Benedetti, dopo cinque anni dall'esordio "Draghirossi & Buchineri". In realtà i gruppi di cui è stato cantante in questi anni: Les Gastones, The Knickers e Los Bonobos Boracheros sono tutti nel suo album nuovo, quindi è poco solista, ma l'importante è la bellezza delle canzoni che si evolve bandendo le rime baciate e affrastagliandosi nelle colline del significato concreto.

 

arrowDomenica 26 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Broken Cordes
"Tu lo sai" è il disco nuovo dei baresi Broken Cords che forti della decisione di cantare in italiano cercano la chiave pop rock per un approccio diretto e semplice e il disco scorre senza troppi intoppi. Il disco esce per per Friends of music e la presenza del cantautore Zibba che recita per l'occasione alla fine del disco mostra il gruppo con una veste altra che ci sembra interessante.

h16:00 Intervista ai Valery Larbaud
I Valery Larbaud, dopo l'esordio e tre EP, tornano con "Il terzo principio della dinamica" appena uscito per Greybunny Records. La loro scrittura fa entrare subito in un'atmosfera che ben dispone all'orpello teatrale alla strofa, al pensiero e alla sostanza che traspare chiara da queste musiche e parole.

h16:35 Intervista a Claudio Rocchi
"In Alto" appena uscito per Cramps è il nuovo disco di Claudio Rocchi che ha iniziato suonando il basso negli Stormy Six nel 1968. Il suo album nuovo cammina su territori psichedelici e attraversa una nuvola di rock con sfumature di elettronica, come lampi in una giornata primaverile.

 

arrowDomenica 19 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Adam Frei
The Afterglow, già conosciuti e rinomati, si prendono una pausa dal gruppo per buttarsi a capofitto in un altro progetto: Adam Frei. Un modo questo per concedersi maggiore libertà compositiva. Ne viene fuori "Empy Music Industry" appena uscito per Seahorse Rec. album conciso, semplice, fresco e davvero efficace. Pop rock d'autore che si spinge finché il sorriso è sincero. Ne parliamo con il cantante e bassista Dave Timson.

h16:00 Intervista a Dellera
"Colonna Sonora Originale" è il primo album solista di Roberto Dell'Era aka Dellera. Dal 2006 è lui il bassista degli Afterhoures e ha collaborato con i Calibro 35, Dente, Il Genio. Dellera per questo progetto ha attinto a piene mani su diverse esperienze musicali vissute nel corso di dieci anni e ha strutturato l'album con i reframe venuti fuori, come fosse un film. Un film stracolmo della scena di Cantembury degli anni 70, di Chuck Berry e dell'Equipe 84 e Celentano.

h16:35 Intervista ai Diaframma
I Diaframma hanno ritrovato una nuova giovinezza con "Niente di Serio". Federico Fiumani prende le redini della sua creatura con la quale aveva esordito negli anni 80 e ha iniziato un'importante storia musicale e si presenta sfacciato, spigoloso, concreto, dignitoso e poetico. Le sue parole sono sempre libere e vere e il rock delle sue dita pulsa splendidamente. "Il Dono" che vedeva diversi gruppi rifare le canzoni storiche dei Diaframma, uscito tre anni fa, ha sigillato l'importanza del gruppo per quello che è stato e per il suo essere contemporaneo.

 

arrowDomenica 12 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Adam Frei
The Afterglow, già conosciuti e rinomati, si prendono una pausa dal gruppo per buttarsi a capofitto in un altro progetto: Adam Frei. Un modo questo per concedersi maggiore libertà compositiva. Ne viene fuori "Empy Music Industry" appena uscito per Seahorse Rec. album conciso, semplice, fresco e davvero efficace. Pop rock d'autore che si spinge finché il sorriso è sincero. Ne parliamo con il cantante e bassista Dave Timson.

h16:00 Intervista a Dellera
"Colonna Sonora Originale" è il primo album solista di Roberto Dell'Era aka Dellera. Dal 2006 è lui il bassista degli Afterhoures e ha collaborato con i Calibro 35, Dente, Il Genio. Dellera per questo progetto ha attinto a piene mani su diverse esperienze musicali vissute nel corso di dieci anni e ha strutturato l'album con i reframe venuti fuori, come fosse un film. Un film stracolmo della scena di Cantembury degli anni 70, di Chuck Berry e dell'Equipe 84 e Celentano.

h16:35 Intervista ai Diaframma
I Diaframma hanno ritrovato una nuova giovinezza con "Niente di Serio". Federico Fiumani prende le redini della sua creatura con la quale aveva esordito negli anni 80 e ha iniziato un'importante storia musicale e si presenta sfacciato, spigoloso, concreto, dignitoso e poetico. Le sue parole sono sempre libere e vere e il rock delle sue dita pulsa splendidamente. "Il Dono" che vedeva diversi gruppi rifare le canzoni storiche dei Diaframma, uscito tre anni fa, ha sigillato l'importanza del gruppo per quello che è stato e per il suo essere contemporaneo.

 

arrowDomenica 29 gennaio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Venus In Furs
"Siamo pur sempre animali" è l'esordio dei pisani Venus in Furs che esce grazie all'etichetta Cavalleria Burlesque. Raccontano del quotidiano vivere e del loro senso d'indignazione che manifestano attraverso la musica rock. Una buona cultura musicale li ha portati a scalfire i contorni di una buona struttura per le loro canzoni, decisamente accattivanti. Sul disco troviamo un trio orfano del batterista ma già un nuovo batterista è entrato nella loro vita. Ne parleremo con Claudio, cantante del gruppo.

h16:05 Intervista ai Comfort
Alessandro Baris ci racconterà di "Proximity to Temporality", uscito qualche mese fa per l'etichetta newyorkese 482Music, terzo disco dei Comfort che li ha portati a farsi apprezzare da un famoso dj spagnolo. In Italia ci sono troppe ragnatele nei meandri dei meccanismi che riguardano la musica jazz e quella rock per potersi aprire al gusto eterogeneo dei viaggi musicali di questa band che con l'aiuto di diversi ospiti aprono ventagli a delle ali già aperte e così se ci lascia andare si trova l'arte della musica.

h16:35 Intervista a Missincat
Deliziosa voce quella di Missincat aka Caterina Barbieri che con naturalezza e fascino sciorina esempi del suo raccontare cantando. Vive a Berlino ed è originaria di Milano. il suo duetto con Dente che chiude il disco sta imperversardo nelle radio tedesche indipendenti. Missincat ci spiegherà quanto può essere bello attraverso "Wow" giocare con la musica che si ha nel proprio sorriso, nei sogni di felicità, negli scherzi degli amici, nelle dita di una bimba al pianoforte che veniva "rimproverata" perché cantava troppo.

 

arrowDomenica 22 gennaio a Snatura Rock

h16:05 Intervista ai Newsforlulu
"They Know" è il secondo album per il quintetto di Pavia. Avevano esordito con "Ten White Little Moster" nel 2006 e il gruppo mantiene intatta la freschezza erudita del debutto, perché è vero che i ragazzi fanno pop, ma è d'obbligo aggiungere nel loro caso: d'autore. Il disco esce per Urtovox e Supermota e ne parleremo con Umberto, il cantante.

h16:35 Intervista ai buenRetiro
"In Penombra" è il quarto album dei buenRetiro, quartetto rock formato da due chitarre, basso e batteria. Cantano in italiano cercando un filo comunicativo poetico che però non si perde in ornamenti e contro canti, ma è compatto e solido. Puntano sulle melodie delle chitarre e il cantante Mauro Spada che suona anche il basso è immerso in questo giro concreto e rassicurante. Il disco esce per Deambula e ne parleremo con Mauro

 

arrowDomenica 15 gennaio a Snatura Rock

h15:20 Intervista a Musica Da Cucina
Esce per Long Song Records il secondo album s/t di Fabio Bonelli aka Musica Da Cucina. Il progetto è nato nel 2004 e nel 2006 ha visto la luce l'esordio omonimo. Anche in una cucina tra pentole, bicchieri, affetta uova sode, cucchiai che diventano un glockenspiel si può comporre col piccolo aiuto di un ampli e così snocciolare melodie e sogni, con la concretezza che gli oggetti si portano addosso che si contrappone al sognare, al cielo, alla montagna e alla creatività del signor Fabio Bonelli.

h16:20 Intervista ai Dadamatto
"Anema e Core" è il terzo album per il trio marchigiano. Ascoltare le loro storie e le loro melodie è sempre una piacevole e divertente esperienza. Sorridono alla vita e senza peli sulla lingua contro-cantano episodi reali. I Dadamatto avevano esordito nel 2007 con "Ti Tolgo La Vita" uscito per Marinaio Gaio/Bloody Sound/ Sweet Teddy, nel 2008 è stata la volta di "Il Derubato Che Sorride" uscito per Risvp/ About A Boy. L'ultimo disco esce invece per Infecta Suoni & Affini/ Face Like a Flog. Ne parleremo con Marco Imparato.

 

arrowDomenica 11 dicembre a Snatura Rock

h15:00 Intervista ai Don Turbolento
Dario Bertolotti (già nei Black Dirt) e Giovanni Battagliola (già nei Black Eyed Susan) condividono la vita musicale dei Don Turbolento dal '95. La batteria di Giovanni incontrano i sinth e la voce di Dario da due album e un EP. Dance anni 80 molto lisergica in chiave elettro-punk che svincola su melodie pop ancora più marcate e preponderanti in questo ultimo "Attack", rispetto al loro esordio omonimo di tre anni fa.

h15:20 Intervista e live con gli Tsigoti
Ogni album del gruppo italo-americano degli Tsigoti ha un tema. "The Imagination Liberation Front Thinks Again", terzo lavoro del quartetto, racconta la guerra. Il tentativo è sempre di acquietare gli spasimi più distruttivi con una soluzione alternativa possibile. Thollem McDonas alla voce e al piano non convenzionale, in questo caso beatup, Jacopo Andreini alla chitarra, Matteo Bennici al basso e Andrea Caprara alla batteria. Tutta farina del loro sacco il sensazionale incrocio quasi funky tra l'impro e social rock punk con un sorriso enorme che parte da loro che arriva poi a noi che li ascoltiamo grati.

h16:05 Intervista e live alla radio con i Thomas
"Mr Thomas' Travelogue Fantastic"appena uscito per Automatic è il primo album del gruppo, che non si accontenta di appartenere ad un sono genere e infatti spazia dal funky, al pop, al rock, alla dance music, per decenni e stili musicali, mantenendo però un certo rigore che li rende alla fine dei conti addirittura innovativi. Se pensiamo che questi ragazzi sono tanto perfezionisti che per trovare la sinfonia giusta che si confacesse e aderisse perfettamente ai loro gusti e allo stampo che avevano pensato per loro stessi hanno fatto passare ben dieci anni dall'inizio della loro avventura, prima che venisse fuori il loro esordio.

 

arrowDomenica 4 dicembre a Snatura Rock

h15:00 Intervista agli EVA'S MILK
"Zorn" è il secondo disco per il gruppo di Novara che aveva esordito con "Cassandra il sole che oscura" tre anni fa per l'etichetta tedesca Fuego Records. Stessa label anche per il disco nuovo che così diffonde le attitudini rock un po' isteriche e d'impatto: strabordanti azioni e sensazioni amorose come morbide e fruibili per le college radio anni 90. Ne parleremo con Andrea Zanolli, cantante, chitarrista. Completano il gruppo Paolo Contribunale al basso e Lorenzo Stangalini alla batteria e alle percussioni. Il noise, invece, che da vigore alle melodie è a cura di tutti a tre.

h15:20 Intervista e live alla radio con DOGS IN A FLAT
Dogs In A Flat di Vittorio Veneto (TV) con "Days Before The Robbery" arrivano al secondo album dopo l'esordio che li ha portati a fare il salto e si sente che più vanno avanti più ci prendono gusto nello sciorinare melodie composte da quattro teste diverse e hanno aggiunto anche altri due elementi per arricchire ancora di più le melodie. In occasione del live alla radio avremo una versione più scarna delle canzoni, per adagiarci dolcemente sulla sostanza viva della melodia della canzone: il cuore vivo.

h16:05 Intervista e live alla radio con VINCENZO FASANO
Ascoltare "Il Sangue", esordio sulla lunga distanza di Vincenzo Fasano, appena uscito per Eclectic Circus è la più bella cosa capitatami quest'anno. La sua voce castiga, colpisce, apre la mente e il cuore, racconta le brutture umane e le conseguenze delle vittime. Gli arpeggi, i battiti di mani, la melodiosità, la lucentezza d'animo sono solo alcune delle caratteristiche del cantante e chitarrista. Occhi buoni che ci conquistano per l'urlo della vergogna, della disperazione ma anche della passione gioiosa. Il gusto di Vincenzo per gli arrangiamenti e le parole che volevamo sentirci cantare addosso e ricambiare per sentirci in un sensato stato di benessere sociale con noi e con gli altri.

 

arrowDomenica 27 novembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Gionata Mirai
La musica in una chitarra acustica può essere intensa, animata, delicata, nebulosa, scricchiolante, fitta, snodata, elegante, consumata, se il possessore è Gionata Mirai: musicista d'eccezione che ha già composto ed eseguito meraviglie con i Super Elastic Bubble Plastic e il Teatro Degli Orrori, che ha prodotto e registrato tanti gruppi e che adesso, nella veste sempre onorevole di autore solista, esce con "Allusioni" per La Tempesta e Niegazowana.

h16:20 Intervista ai Lapingra
Dolci, eclettici scultori di emozioni, si presentano in coppia per spossessarci delle nostre facoltà razionali e brulicano suoni, sensazioni, tuffi nella panna montata, intorno alle loro melodie nessuna bruttura potrebbe scalfirle, così ci facciamo trasportare e dimentichiamo il noioso resto. Il disco del duo costituito da Angela Tomassone e Paolo Testa s'intitola "Salamastra" ed è co-prodotto dagli stessi Lapingra e Aoisland productions. Ne parleremo con Paolo.

 

arrowDomenica 20 novembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai My Foolish Heart
I My Foolish Heart sono un duo formato dalla cantante Caterina Sandri e dal polistrumentista Stefano Ordazzo. Attraverso degli accorgimenti noise completano le trame intessute dalle melodie e dall'armonia. Facili per non dire fruibili e difficili per non dire stilosi. "Ocean Ocean" è il primo album ufficiale dopo due EP. Raccoglie i loro istinti - come se afferrassero la nota giusta al momento giusto - e spregiudicatezze che si esprimono nel psichedelia che entra di soppiatto e brilla come del resto tutto il disco.

h16:00 Intervista ai Newtone 2060
Il trio dei Newtone 2060, ovvero Cristiano Calcagnile alla batteria ricercata, Marco Albert alla voce con effetti e Salvatore Sammartino ai vecchi vinili e giri musicali. aveva esordito per Setola di Maiale nel 2009. Per il secondo album invece, i ragazzi hanno messo assieme sessions da registrazioni in studio documentando il loro lavoro. "Shot" è il terzo album del gruppo uscito questo 2011 per Fratto9UnderTheSky. Suggestioni è la parola chiave per entrare dentro questo mondo. Una palla di cristallo li protegge delle brutture e attraverso il becco irriverente del grandissimo scrittore e poeta Charles Bukowski si arriva ad attivare graziosi input dell'immaginario musicale.

h16:30 Intervista ai Dead Cat In A Bag
I Dead Cat In A Bag con "Lost Bags" presentano la loro opera prima, uscita all'inizio del 2011 per Viceversa Rec. La loro musica principalmente cerca il folk-blues ma c'è da sottolineare quanto sia immaginifica. È quindi facile credere che questo disco possa diventare una colonna sonora di un western metropolitano ambientato in un America polverosa dei saloon e dei deserti come delle feste da ballo ma in un film di Aki Kaurismaki.

 

arrowDomenica 13 novembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Frankspara
"Soprattutto" uscito nel 2009 era l'album d'esordio di Frankspara che ha dato luce finalmente all'atteso seguito: "Il Dottor Crepapelle e L'albero che Cammina", appena uscito per Reincanto Dischi. Un album che ancora una volta usufruisce della tempera intimistica e malinconica dell'autore della canzoni Francesco Viani, sempre in trepidante attesa per una congiunzione tra realtà, sogno e canzone.

h16:20 Intervista a Umberto Palazzo
Dopo "Generazioni, un tributo al Santo Niente", Umberto Palazzo ricambia con un album che predilige rispetto al passato il sentimentalismo della luna, del crepuscolo, del mattino, nelle grazie della sua voce che modula con tono malinconico e nel giustizialismo e nella poesia si esprime, si dona agli altri con intensità com'è sempre stato capace di fare, anche in altre vesti e per altri gruppi.

 

arrowDomenica 30 ottobre a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli es
Dopo otto anni di stand by, tornano gli aggraziatissimi es, rocker con i petali di rose intorno, prodotti dalla loro stessa famiglia ovvero la Fosbury Rec. Ci avevano conquistati già per il loro esordio "Mr Cervello EP", prima ancora, nel 2000, per l'EP "Musica Tedesca tric e troc" e adesso con "Tutti Contro Tutti Portiere Volante" portano a compimento un nuovo esempio concreto della loro bravura. Un album più cantato rispetto al precedente e ALes non è solo alla voce, perché stavolta c'è anche la voce fresca di Tina: nuovo elemento assieme al chitarrista Damiano Cavallin. Quindi il trio con Mario Gentili al basso, chitarra e cori; Simone Faggian alla batteria e ALes aka Alessandro Mattiuzzo alla voce, alle chitarre, alle tastiere e campioni, è diventato un quintetto.

h16:20 Intervista agli Obake
Prima prova per gli Obake, quartetto nato da Eraldo Bernocchi che voleva sperimentare come per istinto gli capita sovente, nuovi approcci, nuove sinergie che unite al suo ibrido musicale sempre capace di mescolare bene gli elementi, si arriva ancora una volta ad un ottimo progetto. In primis troviamo Massimo Pupillo: bassista degli ZU, poi il batterista Balazs Pandi - anche lui negli Zu al posto di Jacopo Battaglia che ha lasciato il trio romano - e alla voce grind Lorenzo Esposito Fornasari, già negli Owls e Ashes. Il disco "ST" è uscito per la Rare Noise Recors e ha un'anima metal che sembra provare ad ambientarsi nel mondo, ma ci sono gli spigoli e il male oltre alle colline profumate e l'amore.

 

arrowDomenica 23 ottobre a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Zen Circus
Canzoni che non sono storie ma pensieri ad alta voce per "Nati per subire": settimo album per i pisani Zen Circus. I ragazzi dopo la svolta del cantato in italiano hanno preso bene in mano le redini della scrittura ormai assestata su solide basi e ne è venuto fuori un disco godibilissimo capace di coinvolgere folle per gli strati ora crudi ora buffi dei loro testi che li vedono protagonisti, come se librassero sulle nostre teste. Ne parleremo con Appino.

h16:20 Intervista a Dente
"Io tra di noi" è il piccolo gioiello che Dente ha deciso di condividere con i suoi estimatori. Coccolato da giornali, radio e locali, finalmente ha trovato le corde giuste attraverso cui diffondere le proprie canzoni rimanendo se stesso, come da sempre cerca di essere. Così attraverso il suo cuore che ne incontra altri e sente paesaggi e profumi ci addolcisce con i sempre troppo brevi momenti dei suoi dischi.

 

arrowDomenica 16 ottobre a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai The Rock'N' Roll Kamikazes
Andy Mc Farlane, chitarrista e cantante già famoso per The Hormonauts e apprezzato per i Spamabilly Borghetti, ritorna con un gruppo nuovo The Rock 'N' Roll Kamikazes, che condivide con il batterista Giuseppe De Gregoriis conoscendolo al Mutoid Waste Co. di Santacangelo di Romagna: performers con l'attitudine delle sculture di ferro creato da loro stessi in un ambiente apocalittico. Hanno chiamato poi il contrabbassista romagnolo Nicolò Fiori e il sassofonista Guy Portoghese, già nei Guy e gli Specialisti. Con "Tora! Tora! Tora! (Tora!)" hanno preso il treno per il rock anni 50 e aspirano potentemente le orecchie dei malinconici di quegli anni, ma stranamente anche le mie.

h16:20 Intervista a THE GIFT
The Gift, formazione della provincia di Pescara, punk dark leggermente new wave, in voga tra il 1983 e il 1987, sono tornatati dopo 25 anni con un disco nuovo, "Rebirth". Un disco dedicato alla memoria del chitarrista fondatore del gruppo, Stefano Alici. Il disco è la rivisitazione di quei primi anni 80, rivisti oggi, perché si tratta dei loro inediti e brani più amati dai lori estimatori, come "Disperate Dance" che apre il disco. Il risultato è un buon disco che sembra riflettere su uno stato delle cose che ci fa ribrezzo, perché dimentico della dignità, del sentimenti e della passione per la vita: sentimenti che andrebbero sempre salvaguardati.

 

arrowDomenica 9 ottobre a Snatura Rock

h15:15 Intervista e live con The Hacienda
Dopo l'intervista telefonica del 3 luglio, ritornano The Hacienda, ma stavolta in carne ed ossa, per presentarci live in versione acustica il loro primo album sulla lunga distanza,"Picking Pennies Off The Floor", uscito qualche mese fa per Black Candy. Ci racconteranno del loro tour e delle loro canzoni colorate e coinvolgenti.

h16:20 Intervista a LeMaschereDiClara
Dopo un primo EP "23", uscito per Jestrai nel 2010, arriva per Le Maschere Di Clara il debutto ufficiale con il favoloso "Anamorfosi", uscito per Black Widow Records. Il trio veronese incalza e irrompe nell'ambiente con la delicatezza e sfrontatezza del violino che dondola e rotola di Laura Masotto, l'irrequietezza del pianoforte e il basso di Lorenzo Masotto e la dinamicità impeccabile della batteria di Bruce Turrri. Tutti e tre intervengono con la voce, recitando o cantando. Ne parleremo con Lorenzo.

 

arrowDomenica 25 settembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Marco Notari
Ecco uscito per Libellula Music il terzo album per il cantante e chitarrista torinese Marco Notari. "Io" è un album su sé stesso che cerca di trattenere le persone care mentre lo attraversano nei giorni. Raggiunge l'enfasi con la sua voce angelica come anche graffiante che abbraccia diversi generi e velocità di movimento: dall'elettronica al pop, dall'ambient orchestrale per fiati ed archi alle scatole di cartone che sostituiscono la batteria in alcuni brani. Tutto questo anche grazie al quartetto che accompagna Notari: Madam. E grazie agli ospiti pronti ad impreziosire il disco tutto dalla copertina a certe sfumature.

h16:20 Intervista a The LongJ
The LongJ nascono da due musicisti che avevamo conosciuto come membri di 100% (Adolfo Macrì: chitarra e voce) e Spriggen (Marco Riccioli: batteria e voce). "Raggio Katarana" è la loro prima prova insieme come duo. Si assaporano i suoni noise rock, già conosciuti ed apprezzati per le band precedenti e ci si perde volontariamente negli affascinanti vicoli dei suoni del movimento catanese, reso celebre dagli Uzeda. Il figlio di Agostino e Giovanna degli Uzeda, ovvero Sasha (che suona la batteria nei Three Second Kiss), ha registrato il disco nel suo Dreams Factory Analogicstudio. Il disco infine, esce per Edwood Records che festeggia così i suoi dieci anni di vita.

 

arrowDomenica 18 settembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Giorgio Canali & Rosso Fuoco
"Rojo" è il disco nuovo del grande cantante e chitarrista Giorgio Canali che oltre a produrre e registrare ottimamente i dischi di altri, manda avanti anche il suo percorso personale. Dopo due anni da "Nostra Signora della dinamite" Canali, assieme alla sua band, quindi torna e con qualche cambio di formazione e l'ospite Angela Baraldi, si delineano i primi contorni del disco che si presenta come al solito come una sincera e appassionata presa di posizione della vita, della società e dell'amore, senza avere paura di usare le parole. Il piglio musicale inoltre è profondamente e visceralmente rock, come amiamo apprezzare in lui.

h16:20 Intervista a N.A.N.O.
Emanuele La Piana , già cantante dei c|o|d, da qualche anno ha adottato lo pseudonimo N.A.N.O. che l’ha portato ad una dimensione più personale con il debutto “Mondo Madre” ma con “I Racconti dell’amore malvagio”(Fosbury rec.) è nuovamente attorniato da condivisioni e si ritrova in una sorta di flusso di generi, poesie, ideali e sensualità cantando e lasciando cantare in italiano.

 

arrowDomenica 11 settembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Paolo Spaccamonti
Il chitarrista e compositore torinese Paolo Spaccamonti aveva esordito due anni fa con "Undici pezzi facili": disco che ha fatto subito capolino nelle corde intransigenti della mia memoria musicale (che cerca sempre disperatamente nuovi stimoli) e del bisogno di leggerezza ed intensità. Lo strumento della chitarra diventa grazia anche per questo disco nuovo di Spaccamonti che intitola "Buone Notizie" e che esce per la Bosco rec. di Daniel Brusaschetto, com'era stato per l'esordio.

 

arrowDomenica 4 settembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Giovanni Nuti
"Una piccola ape furibonda" è l'ultimo episodio del matrimonio creativo tra la poetessa Alda Merini e il cantante, pianista e compositore Giovanni Nuti. La loro collaborazione è iniziata nel '93 e si è intensificata fino alla scomparsa della poetessa nel 2009. Il disco ha dentro la carica emotiva, la gioia di vivere, l'ironia e l'intensità di Alda Merini cantata da Nuti con il rispetto e la devozione di uno scambio di arti la musica e la poesia che si sentono fino agli infinitesimali.

h16:20 Intervista agli Unmade Bed
Il trio degli Unmade Bed ha registrato il secondo disco "Mornate Muntide" con la tecnica binaurale che consiste nell'ottimizzazione del suono a due orecchi per percepire grazie alle cuffie le sfumature dei suoni. Il disco è uscito per la Red Birds Rec. e ha cinque atmosfere che diventano canzoni con le parole che creano le basi solide ma soprattutto la musica che manifesta fiera il proprio significato.

 

arrowDomenica 24 luglio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai The Jackie O's Farm
Secondo album per il quintetto livornese che aveva debuttato con "Hard times for blonde surfers" due anni fa. Un formazione rock folk di stampo classico, senza fronzoli. Canzoni come rocce su cui poggia un'ottima struttura per stile e postura. Giacomo Vaccai alla chitarra e voce, Patrizio Orsini alle tastiere, Federico Melosi alla batteria, Federico Silvi alla chitarra e Francesco D'Angelo al basso. Ne parleremo con Giacomo.

h16:20 Intervista a Francesca Lago
"Siberian Dream Map" è il secondo album della cantante e polistrumentista Francesca Lago che esce per On the Camper Recors. Lei ha iniziato a suonare il piano e la chitarra da giovanissima. Poco più che 14enne ha realizzato un disco con la punk band The Wrongside e per il suo primo album solista era accompagnata alla chitarra da Marc Ribot. Nonostante ciò, per molti anni aveva abbandonato la musica fino al suo ritorno nel 2007 quando è tornata con il disco "The Unicorn" uscito per On The Camper. Ringraziamo qualunque cosa, persona o evento l'abbiano riportata da noi che possiamo così beneficiare della sua magnificenza nello scrivere le canzoni, nel cantarle ed eseguirle. La sensazione ascoltando i suoi ritratti acustici è che la musica ha la forza di mille elefanti che però sono in grado anche di volare.

 

arrowVenerdì 22 luglio a Snatura Rock

h16:15 Intervista ai Labradors
I Labrador sono un trio di indie rock che sogna le college radio americane. Nati per 2/3 dalle ceneri dei Suinage, presentano il loro esordio "The Roger Corman EP" appena uscito per Il Verso del Cinghiale rec. Le sei canzoni del loro debutto e il loro entusiasmo, ci fanno ben sperare sulla spettecolarità e bellezza del disco sulla lunga distanza che di sicuro (ci assicurano) sarà un vinile.

 

arrowDomenica 17 luglio a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Eveline
Dopo due EP autoprodotti e due dischi ecco "aω", il terzo album del gruppo bolognese e il secondo che esce per l'etichetta inglese Sonic Vista Recording. Il gruppo si conferma piacevole e fruibile tra psichedelia dark, elettronica, indie rock e un po' d jazz. Il loro approccio era maturo già all'esordio e quindi semplicemente nel 2011 lo confermano e sì, stanno dove devono stare: questi ragazzi devono proprio suonare.

h16:20 Intervista a Carlot-ta
Da Milano una giovane ragazza che canta in modo sublime ma anche fiabesco e disegna la sua musica con i colori pastello della sua voce. Si fa conoscere mentre attraversa parole di poeti in quattro momenti del suo debutto "Make me a picture of the sun" uscito per "A Buzz Supreme e Anna The Granny". Proprio in quei casi si denota la sua forza e capacità interpretativa e quando le canzoni sono scritte da lei è giocherellona ed ingegnosa. Un disco entusiasmante da ascoltare a volume alto e anche il vicino più lagnosa per una volta non si lagnerà, perché coglierà almeno una di queste mille imput immaginifici.

 

arrowDomenica 10 luglio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai GRANPA
Un progetto che nasce per il chitarrista Gianluca Bartolo in contemporanea con il suo impegno con il duo dei Pan Del Diavolo che condivide con Pietro Alessandro Alosi che canta e suona chitarra e grancassa. La strada dei Grampa è diversa perché Gianluca viaggia in trio e assieme all'altro chitarrista Luca Macaluso e a Daniele Pellitteri che suona la batteria percorrono una strada più classica. Il rock blues contemplato in chiave moderna, ma con rimandi ad ascolti dei precursori ed innovatori più diretti. Nel complesso c'è sudore, sangue, passione ed esaltazione (per chi ascolta). Ne parleremo con Gianluca.

h16:20 Intervista ai MAI PERSONAL MOOD
I Mai Personal Mood sono una giovane band pugliese che si avvicina alla musica con l'EP "L'Heure dEPart", appena uscito per la neonata etichetta Forears. Un primo disco cantato in italiano con dei suoni caldi che ritemprano. Elettro pop, motivato e spesso incisivo. Francesco Allegro alla voce e chitarra, Andrea Messina alle chitarra e synth, Matteo Conte alla chitarra e synth, Michele Di Muro al basso e Cataldo Leo alla batteria. Ne parleremo con Andrea.

 

arrowVenerdì 8 luglio a Snatura Rock

h16:15 Intervista a La Metralli
"Del mondo che vi lascio" è l'esordio di questa formazione modenese raggruppata intorno alla voce incredibilmente: bella, audace, tecnicamente perfetta, ed emotivamente commovente di Meike Clarelli che suona anche il kazoo, la chitarra e la diamonica. Serana Fasulo suona il contarbbasso, Marcella Menozzi è alle chitarre acustica ed elettrica e infine Matteo Colombini alla chitarra semiacustica ed elettrica. Mi si stringe il cuore ad ascoltare queste malinconie vocali e dei testi. Potrebbe essere la colonna sonora di "Pane e tulipani" di Soldini per suggestioni e atmosfere.

 

arrowDomenica 3 luglio a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Valentina Gravili
Valentina Gravini ha due o tremila braccia per abbracciare il mondo e la natura, per lenire al senso di abbandono dilagante causati dall'amore sbagliato, dal lavoro perso, dalla superficialità del consumismo incontrollabile. Tutto questo recepiamo dall'ascolto del secondo album autoprodotto della cantante e autrice brindisina "La balena del Tamigi" che si altalena tra un pop evanescente e un rock sincero.

h16:20 Intervista agli Hacienda
Quando si comincia ad ascoltare gruppi come i The Hacienda è come lasciare andare qualcosa di imprigionato da molto tempo. Questa new wave che hanno dentro ai loro comandi di accensione e sospensione straborda e si espande e fa una capriola. Un suono pieno, caldo ed entusiasmante quindi per "Picking Pennies off the floor": disco nuovo della band fiorentina uscito per Black Candy. Ne parleremo con Alessandro Gianferrara, cantante e chitarrista della band.

 

arrowVenerdì 1 luglio a Snatura Rock

h16:15 Intervista agli Arbe Garbe
Dopo un CD condiviso con Eugine Chadbourne, i friulani Arbe Garbe tornano ad arricchire la loro discografia con "Arbeit Garbeit". La forza del gruppo è sempre stata la loro incredibile autorevolezza live e qui nel disco nuovo si intensifica e straborda da tutte le parti sorrisi e felicità nuove o rinnovate

 

arrowDomenica 26 giugno a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Airporman
Dopo i sette dischi in sette anni, gli Airportman si sono messi in gioco con un album di cover "Weeds" condiviso con il cantante dei Perturbazione. L'anno scorso hanno sonorizzato nel loro stile il libro "The Road" di Cormac McCarthy . E quest'anno ci propongono la colonna sonora di un racconto "Nino e l'inferno" appena uscito per Lizard rec. scritto da Giovanni Risso, da sempre portavoce del gruppo con il quale ci farà piacere raccontare ancora di questo gruppo e di questa musica capace di rievocare immagini e definire sentimenti.

h16:20 Intervista ai Valerian Swing
Esce per Antistar e "A Sailor Lost Around The Earth" è il secondo album per il trio di Correggio che segue l'esordio "Draining Planning for Ears Reflectors" del 2008. Un gruppo che diventa sempre più ricco di ombre chiare e scure con particolari interessanti che coraggiosamente sfidano vincendo in bellezza la contemporaneità jazz rock strumentale. Ne parleremo con David Ferretti, batterista del trio.

 

arrowVenerdì 24 giugno a Snatura Rock

h16:15 Intervista ai Mashrooms
Meravigliosi musicisti che dopo dieci anni di live-act si soffermano su un primo album "S/t" appena uscito per Wild Love Records. Uno di quei dischi che suonano e creano attimi d'estasi, delirio, smarrimento, gioco; dentro casa però, all'interno di una camera che racchiude e si fa contaminare dalle proprie stesse mura, da loro stessi. Sono siciliani e si chiamano: Stefano Fileti alla chitarra elettrica, al violoncello, agli effetti e alla voce (quando c'è); Danilo Garro alle chitarre acustiche ed elettriche; Giovanni Fiderio al violino, al piano e agli effetti; Paolo Dell'Aquia al basso e Andrea D'Agata alle batteria. Ne parleremo con Stefano.

 

arrowDomenica 19 giugno a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Sprained Cookies
"Deliverin' the Sacred Feathered One" è il primo EP del duo degli Sprained Cookies da Roma. La voce della cantante Cecilia Frusciate ha una bella ampiezza ben governata in tutte le accezioni blues molto roots. Corrado Maria De Santis alla chitarra e organo costruisce invece le dinamiche di queste canzoni alla ricerca di uno stile psichedelico convincente e sobrio. Per i testi intensi e gli effetti sonori che portano al disco carattere e forza ci pensa nuovamente Cecilia, mentre Corrado Maria registra e remixa. Una sinergia musicale che vale la pena diffondere. Ne parleremo con Cecilia.

h16:20 Intervista agli Hueco
Dopo il primo album "Living in a bathroom/Pensando all'amore", uscito nel 2008, ritorna il duo di Pompei con "Canzoni dall'armadio verde" che esce per CNI Music. Il pop italiano anni 60 molto contaminato dalla new wave e dalla lounge music. Vittorio Esposito alla voce, ai testi e alle musiche e Nino Velotti al piano, alle tastiere, ai testi, alle musiche e agli arrangiamenti. I loro compiti così suddivisi portano ad un disco che scivola via con disinvoltura. Ne parleremo con Vittorio.

 

arrowVenerdì 17 giugno a Snatura Rock

h16:15 Intervista a Giorgio Li Calzi
"Organum" è l'ottavo lavoro del grande trobettista dopo sette anni dal precedente. Un disco suddiviso in due fasi creative ben distinte. La prima vissuta in solitudine e la seconda contornata da ospiti strepitosi. L'elettronica che incontra il jazz e gli stuzzicanti giri enfatici del sound di Bristol.

 

arrowDomenica 12 giugno a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Hellekin Mascara
Travolgenti condottieri della chitarra e della batteria che tirano in ballo i più controversi intrecci di stile arrivando all'arma più efficace: saper stupire l'ascoltatore. La non banalità del prossimo giro non è di questi tempi poca cosa. "Wanna Be Dino" è il terzo lavoro del gruppo e il secondo sulla lunga distanza. Ne parleremo con Giovanni.
ilversodecinghiale.org

h16:20 Intervista a Cesare Basile
"Sette pietre per tenere il diavolo a bada". Già dal titolo procura una serie di suggestioni e l'ascolto non delude le aspettative. Del resto il nome è ormai conosciuto e apprezzato da diversi anni, però i dischi sono dei cumuli di rapporti col mondo e con sè stessi, ma a volte sono cumuli di preziosità che l'artista ci dona e in questo caso non possiamo che inchinarci a queste storie ruvide, crude, stregate, tra l'oblio e l'autolesionismo e che raccontano di un dolore freddo e intenso.
www.urtovox.it

 

arrowVenerdì 10 giugno a Snatura Rock

h16:15 Intervista ai Dorian Gray
"La pelle degli spiriti" è il sesto album per la band di rock d'autore che esce per Coconino Press. L'etichetta scelta non è un caso visto che l'artwork del disco ha sedici tavole in quadricomia, tra l'altro realizzate dal grande illustratore cesenate Manuele Fior. La visione del gruppo e soppesata in un sorta di equilibrio emotivo in cui il buio e la luce hanno il loro posto preciso in cui poterli trovare.

 

arrowDomenica 5 giugno a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Fiftyniners
The Fiftyniners da Pescara, tornano con un secondo disco "Psycorama" che li porta a prendere diverse direzioni: tra psychobilly, indie rock e swing. Hanno un gusto apprezzabile per la forma canzone che nonostante provenga da chiare ispirazioni del passato rivive attraverso il loro tocco di nuova luce.

h16:20 Intervista ai Vintage Violence
Dopo un primo album autoprodotto "Psicodramma" e l'EP Cinema uscito per Goodfellas, riecco i lecchesi Vintage Violence con il loro punk rock scritto in italiano influenzato dal prorpio quotidiano vissuto, odorato e sciorinato fuori con qualche bolla di sapone colorata ogni tanto.

 

arrowDomenica 29 maggio a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Egokid
"Ecce Home" è il quarto album per gli Egokid di Milano. Li avevamo conosciuti in occasione della loro prima uscita per Snowdonia, "The Egotrip of Egokid" datata 2003. Un universo ha attraversato il gruppo che passando all'italiano dal precedente "Minima storia curativa" uscito per Aiuola nel 2008 oggi si esplora dentro confortato dalla propria comprovata attitudine pop schietta e libera. Ne parleremo con Piergiorgio Pardo.

h16:20 Intervista e live alla radio con gianCarlo Onorato
Ascoltare il nuovo album di gianCarlo Onorato è da sempre un'evocazione di immagini in movimento che si intensificano e diventano più profonde attraverso l'aumento degli ascolti. La voce di Giancarlo è come la pioggia sottile che dà solo sollievo e lascia respirare, perché è morbida, soffice ma anche avvolgente. Questo disco ha la carnalità di gianCarlo e il suo elogio quasi sacro alla nitidezza dell'amore con tutti suoi smarrimenti. "Sangue Bianco" uscito per Lilium alla fine del 2010, ed è il quarto album del cantante musicista ma anche scrittore e pittore.

 

arrowVenerdì 20 maggio a Snatura Rock

h16:15 Intervista ai La Fonderie
La Fonderie da Milano dopo un primo EP omonimo uscito nel 2009, ecco il loro primo album lungo "Downtown Babele". Un disco eterogeneo, dove diversi elementi cercano la strada maestra e lo fanno cantando in italiano: d'amore, di maldivivere, dello spazio che abbiamo nel mondo. Cantano in italiano senza fronzoli e spaesamenti, nonostante i tanti imput il percorso è puro e lineare. Ne parleremo con Paride: cantante e chitarrista.

 

arrowDomenica 15 maggio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Vickers
"Fine For Now" è il secondo album della band fiorentina che aveva battezzato l'inizio della Foolica Rec. con l'esordio "Keep Clear" del 2009. Un disco nuovo molto più diretto e incisivo rispetto all'esordio e che li allontana dal passato di cover band di Neil Young, perché trovano una composizione eclettica, vivace e molto personale. Ne parleremo con Andrea Mastropietro: voce e chitarra.

h16:20 Intervista agli Ofelia Dorme
Dopo il primo EP con cui hanno nasato se potevano piacere, sono tornati con parecchi complimenti nelle tasche (anche da parte mia) e così "All Harm Ends Here" il primo disco sulla lunga distanza del quartetto, conferma i consensi e allarga la quantità di pubblico adorante. Un disco che manifesta ritmi carnali emozionanti fisicamente perché prendono il corpo tutto oltre che l'anima. Ne parleremo con Francesca Bono: voce, chitarra e tastiere del gruppo.

 

arrowVenerdì 22 aprile a Snatura Rock

h16:15 Intervista agli Owls
Tony Wakefork alla voce e chitarra, Eraldo Bernocchi all'elettronica, beats e chitarra e Lorenzo Esposito Fornasari alla voce ed elettronica. Grande e bella commistione che ha dato vita a "The Night Stays" album degli Owls appena uscito per la Rare Noise records. Un disco dalle tinte forti e scure. Un ibrido dark noise che incalza sui toni disperati e ulula alle tenebre conturbanti, maestose e con diversi risvolti inattesi portandovi a rimanere lucidi fino alla fine. Ne parleremo con Eraldo Bernocchi.

 

arrowDomenica 17 aprile a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Spread
Sconsiderati ma consapevoli del loro movimento rock che abbraccia il progressive e se lo stringe fino a farlo esplodere in tante esplorazioni vocali, sonore, animalesche, efficaci, cantate in italiano. "C'è tutto il tempo per dormire sotto terra", appena uscito per Il Verso del Cinghiale, è il secondo episodio della vita musicale di questa band che ci soddisfa pienamente già dopo il primo ascolto. Ne parleremo con Paolo Fusini, secondo chitarrista.

h16:20 Intervista e live con gli Stoop
Dopo il loro esordio "Stoopid monkeys in the house" del 2008 uscito per Prismopaco, tornano gli Stoop con "Freeze Frames": album in cui da quartetto si trasformano in sestetto perché due degli ospiti del primo album vanno a far parte ufficialmente del gruppo. Rimangono le ballate ma abbandonano l'indie rock per confondersi tra i meandri più classici e polverosi, ma per questo immortali ispirati dai Buffalo Tom e Crosby, Still, Nash e Young. Il disco è uscito autoprodotto, perché Bugbite record che presenta l'uscita in copertina come fosse un film sono sempre loro.

 

arrowVenerdì 15 aprile a Snatura Rock

h16:15 Intervista al Parto delle nuvole pesanti
Con "Magnagrecia - Canzoni di viaggi e abbandoni" sono arrivati all'undicesimo album, il Parto delle Nuvole pesanti, conquistando pubblico e critica. Un percorso musicale il loro che si è rispecchiato sempre sulle strade, raccontando la gente comune e suoi guai.

 

arrowDomenica 10 aprile a Snatura Rock

h15:15 Intervista a il Torquemada
Questo trio ci aveva impressionato nel 2008 con "The killer" un EP noise rock molto serrato e potente. Adesso è arrivato il momento del primo album sulla lunga distanza in cui troviamo non solo il loro potenziale torbidamente rock, ma anche una parte acustica, cantata in italiano a differenza dell'EP, che non passiamo fare a meno di adorare.

h16:20 Intervista e live con Sbizza e La Microrchestra
Sbizza è Massimiliano Bevilacqua già cantante, chitarrista e violinista nei Milaus. "Tinamo" è il primo CD. Il luogo dove queste canzoni sono state concepite deve essere vicino al suo cuore, perché è un luogo che pulsa, dove correre libero e dove la disperazione è lontana perché la serenità si accovacciata ed è raggiante.

 

arrowVenerdì 8 aprile a Snatura Rock

h16:15 Intervista ai Leitmotiv
Il Leitmotiv sono un turbinio di idee, dopo "L'audace bianco sporca il resto" del 2008 sono tornati con "Psychobabele" in cui si immergono in un percorso che non vorrebbero così, ma che affrontano per rivelarlo e magari alla fine nel disco convincere qualcuno a cambiarlo perché le persone non si parlano più e non costruiscono più niente insieme. Con Amerigo Verardi alla produzione artistica hanno coeso lo spirito ribelle, quello nomade e quello fragile per arrivare a questo ottimo risultato aprile a Snatura Rock

 

arrowDomenica 3 aprile a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Paolo Benvegnù
Il cantastorie moderno Paolo Benvegnù ci meraviglia sempre per le sue intuizioni nelle scrivere e comporre le sue canzoni. Mi sono sempre chiesta come riesca a non ripetersi pur rimanendo sulle stesse corde emozionali. È un equilibrio appropriato, ma anche intenso sia quando si parla della società degli uomini che quando si parla d'amore. "Hermann" è il suo terzo album ed è uscito per La Pioggia Dischi in febbraio.

h16:20 Intervista e live con La Banda Putiferio
Arriva la Banda Putiferio e ci porta delle storie fatate, giochi e poesie, disegni di fumettisti che hanno reinterpretato le loro canzoni disegnandole nel protagonista della festa "Il Paradiso delle trottole - Storie e canzoni per bambini cresciuti", CD - Libro o CD - fumetto uscito qualche mese fa per T Tunué. La Banda Putiferio è nata nel 2003 dalle ceneri del Circo Fantasma e ancora prima dai Faded Image. Nel 2004 hanno esordito con "Le stanze dei giochi" e nel 2007 è stata la volta del CD libro "Attenzione! Uscita operai".

 

arrowVenerdì 1 aprile a Snatura Rock

h16:00 Intervista ai Fratelli Calafuria
"Musica Rovinata" è il secondo album dei Fratelli Calafuria. Hanno registrato alcune canzoni con un mp3 e altre sono registrazioni fatte su cassette, il tutto ripreso dal loro maniacale studio finale dei suoni che da rotti, sbagliati, sghembi, sono diventati un percorso preciso e divertente che rivela ancora una volta la bravura di questi ragazzi già apprezzati per "Senza titolo del fregarsene..." nel 2008.

 

arrowDomenica 27 marzo a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Electric Sixty Nine
"Cornelius The Colonel & The Hot Air Baloon Club" è il titolo del terzo album degli Electric Sixty Nine, uscito alla fine del 2010. I primi due dischi invece erano usciti per la Go Down Rec. Maurizio o Maury, cantante e autore delle musiche canta in inglese e il suo stile è vicino al rock classico. Una manciata di buone canzoni ben congegniate quando si è - come in questo caso - coinvolti dalla passione per le chitarre concedendo loro un grande respiro e un ruolo importante nella dimensione finale della canzone.

 

arrowVenerdì 25 marzo a Snatura Rock

h16:00 Intervista ai THE CRUEL
Ottimi i giovani The Cruel. Nulla da eccepire per questo trio che va ad esordire con "Infesto ep", grazie alla produzione di Clinical Archives. Un disco che rivela il loro dinamismo rock sfrontato e spesso. Luca Marroni basso e voce, Efisio Fenu alla chitarra e voce e Gianluca Baldaccini alla batteria. Ragazzi di cui sentiremo parlare a lungo se questo è solo il loro inizio.

 

arrowDomenica 20 marzo a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli UROSS
Gli Uross di Monopoli dal 2007 hanno registrato tre dischi e questo che presenteremo "29 febbraio Lo Squilibrista" è il quarto ma il primo pubblicato - anche se autoprodotto - con il supporto di Olivia rec. che ha concesso il proprio nome. Un progetto interessante di rock cantato in italiano con un mood disperato e la musica ha delle contaminazioni che odorano di tradizione, di terra, di classicità.

h16:20 Intervista a LOWBROW!
Lowbrow! è Gianluca Rimei che è nato musicalmente come batterista suonando con tanti gruppi, tra i quali ricordiamo il Genio e Vanderlei e che si presenta con i sinths e la drum machine per il suo progetto solista do it yourself che intitola "16 Black & White Buttons". Elettro pop molto scuro cantato in inglese, che semplifica gli umori ingarbugliati dell'incupito e li porta fuori fieramente e con coraggio sul palmo della mano.

 

arrowDomenica 13 marzo a Snatura Rock

h15:15 Intervista e live alla radio con Ettore Giuradei
"La Repubblica del Sole" è il terzo album per Ettore Giuradei, che arriva a cinque anni dall'uscita dell'esordio "Panciastorie". Il cantautore bresciano, sempre accompagnato dal fratello Marco al pianoforte, ci porterà la sua poesia veloce, efficace, travolgente e ficcante. Entrare in un album di Ettore è un vortice di emozioni senza pause. I suo testi, le sue melodie, la sua voce, la sua teatralità espongono direttamente senza emissari, per diffondere il suo pensiero musicale registrato in questo disco, uscito per Mizar/Novunque. Grande ritorno.

h16:20 Intervista e live alla radio con i Laradura
I Laradura da Bologna (per adozione) ci presenteranno il loro primo album ufficiale uscito per Red Birds che arriva dopo un demo autoprodotto "...dal tramonto all'alba", risalente al 2008 che li ha fatti conoscere al pubblico dei concerti. Questo disco "Senzafine", aspetta, soggiace, si spoglia di tutti gli artifici e lentamente si spinge lungo un deserto dove il fiore perfetto intravisto in lontananza non è un abbaglio ma è la certezza a cui aggrapparsi. Insomma grandi spazi e poeticità

 

arrowDomenica 6 marzo a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli elio p(e)tri
Il cantante e chitarrista Emiliano Angelelli assieme al batterista Matteo Dainese hanno iniziato a collaborare dal 2009 per 'costruire' il progetto elio p(e)tri. "Non è morto nessuno" è il primo episodio frutto di questo dualizio, uscito per Matteite. Le canzoni, cantate in italiano, hanno un rigoroso controllo nel discernere e ottemperare i suoni; impreziositi da numerosi ospiti. Ne parleremo con il cantante.

h16:20 Intervista ai Marlowe
Salvo Ladduca ci racconterà del quartetto siciliano dei Marlowe per i quali è cantante e chitarrista. "Fiumedinisi" uscito per Seahorse Recording scorre senza pause come fosse un lungo sospiro, mille ricordi racchiusi che si espellono diventando aria, lasciando il fiato corto e il cuore a pezzi. E si esprime così cantando in italiano attraverso le alte porte più dark del rock.

 

arrowDomenica 27 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Dieci Unità Sonanti
"Manuale D'Ascesa e Caduta" è il primo album sulla lunga distanza dopo un primo EP autoprodotto per la band romana ed esce per ModernLife. Sono due chitarre, basso e batteria con una voce senza fronzoli. Alti e bassi del loro quotidiano amoroso nei testi cantati italiano. Ne parleremo con Alessandro Sfasciotti: voce e chitarra del quartetto.

h16:20 Intervista ai Colore Perfetto
Splendido ritorno per la band perugina. Dopo il loro esordio "Il Debutto" trainato dal nome di Moltheni, uscito per La Tempesta, adesso viaggiano da soli con "L'Illusione del Controllo" appena sfornato da La Libellula e si prendono la piena soddisfazione di avere tra le dita l'afflato poetico musicale che li erge in una dimensione sognante e malinconica, quasi commovente. Iniziano piano con "Brucia" e s'insinuano per sempre come un amore intenso. Ne parleremo con il cantante e bassista David Pollini.

 

arrowVenerdì 25 febbraio a Snatura Rock

h16:15 Intervista a William Williamson
Ottimo cantautore siciliano che attraverso l'inglese, il francese, canzoni di altri tra cui Piano Magic, Tim Buckley o poesie di Gregory Corso e scritti di boris Vian si cimenta nel difficile compito dell'imboccare la strada giusta per le sue doti e così si fa accompagnare dai suoi mentori. La sua voce si presta bene al ruolo di crooner o chansionner e così ci piace questa sua prima prova a condizione che il prossimo abbia di più del di sè che intravediamo e ci piace già. "Just for You Not For All" esce per Seahorse rec.

 

arrowDomenica 20 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Fluorescent Pigs (Andrea Belfi)
Un solo brano di tredici minuti per ora ma è bastato per destare il mio interesse. Certo già sapere su carta dell'incontro di due esploratori, elucubratori, immediati splendidi musicisti come il chitarrista Alessandro "Asso" Stefana e il batterista Andrea Belfi era un ottima premessa, ma all'ascolto si rimane intrappolati dalle macerie che si sentono sotto il naso e si respira il vivo, il glaciale e con un fare sospinto della batteria si prova la tensione degli attimi. Una storia da raccontare quindi quella di "Butaniku Meeting" dei Fluorescent Pigs che escono, nell'VIII Split 10" a cura di PhonoMetak Laboratoris e Wallace Rec., assieme ai Scarnella.

h16:20 Intervista agli AEDI (Celeste Carboni)
Quando ascolti dischi come questo ed in particolare la voce di Celeste capisci perché ti piace la musica. Quasi una Bjork italiana con tanto di boschi, uccellini, immaginari fatati e scenari maestosi, ricchi di frange e spessore. Tuffarsi in questi giochi di note e nuvole sarà semplice da qualsiasi momento parta il vostro ascolto. Anche ascoltato mille volte non sfugge la caratteristica che lo rende piacevole: la sua leggiadria. E' un disco prima ballerina della Opera di Parigi. Il disco che presentiamo s'intitola "Aedi Met Heidi" ed è uscito per Seahorse Rec.

 

arrowDomenica 13 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Low Frequency Club
Sembrano gli Air adrenalinici ma è solo una delle sensazioni ascoltando il groove di questi sciorinatori di arcobaleni sonori elettrificati molto funk. Sono un trio e abitano a Brescia. Avevano esordito con un album omonimo uscito nel 2008 per Polka Dots e adesso è la volta di "West Coast" che esce per Foolica rec. Circolo Forestieri. Ne parleremo con Giorgi: basso, sampler e cori. Completano il trio Bonito alla batteria e sampler e Yoky alla voce, alle chitarre e alle tastiere.

h16:20 Intervista a Maybe I'm
"We Must Stop You", uscito per Jestrai qualche mese fa, è il secondo album del cantante/ chitarrista Nando Farro in arte Maybe I'm, conosciuto anche come leader degli OffMan. Aveva esordito nel 2008 per Recycled Music con l'EP di blues "Satan's Holding a Little Room For Me". Il ritorno di Maybe I'm è una conferma della bravura di questo musicista che passa attraverso il blues e il new folk, dal confrontarsi con sè stesso e i suoi sentori respirati allo specchio al confronto con altri musicisti coinvolgendo gente fidata che gravita comunque nel suo mondo. Il risultato è un gradino in più.

 

arrowDomenica 6 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Underground Railroad
"Moving the mountain" appena uscito per Alka rec. è il primo album ufficiale per gli Underground Railroad, da Ferrara dopo un'autoproduzione nel 2006. Un disco dalle movenze rock blues con spettacolari momenti sfumature alla Alice In Chains. Ne parleremo con Enrico Cipollini, voce e chitarra del trio.

h16:20 Intervista e live alla radio con EDIPO
Edipo, ovvero Fausto Zanardelli è un progetto innovativo e rassicurante. Giochi di parole. I fantasmi dei primi Tre Allegri Ragazzi Morti, Syd Barrett e gli es di Trevisto. Un disco dal grande appeal uditivo, ma mai fastidioso per orecchie libere da preconcetti sulla rigidità della forma canzone. Ode alla Foolica Rec. che produce sempre ottimi dischi come anche in questo caso.

 

arrowVenerdì 28 gennaio a Snatura Rock

h16:15 Intervista agli Unsense
"Il pifferaio di Pandora" è il primo album autoprodotto degli Unsense divenuti gruppo dal 2004. Cantano in diverse lingue, tra le quali prevale l'italiano, una commistione rock, new wave ed orchestrale e spingono verso un percorso a più strati, dalle diverse origini ed influenze, ma la soluzione, il gran finale è sempre la luce chiara, lontana dalle nuvole nere, ovvero il vuoto.

 

arrowDomenica 23 gennaio a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Roberta Di Lorenzo
"L'occhio della luna" è l'esordio di Roberta Di Lorenzo. Artigiana di sentimenti illuminati da una grazia posata ma indulgente, Roberta ci racconta i suoi pensieri porgendoli con cura all'attenzione dei nostri padiglioni auricolari. Saggezze poeticamente malinconiche.

h16:20 Intervista ai MiSaCheNevica
Trio messo su un nuovo treno dopo lo scioglimento dei Disfunzione di cui due terzi facevano parte. Un EP "La mia prima guerra fredda" che rasente un ottimo inizio. Uno speranzoso ricomincio d'accapo. Molta forza nei testi pieni di prese di posizione in un mondo che ci ha ferito ma noi ci rialziamo e se ci ostacolate vi tagliamo la gola. Questa forse la storia.

 

arrowVenerdì 21 gennaio a Snatura Rock

h16:15 Intervista ai Gurubanana
"Karmasoda"in uscita alla fine di gennaio 2011 per Shyrec. è il nuovo disco dei Gurubanana dopo il debutto omonimo del 2008. Atmosfere dark, wave, reggae e psichedeliche, intrise di ascolti complessi che hanno portato i ragazzi a trasformare le loro influenze in derivazioni e infine in proprio frutto creativo. Andrea Fusari e Giovanni Ferrario coautori di questo progetto dimostrano ancora una volta, l'efficienza della loro sintonia e con l'aiuto di alcuni amici musicisti, hanno costruito un altro ben disco.

 

arrowDomenica 16 gennaio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai SIKITIKIS
"Dischi Fuori Moda", uscito alla fine del 2010 per Infecta Rec., è il terzo album per il quartetto cagliaritano, nato nel 2000 dalle ceneri dei Canidarapina. Da sempre appassionati di colonne sonore anni 70 del genere poliziesco, le anno fatte entrare nella loro musica conquistando Max Casacci che ha esordito con il loro primo album omonimo per la sua Casasonica, e ammaliando il collettivo Wu Ming che li ha coinvolti per sonorizzare il libro "Manituana". Questo ultimo disco sembra la colonna sonora di una festa adolescenziale con gli approcci insicuri, i sogni ancora intatti e realizzabili, la malinconia e tutto il repertorio. Un disco godibile. Ne parliamo con Diablo.

h16:20 Intervista ai TRIVISION
Quartetto rock metal con voce indie pop. Non è da tutti riuscire in questa commistione. Del resto l'intento dei Trivision era di trovare una nuova strada. Il debutto "Muoversi nel liquido" esce per Indeed! rec. alla fine del 2010. I testi in italiano argomentano ritagli di storie d'amore finite. Me li immagino ai limiti di un burrone con le braccia aperte per planare, ma spero non guardino giù per il prossimo disco perché il loro bello è dalla parte del cielo e le ali le hanno.

 

arrowVenerdì 14 gennaio a Snatura Rock

h16:15 Intervista ai Ka Mate Ka Ora
"Entertainment in slow motion", appena uscito per A Buzz Suprime e Deambula è il secondo album dei pistoiesi Ka Mate Ka Ora. Ancora una volta alle prese con queste melodie in primo piano, con signore chitarre regine della festa. Non ci si trattiene dal pensare alle loro influenze che sono anche nostre "leccaferite" come i Sophia" o Godspeed You! Black Emperor. I fratelli Venturini, Carlo al basso e Stefano alla chitarra e voce; e il loro vicino di casa Alberto Bini ci portano nelle loro stanze facendoci guardare attraverso i loro occhi universi incontaminati e dalle lunghe immense distanze. Meravigliosi.

 

arrowDomenica 9 gennaio a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Zeus
Gli Zeus si sono formati dall'incontro tra Luca Cavina, già bassista dei Calibro 35 e Paolo Mongardi ex batterista dei Jennifer Gentle. E sono una potenza basso/batteria che arriva al cervello ai sensi e al corpo come una doccia calda dopo una notte passata all'addiaccio. Sono jazz-core noise all'ennesima potenza, moltiplicati per di più. Quando li ho ascoltati la prima volta su disco, volevo uscire per raggiungerli ovunque suonassero live. Complimenti a Bar La Muerte, Escape from Today, Off-Set, Sangue Dischi, Shove e Smartz per avere avute le orecchie pronte per pubblicare quest'ottimo esordio "S/T" uscito alla fine del 2010. Ne parliamo con Luca.

h16:20 Intervista ai Selton
I Selton sono un quartetto vocale di Porto Alegre che da qualche anno vive in Italia per affrontare un progetto ben congegnato tra il beat e il pop più sghembo cantando anche in italiano. Hanno debuttato con "Banana A Milanesa" uscito per la Barlumen Records nel 2008 e adesso si ripresentano con un secondo album omonimo i cui testi sono stati riadattati da Dente dal potoghese all'italiano. In pochissimo tempo sono riusciti a rimodernare influenze e stili tendenzialmente Anni 60 prendendo ispirazione dal loro quotidiano, curiosamente divertenti, ma anche malinconici. Ne parliamo con Ramiro.

 

arrowDomenica 12 dicembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Massimo Volume
"Cattive abitudini", uscito questo ottobre per La Tempesta, è il disco nuovo dei Massimo Volume da Bologna che sono tornati dopo dieci anni di silenzio. Due anni fa li avevamo rivisti dal vivo e sembravano nuovamente entusiasti, ma le cosidette "cose da dire" erano incubate nella testa di Emilio Clementi, nella chitarra di Egle Sommacal, nella batteria di Vittoria Burattini e con la chitarra del nuovo arrivato Stefano Pilia sono finalmente esplose quel turbinio dei sensi musical letterari che è "Cattive Abitudini". Ne parliamo con Vittoria.

h16:20 Intervista ai Bachi da Pietra
Comporre quattro album e un live in cinque anni può farci intendere che il duo formato da Giovanni Succi e Bruno Dorella funionza, crea, si accende, s'illumina, nutre le note di nuova passione, nuovi spazi, nuove radici, profumi della terra sempre più intensi, incursioni profonde nell'animo, lo scandire il tichettio del tempo. Tutto questi è "Quarzo", appena uscito per Wallace e Santeria. Ne parliamo con Giovanni.

 

arrowVenerdì 10 dicembre a Snatura Rock

h16:20 Intervista ai Lombroso
"Una Vita Non Mi Basta" è il terzo album del duo Lombroso ovvero Dario Ciffo e Agostino Nascimbeni. Creature ironiche e d'impatto pungente alla Elio e Le Storie Tese e Tre Allegri Ragazzi Morti. Un disco che non si perde in piagnistei ed ombre ma non rinuncia comunque a parlare del mal d'amore. L'atmosfera è decisamente danzereccia e raggiunge una nuova tappa per il duo dopo l'album d'esordio omonimo uscito per la Mescal nel 2004 e dopo "Credi di conoscermi" del 2007.

 

arrowDomenica 5 dicembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista ad Andrea Cola
"Blu", appena uscito per A Buzz Supreme e distribuito da Audioglobe è il titolo del primo album solista cantato in italiano per Andrea Cola, dopo la breve parentesi con i Sunday Morning e il progetto solista di cover Do Not Cry For The Country Boy. Il disco nuovo del musicista cesenate attraversa diverse strade che lasciano sempre l'attenzione viva. La sua voce limpida e incisiva non ha bisogno di orpelli e controcanti, perché si basta. E ci ricorda tempi più genuini della canzone italiana, ma anche ritagli di momenti di stupori semplici sempre validi, senza pretese ma per questo emotivamente molto efficaci.

h16:20 Intervista ai Nino Bruno e le 8 tracce
Dopo un primo EP uscito per la Toast rec. ecco "Cane Telepate" appena uscito per Edizioni Musicali La Canzonetta e distribuiti da Goodfellas: primo album sulla lunga distanza del trio Nino Bruno e le 8 Tracce. La voce delicata di Nino rimanendo su una lunghezza d'onda stabile raccoglie stimoli poetici e accostamenti extraterrestri. Una strada nuova per la forma canzone cantata in italiano, sia da un punto di vista delle liriche che delle melodie. Inoltre il disco è stato registrato su 8 tracce analogiche con strumenti ed effetti di trentanni fa. Affascinati ci sediamo rimanendo in ascolto.

 

arrowVenerdì 26 novembre a Snatura Rock

h16:20 Intervista ad Alos?
Stefania Pedretti degli OVO, delle Allun e da quasi dieci anni Alos? come progetto solista. Aveva esordito per Bar La Muerte nel 2006 con "Ricordi Indelebili": una sorta di diario musicale, questo 2010 è tornata con "Ricamatrici"sempre per Bar La Muerte rec. che invece racconta le vicissitudini di una sarta. In suono del taglio delle forbici, la macchina da cucire, l'ugola del "diavoletto" Stefania, la collaborazione di Claudio Rocchetti, una storia, fanno di questo disco un ottimo proseguo della dimensione Alos? che cambia ogni volta e dopo aver parlato di questa ci rimarrà la curiosità della prossima. Ne sono sicura.

 

arrowDomenica 21 novembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai De Curtis
Quintetto da Verona con due vecchie conoscenze: Bruno Vanessi, il chitarrista dei compianti Rosolisa Mar e Riccardo Orlandi, batterista degli Hell Demonio. Davide Bronzato al basso, Luca Bronzato al sax e Andrea Gastaldello alle tastiere e seconda chitarra completano la formazione. "Baciami Alfredo" esce per la giovane etichetta Tannen Records. Un disco raffinato e pulito ma anche graffiante e intenso dalle movenze jazz e dal linguaggio post rock.

h16:20 Intervista ai Dance For Burgess
"SSA" esordio dei Dance For Burgess esce in vinile per la nuova etichetta Mashhh! Rec. di Trento. Avevano esordito con un EP "Brattwell Session" nel 2009. Un'uscita veloce. Le idee si sono concretizzate in fretta. Un disco new wave che però è attaccato al nostro tempo e racconta parafrasandoli "le scorie malate di un giovane animo". Un disco concreto e veloce. Sapete come quando ascoltate la musica in cuffia e accelerate il passo? Così

 

arrowDomenica 14 novembre a Snatura Rock

h 15:15 intervista a Lele Battista
Dopo "Le Ombre" ecco il secondo capitolo della vita solista del milanese Lele Battista (ex La Sintesi) che in questo caso titola "Nuove esperienze sul vuoto". E' Mescal che accoglie questo progetto di cantautorato e Lele ci regala vecchie e sapienti esperienze nostrane e le rinnova con una naturalezza che ci piace.

h 16:20 intervista ai Buzz Aldrin
I Buzz Aldrin sono un trio da Bologna. Dopo un ep distribuito per 100 copie su cassetta, escono per Ghost rec. e Unhip rec. con il primo album ufficiale e sulla lunga distanza. Atmosfere cupe, taglienti, a volte claustrofobiche. Un giro in periferia tra le macerie per trovare un preziosissimo fiore.

 

arrowDomenica 7 novembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista a EZRA
Ezra dal 2000 collabora con Casinò Royale, fonda il No.Mad Sudio e la No.Mad Record nella sua Torino e registra, produce e remixa. Da qualche anno ha iniziato una carriera musicale per conto proprio ed esce per la sua etichetta, dopo il debutto con "In Grembo" di quattro anni fa, oggi si ripropone con "Solo". Un disco suddiviso in generi che vanno dal dub al trip hop, dal blues country all’elettronica e alla new wave, ma in modo ordinato e pacifico senza sconvolgimenti l’uno accanto all’altro. La forza di questo disco è quindi la scrittura lineare e corretta con "anime" solo apparentemente incompatibili.

h16:00 Intervista e LIVE alla radio con DEPEDRO
Il cantante e chitarrista Jairo Zavala, ovvero Depedro dopo un primo album omonimo uscito nel 2008 per Pias, torna con “Nubes de Popel”che esce per Nat Geo Music. Un disco questo che risente, come il debutto, delle collaborazioni con Calexico qui presenti in parte e che vuole essere leggero, solare, dai tempi morbidi e crepuscolari. Racconta storie di semplice quotidianità. Jairo, in occasione del tour italiano, presenterà live alla radio il disco nuovo accompagnato dal polistrumentista Lucas. Depedro ha suonato con gli Amparanoia, i Calexico, i Las Coronas, e all’inizio della sua carriera con le band rock e blues spagnole Vacazul e 3000 Hombres.

 

arrowVenerdì 29 ottobre a Snatura Rock

h16:20 Intervista ai Blastema
Esordio fresco, graffiante e diretto, per il quintetto guidato da Matteo Casadei che canta di storie evocate dalla musica stessa. Dove si incontrano melodia e ricchezza di arrangiamenti. Dove cantare della fine di tutto va fatto con il sorriso. Dove la batteria di Daniele Gambi è importante e lucida. Dove il bassista Luca Agostini e il chitarrista Alberto Nanni si compredono e prendono giudizio. Dove il pianista e tastierista Michele Gavelli ci fa fluttuare sui tasti e ogni tanto ci strapazza bene.

 

arrowDomenica 24 ottobre a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Madame Lingerie
"D'amore, soldi e vendetta" è l'esordio autoprodotto dei Madame Lingerie, quartetto rock romano, capace di colpire subito con una miscela esplosiva e convincente di elucubrazioni di parole che di pari passo all'intensità della linea melodica e strutturale innnescano bombe emotive: tutte diverse l'una dall'altra. In una parola: strepitosi! E mi sembra follia che nessuna etichetta li abbia pubblicati.

h16:00 Intervista all' Orchestra Panica
L' Orchestra Panica è un progetto nato dal dualizio tra il chitarrista Luca Vicenzi (ex Zita Ensamble) e il tastierista Francesco Agostoni. Il loro disco "Journey to devotion", appena uscito per Lizard è fautore di grazia e portamento. Ascoltare queste note acustiche elettroniche impreziosite dagli ospiti ai fiati, ai bassi e alla batteria, eleva ad uno stato di estasi superiore. Fluire in questi paradigmi interiori porta lontani. Felici.

 

arrowVenerdì 22 ottobre a Snatura Rock

h16:20 Intervista agli Ulan Bator
Il ritorno dei francesi Ulan Bator, dopo sei anni di assenza di brani inediti, è stato contraddistinto dal bellissimo EP "SOLeils" uscito nel 2009. Adesso quindi è la volta del disco intero "TOHU-BOHU" pubblicato questo mese di ottobre dalla Acid Cobra. Amaury Cambuzat che guida le movenze del gruppo, ormai dal 1993 ci racconterà degli Ulan Bator che non ci sono più compatti, solidi, iridescenti e di quelli di oggi: aperti, "ragni" musicali che abbracciano diverse vie e le lucidano con il contrubuto d altri musicisti, anche se sempre alla ricerca dell'atmosfera e del luogo giusto per comporre come si dev degli a degli Ulan BatorCHE SI RISPETTINO.

 

arrowDomenica 17 ottobre a Snatura Rock


h15:15 Intervista ai Liir Bu Fer
Il viaggio musicale dei Liir Bu Fer è iniziato da poco, dal 2008. Effetti, loop, ma anche chitarre, piano, armonica, carillon e anche live-visual in una coabitazione tra inquietudine e magnificenza di voci, sottrazioni di ambienti, addizioni di territori. Un trio dalla provincia di Verona che si è consolidato in poco tempo, visto l'ottimo risultato. Non è facile dare un senso ed un significato emotivo all'elettronica, ma qui la strada è stata imboccata bene e speriamo prosegua dritta e a lungo. Lizard e Zeit Interference hanno co-prodotto l'esordio "3Juno" appena uscito.

h16:00 Intervista e live alla radio con Vanderlei
"L'Inesatto" è il disco d'esordio sulla lunga distanza del gruppo di Bologna, dopo un primo EP intitolato "1234". Una band questa che porta con sè tutta la passione, la melodia, l'ondata di note verticali che salgono dal carattere e dalla luce rock. Cantano in italiano e senti che si offrono in toto a noi e cercando rifugio nell'angolino per nascondere certi tremori ma noi li vediamo bene. E ci fanno venire voglia di avvicinarci di più e tendere l'orecchio. Prodotti da Cinico Disincanto e Halidon e in uscita dal 22 ottobre, hanno avuto il supporto artistico di Paolo Benvegnù.

 

arrowVenerdì 1 ottobre a Snatura Rock

h16:20 Intervista a Music For Eleven Instruments
"Music For Eleven Instrument", ovvero Salvatore Sultano, è come un'ondata di melodia elettro indie che ti arriva addosso scarna, intensa, semplice, pura. Già dopo il primo ascolto si arriva a percepirne la sua bravura nell'essenzialità. Ha suonato tutto lui tranne qualche suono che non trovava nella sua camera a Gela (CL) così ha invitato qualche amico direttamente a casa e ha completato le canzoni. Prima Salvatore suonava negli H.C.-B e prima ancora nei Flugge, ma con "Business is a sentiment" che esce per la Red Birds e Fridge, inizia la sua personale carriera solista che speriamo per lui e per noi molto prolifica.

 

arrowDomenica 26 settembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Sursumcorda
Ho due o tre miliardi di ragioni per amare i Sursumcorda: per la bellezza, per la poesia, per l'eccitante quintessenza della loro bravura, ma soprattutto per le suggestioni emotive che riescono a materializzare con un sussulto. La voce di Giampiero "Nero" Sarzani calda e pacifica, riecheggia nell'aria e mostra la via, raccontandola. Francesco Saverio Gliozzi, il violoncellista, intersifica gli attimi; Fabio Carimati, il batterista, sopraggiunge puntuale ed Emanuele "Manolo" Cedrone, il percussionista, custodisce il tempo e lo spazio si apre alle melodie che il cantante (anche chitarrista) e Piero Bruni all'altra chitarra propagano, speriamo il più lontano possibile. Indosseremo un megafono per riuscire in quest'intento e presentare "La Porta Dietro La Cascata".

h16:00 Intervista e live a Dino Fumaretto
Dopo l'antologia "Buchi (2002-2006)", la raccolta dei brani scartati "Pitocco", ecco il primo vero album per Dino Fumaretto "La vita è breve e spesso rimane sotto", disco uscito questa primavera per Trovarobato. Noi l'avevamo conosciuto per "Buchi" e siamo orgogliosi di lui. Questo disco risprende alcune canzoni dal suo passato ma gli arrangiamenti, le canzoni nuove, le idee fresche fanno del nuovo Dino Fumaretto un artista, un musicista, un essere vivente piacevole da reincontrare ed ascoltare. Ho tante domande da fargli e le sue risposte saranno preziose perchè ci ricorderanno che un altro mondo (meno marcio, meno finto) potrebbe anche nascere.

 

arrowVenerdì 10 settembre a Snatura Rock

h16:20 Intervista a Brunori Sas
Dario Brunori ha composto, suonato e cantato questo disco "Vol. 1", quasi per gioco e invece è uscita fuori una bomba emotiva molto tangibile e di facile presa su tutte le orecchie sensibili sparse in giro per l'Italia tutta. Credo che questa sia l'ultima o tra le ultime interviste che Dario fa, prima di fermarsi per pensare al disco nuovo, visto che l'esordio risale all'estate 2009, ma ci piace raccontare questo momento, ovvero il trionfo della geniunità che racconta spensieratezza ma anche di fiori incompresi.

 

arrowDomenica 5 settembre a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Velvet Score
"Goodnight Good Lovers" è il terzo disco per i Velvet Score e anche se un EP ha un'impronta talmente profonda che potremmo anche considerarlo la terza prova. Sin dall'inizio con quel piccolo capolavoro che è stato "Youth", i ragazzi toscani hanno dimostrato una predisposizione originale un po' visionaria nei confronti della composizione. Tra il primo e il secondo album "Scarecrows" i ragazzi sono mutati molto, forse perchè meno vicini ai Sonic Youth e sono tornati più rotondi. Questo terzo lavoro è più vicino al precedente e in più con l'arrivo nella line-up dell'ex May I Refuse, Leopoldo Giacchetti sono cambiate le dinamiche compositive. Il disco è un concept che racconta piccole storie di guerra e li erge all'attenzione collettiva.

h16:00 Intervista ai The Lonesome Southern Comfort Company
John Robbiani è stato LSCC in solitaria nel 2008 e adesso è tornato come trio, per presentare il secondo album "Charles The Bold" appena uscito per la On The Camper Records, come del resto anche l'esordio omonimo. L'etichetta della Svizzera italiana produce e promuove diversi talenti locali, tra i quali, anche Peter Kernel. John ha una voce profonda e un taglio genuino nella composizione. Quando l'ho intervistato per l'esordio ci raccontava di aver composto in poche ore tutte le sue canzoni. E, signore canzoni che spaziavano dal folk al blues in una commistione figlia di Mark Lanegan e Neil Young.

 

arrowDomenica 11 luglio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Pocket Chestnut
Dopo un primo EP "A Route To Peruvian Bistrot" distributo solo tramite web, ecco finalmente per i Pocket Chestnut il primo album sulla lunga distanza, "Bedroom rock n' roll", disco autoprodotto che li vede coinvolti in una mistura pop rock dark wave molto accattivante con ansie e vuoti da riempire con cose improbabili (pensiero tipicamente adolescenziale) incluse. Ne parleremo con Pol (già nei Kech).

h15:45 Intervista e live alla radio con Giancarlo Frigieri
Giancarlo Frigieri nella sua nuova strada lastricata di rinnovate sensazioni cantate in italiano è arrivato con "Chi ha rubato le strade ai bambini" al secondo capitolo. I Joe Leaman - dove cantava in inglese e suonava la chitarra - che ha creato perfezionato e addormentato sono ormai storia passata che ricordemo con piacere. Il nuovo Giancarlo è un altro. Racconta di amori inconcludenti, di colleghi che si credono amici, di bambini ingabbiati dalle ansie dei genitori che non li lasciano giocare più in strada, del 25 Aprile, di noi che lo ascoltiamo. Sarà un piacere.
 

arrowVenerdì 28 giugno a Snatura Rock

h15:15 Intervista ad Andrea Chimenti
"Tempesta d Fiori" è l'ottavo album solista del cantautore toscano non contando il disco dal vivo "Concerto", la ristampa di "L'Albero Pazzo" e il the best della carriera in CD/DVD "Chimenti Danza Silenda": tutti usciti per Santeria/ Soffici Dischi. La vita musicale di Chimenti è iniziata con i Moda (1982/89) e da vent'anni prosegue con la sua carriera solista. La voce di Chimenti riesce anche senza "orpelli" a raggiungere vette emozionali inimmaginabili. "Tempesta di fiori" appena uscito per Santeria/ Soffici Dischi, rappresenta nuovi cambiamenti che portano via le animosità e lasciano spazio a nuove speranze che fluttuano già verso di noi.

h16:00 Intervista e live alla radio con Jet Set Roger
"Piccoli uomini crescono" di Jet Set Roger, ovvero Roger Rossini, ci catapulta nel suo mondo irriverente e dispettoso che fa simpatia, forse per la sua scrittura spesso melodica e piacevole. Lo avevamo conosciuto, come ricorderete, per "La Vita Sociale" uscito per Snowdonia nel 2007 e adesso dopo uno sguardo "lungo" verso le Christmas carols che è sfociato nel bellissimo "It's Christmas in the Jet Set" uscito alla fine del 2009, Roger ritorna e si ritrova davvero pieno di amici a cominciare da Marco Pirroni e Chris Constantinou, oggi i Wolfmen ma un tempo gli Ants di Adam and The Ants. Inoltre ci sono Giovanni Ferrario, Joujoux d'Antan e Freaky Mermaids. Il disco è uscito per Kandimsky e lo presenterà live in trasmissione in duo: tastiere e chitarra.

 

arrowVenerdì 13 giugno a Snatura Rock

h15:15 Intervista a The Child Of A Creek
Lorenzo Bracaloni di Livorno da quando si fa chiamare "The Child of A Creek": è rinato rimettendosi in gioco dopo una non compatibile situazione di gruppo. "Find a Shelter Along The Path" è il suo terzo album è dimostra sicuramente che la strada intrapresa è quella giusta. Immense distese dove serpeggia il vento del rock anni 60 di Bob Dylan, dove le chitarre si struggono di emozioni e un flauto può raccontare di incontri felici. Un disco che sembra guardare l’alba con gioia. La voce incredibilmente bella di Lorenzo aiuta l’azione/effetto: l’innalzasi quasi dello spirito. Ringraziando la Seahorse Rec. per aver pubblicato quest’album, buon ascolto.

h16:15 Intervista e live alla radio con Simona Gretchen
Simona Gretchen ovvero Simona Darchini da Faenza è al suo esordio uscito qualche mese fa per Disco Dada, "Gretchen pensa troppo forte" titolo che ci porta già prima di ascoltarla nella deduzione che questa cantautrice indie/ folk/ noise ha una voglia di raccontarsi che tocca gli spasmi e così è effettivamente. Ma se si rimane incantati dalle sue storie piene di rabbia dritta, di prime rose che nascono in primavera, ricami angelici, sogni/ incubi e prese di coscienza; la sua musica rimane anche quando ha smesso di cantare perchè riesce a piantare le impalcature sull’anima di chi la ascolta e se ritorna ad ascoltarla continurà la sua opera. Su di me ha creato un grattacielo di sogni.

 

arrowVenerdì 11 giugno a Snatura Rock

h16:05 Intervista ai Thee Jones Bones
Nati come trio attorno al 2001, sono diventati presto un duo e dopo il primo album del 2005 autoprodotto "Rock'n Roll is a Lifestyle", eccoli tornare senza il batterista Mauro Garbardella e con il batterista, percussionista, banjoista, chitarrista, seconda voce, Michele Federici. Luca Ducoli è il cantante e suona anche la chitarra elettrica ed acustica, il mandolino e le percussioni. Amano Jimi Hendrix e intitolano così "Electric babyland" il disco appena uscito per il Verso Del Cinghiale e Rumore Bianco.

h16:45 Intervista agli Arbe Garbe + Eugene Chadbourne
I funambolici friuliani Arbe Garbe che mescolano il punk alla musica del mondo che danza, incontrano Eugene Chadbourne: spregiudicato chitarrista banjoista, suonatore di palloncini e cantautore statunitense. Dopo un tour che li ha visti assieme, CPSR rec. ha pubblicato il frutto del loro incontro "The Great Prova". Non hanno composto canzoni assieme ma l'uno reinterpreta l'altro e viceversa e nell'esecuzione che sta la loro forza, per questo ci sembra giusta la scelta di mettere assieme canzoni rodate prima assieme sul palco.

 

arrowDomenica 6 giugno a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Veronica & The Red Wine Serenaders
Veronica Sbergia è una ragazza dalla voce limpida che ha cercato appassionati di menestrelli come lei e una volta trovati ha imparato dai più grandi: Bessy Smith, la Menphis Jug Band, Kokomo Arnold e ha preso a girare l'Europa eseguendo il country blues, il popular più rurale, la musica degli anni 20/30 e abbracciando stretto a sé il suo ukulele oggi Veronica ci racconterà dei Medicine Show nel 2010.

h16:20 Intervista ai Riaffiora
I Riaffiora di Cittadella (Padova) dopo un primo EP autoprodotto "Come D'Inverno EP" nel 2005 e il primo prodotto da Nopop nel 2008 eccoli alla realizzazione di un EP "Antonio P" prodotto da Soviet Studio la cui confezione è un libro che contiene un racconto collettivo, le tavole di Igor Verdozzi e un video di Cristian Guerreschi. Antonio è un ragazzo alienato dalla realtà, in manicomio e quello che c'è intorno alla sua figura è la voglia di restituigli la spensieratezza, raccontandone paure, ossessioni e desideri.

 

arrowDomenica 30 maggio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai The Gosh
Dalla Liguria il quintetto (Vj incluso) dopo un album autoprodotto "Pineland" del 2008, ecco il primo prodotto "Blow in a Ball" grazie a Seahorse records. Sonorità partorite da una commistione di generi ma figlia legittima della dark wave più oscura e in senso buono, drammatica. Cercano suggestioni sonori immaginifiche che portino a "vedere" la loro musica non solo attraverso le parole cantate giustamente in inglese come i loro eroi.

h16:20 Intervista agli judA
Dopo il primo disco autoprodotto "Respiri e Sospiri" del 2007 il trio degli JUDA da Milano arriva alla meta dell'esordio ufficiale "Malelieve" prodotto dall'attenta Il verso del Cinghiale records. Un disco malinconino ma anche ruvido e disincatato. Il noise ha incontrato la loro melodiosità e ha messo le radici crescendo a dismisura come edera da una nuvola.

 

arrowDomenica 23 maggio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Drink to me
"Brazil", appena uscito per Unhip records, è il secondo album per i Drink to me, trio tra Torino e Ivrea che sta facendo parlare di sè già da qualche anno. La ricerca di una linea melodica altra con bene a mente gli insegnamenti dei pionieri del kraut rock, con un’energia funky e una sicurezza innata che silura le melodie arrivando ancora più a destinazione rispetto all’esordio "Dont’ Panic, Go Organic" uscito per Midfinger nel 2008. Questo è "Brazil". Ne parleremo con il cantante, Marco Bianchi.

h16:00 Intervista e LIVE alla radio con Non Giovanni
Mettere sul lettore un CD e cambiare umore. "Walking" di Giovanni Santese, da un anno o poco più, divenuto Non Giovanni, provoca questo effetto al primo ascolto. E, dal secondo in poi, si denota anche la ricchezza di questa scrittura che soggiace su un guanciale soffice e ha diversi spunti che fanno presagire un futuro album sulla lunga distanza molto interessante, se le premesse sono queste. Live alla radio, riascoltemo le canzoni dell’ EP e magari qualche inedito.

 

arrowDomenica 9 maggio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Six Minute War Madness
Se non conoscete "Full Fathom Six" il disco che ha consacrato i Six Minute War Madness, negli anni 90, come splendido esemplare postpunk, potrete goderne in questa ristampa, che il buon Mirko Spino della Wallace Rec. ha arricchito con estrapolazioni da compilation o da singoli o live, con il "vissuto" musicale del quintetto milanese che uscivano per Blu Bus, Vacation House, Man's Ruin e l'ultimo periodo per la Wallace. Ne parleremo con il cantante Federico Ciappini. www.wallacerecords.com

h16:00 Intervista e LIVE alla radio con i Flora
I Flora da Piacenza hanno composto un disco che si presenta jazz, si ispira al rock e trasuda pop. Leggeri e consapevoli delle loro dita, dei loro fiati e delle loro parole, ci riproporranno in versione radiofonica "Traiettorie di volano" album appena uscito per Lizard. L'atmosfera che il sestetto riesce a catturare porta in un rifugio sicuro fatto di piccole cose che trasmettono la serenità. I Flora ci sono dal 1998 ma dopo una serie di cambi di formazione e di direzioni sono arrivati qui. Un punto che troviamo davvero molto bello. www.lizardrecords.com

 

arrowDomenica 2 maggio a Snatura Rock

h16:00 Intervista e LIVE alla radio con MAV
Mav, ovvero Mauro Magri da Ferrara, ci porta "Le opinioni di un clown" suo primo demo concreto. La canzoni di questo cantautore mostrano tante strade possibili per lui ma noi lo preferiamo rock folk mentre canta in inglese, ma tant'è. Questo disco effettivamente è la raccolta di idee sparse pensate in questi anni. Mi immagino questo ragazzo mentre guarda fuori dalla finestra e si perde nei suoi pensieri. Prendere la chitarra è un'alternativa al disegno che ha bisogno di creatività.

 

arrowDomenica 25 aprile a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Noesia
I Noesia sono un trio di Torino nati alla fine del 2004. Hanno una passionale impronta rock e cantano in italiano. Il loro primo EP "La Danza di Jerzy" esce nel 2006, oggi parliamo del secondo "Scopri cosa c'è di male". Possiamo dire che questa graziosa band segue il percorso di un certo cantautorato italiano a cui ci hanno nobilmente abituati: Paolo Benvegnù, Valentina Dorme o Virginiana Miller. La strada è lunga, ma già imboccata dai Noesia nel punto giusto per arrivare ai livelli dei gruppi appena nominati.

h16:00 Intervista e LIVE alla radio con LE-LI
Finalmente è arrivato il giorno giusto per ascoltare LE-LI a Snatura Rock. "My life on a per tree" è il titolo dell'esordio sulla lunga distanza per LE-LI dopo l'EP di due anni fa uscito per Garrincha Dischi, come del resto anche questo disco. Elisa De Munari e Matteo Romagnoli hanno composto queste musiche e queste melodie e ce le riprodurranno live alla radio in versione scarna. Tantissimi ospiti dentro l'album e addirittura una band d'accompagnamento con un nome: il Pear' glee club. Cosa fare, disorientati dai violini? Affascinati dal glockenspiel? Abbracciati dalle corde delle chitarre? Assorbiti da una grande bolla di sapone dalla dolce voce di Elisa, volando siamo qui completamente rapiti.

 

arrowDomenica 18 aprile a Snatura Rock

h15:15 Intervista agli Entourage
Gli Enturage nascono a Messina nel 2001 e oggi dopo varie prove e un EP autoprodotto, arrivano al primo album "Prisma" ufficialmente uscito per la Seahorse recording di Paolo Messere. Comporre le forme del primo album non è mai facile (immagino) perchè si vuole mettere insieme tutto ciò che si rappresenta, ciò che la musica è per te e qui troviamo tanti imput: stoner, rock d'autore, noise, rock acustico, post rock psichedelico.

h16:15 Intervista ai VESSEL
Musica d'autore dai toni scuri ma mai pesanti perchè attivati da un'energia ben calibrata e consapevole. Del resto "Tales of Memento Island" è la prima prova per i Vessel, ma chi forma il trio è costituito da Alessandra Gismondi (Pitch e Schonwald), Corrado Nuccini ed Emanuele Reverberi, entrambi dei Giardini di Mirò. Quindi un supergruppo. Questo EP è il primo dei tre previsti questo 2010. I Vessel, ovvero "vascello", nascono come un viaggio e ogni EP sarà il momento dell'approdo su un'isola diversa. Oggi parleremo dell'isola della memoria, ma siamo in attesa delle isole del desiderio e della rinascita. Ne parleremo con Alessandra.

 

arrowDomenica 11 aprile a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Tobia Lamare & The Sellers
"The Party" è la prima prova per questa meravigliosa formazione dal Salento, appena uscita per Lobello Records. Tobia Lamare aka Stefano Todisco ed ex Psycho Sun che guida le danze è un dj di musica indie e soul. Passa la vita a far stare bene i ragazzi che escono la sera per ballare sulle melodie di pop rock spinto, sul soul e sulle note buone. I sorrisi di quei ragazzi e le musiche amate in questi anni sono tra queste canzoni che Stefano ha messo assieme grazie all'aiuto dei suoi amici musicisti: The Sellers.
h16:15 Intervista ai New Cherry
My Place records inaugura la propria attività musicale multimediale con il trio dei New Cherry. "Le forme di pedro" è il primo EP e quindi l'inizio anche per il gruppo. Sara Piolanti è una cantante dalla voce molto duttile e che dimostra di riuscire ad attraversare il dream pop come il metal estremo con una certa padronanza. Testi mai banali e vicina a PJ Harvey per certi versi. Apprezziamo il vagito di questa formazione emiliana registrata tra l'altro da Max Trisotto.

 

arrowDomenica 28 marzo a Snatura Rock

h15:00 Intervista e live alla radio con Dario Antonetti e l’orchestra Valsecchi.
Torna da noi il figlio dei Pink Floyd che gli amici chiamano Syd, ovvero Dario Antonetti: cantautore impro psichedelico che dagli anni 80 sogna, ricerca e costruisce con passione e ingegno canzoni. Ha fatto parte dei Kryptasthesie, Acidi Tonanti, Effetto Doppler. Ha ideato assieme a Max Dolcini il "Vegetable Man Project" per pubblicare compilations con versioni eseguite da artisti di tutto il mondo della canzone di Syd Barrett "Vegetable man". Dario però in questi ultimi anni si è "denudato" portando la sua essenza nelle sue canzoni chitarra e voce, aggiungendo la ricchezza dei suoi testi e delle melodie. Con qualche amico, per questa puntata, ci farà ascoltare le sue canzoni tratte da "Il ritorno del figlio dell’Estetica del cane" riedito grazie ad Ululati Dall’Underground rec. con in più tre bonus tracks, rispetto alla prima versione del disco autoprodotto, distribuito gratuitamente nel 2008.

h16:15 Intervista a The Brilliant at Breakfast
"Romy’s garden" è l’esordio dei The Brilliant at Breakfast, uscito alla fine di gennaio e quest’anno uscirà un secondo disco che registreranno alla fine di aprile, secondo accordi con la SeaHorse di Paolo Messere che deve proprio essersi innamorato di queste chitarre le cui melodie molto insinuanti colpiscono ma con garbo, con gusto. E sono un preludio di emozioni contrastanti guidati da una raffinata destrezza nel sapere stringere ma anche nel farsi strada nelle magiche praterie musicali che i Brilliants at Breakfast fanno fluttuare nella nostra testa mentre ascoltiamo le loro canzoni, ora acustiche ora elettriche.

 

arrowDomenica 21 marzo a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Betzy
Fabio Cussigh cantante e musicista ha dato vita a questo progetto Betzy e alle canzoni che sono contenute nell'esordio "Romancing the Bone" uscito per Lady Lovely respirando aria newyorkese piena di notti insonni e da lì note sgangherare, donne di tutte le personalità possibili immortalate infatti in copertina. Ru Catania ha mixato il disco ma soprattutto ha partecipato ampiamente con le sue chitarre, il basso e il mandolino.

h16:00 Intervista e live alla radio con THE PLEASE
Dopo il primo EP "Bitch" del 2008 il trio milanese è giunto al primo album con "E'ltica - Sermon your nihilism" costeggiando su vari generi e ascolti e alla fine si sono trovati in mano un'idea musicale, un concept album che approfondisce il senso della bellezza perchè il suo stesso ascolto ne è la prova. Il dark elegante dei Tindestick qui c'è tutto. Canzoni che la cavernosa, splendida voce di Matteo fa librare leggere. Il verso del cinghiale records ha pubblicato il disco www.ilversodelcinghiale.org e avremo il piacere di avere i the Please ovvero Mattia Airoldi, Luca Piazza e Marco Gilioli con noi live alla radio.

 

arrowDomenica 7 marzo a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai Nadar Solo
"Un piano per fuggire" è il secondo album per i torinesi Nadar Solo, che esce per Massive Arts, dopo un disco omonimo autoprodotto ripubblicato da H2O, etichetta digitale di Sony Music. Questo disco nuovo ha l'enfasi adolescenziale ma anche la passione e la sofferenza che nell'adolescenza non mancano mai. I Nadar Solo sanno essere efficaci con questo loro pop noise sognante che racconta di caverne emotive già scavate ma inevoquabilmente un rifugio dentro il quale fuggire.

h16:20 Intervista agli Appaloosa
Dopo "Non posso stare senza di te" uscito per Urtovox nel 2005 ecco "Savana", album degli Appaloosa che già dal titolo ci fa pensare ad una giugla e così è. Ci si inebria del profumo delle foglie che vi sfioreranno il viso quando attraverserete la foresta velocemente, perchè il quartetto da Livorno spinge il pedale, accellera le dita e quando sonnecchia è per spegnere il fuoco e riposarsi ma poi riparte e stritola gli attimi per avere una grande prospettiva, quella di un mondo nuovo, diverso. Grande disco registrato da Giulio Favero e prodotto dalla Unomundo.
 

arrowDomenica 28 febbraio a Snatura Rock

h15:05 Intervista e live alla radio con Peckinpah
Peckinpah, ovvero Lorenzo Bettazzi il bassista degli Zenerswoon, alle prese con il secondo album "That's all bad folk" che esce in questi giorni per Cane bagnato rec. Peckinpah all'inizio, più o meno nel 2005, non voleva neanche registrare le sue canzoni, perchè gli bastava l'effetto che otteneva su se stesso quando le suonava dal vivo. Per fortuna ha cambiato idea e le sue ballate beatlelsiane possono esserci più accessibili.

h16:05 Intervista e live alla radio con Vinegar Socks
Vinegar Socks sono un duo italo/canadese formato da Jordan DeMaio: voce, chitarra e percussioni e Paolo Petrocelli al violino. Il loro esordio omonimo appena uscito per Grinding tapes è una ventata di freschezza, nonostante la complessità delle trame che sanno essere ben strutturate e vigorose grazie agli otto musicisti che segnano i passi di questa passeggiata meravigliosa tra archi, violini, mandolini, viole e la voce commovente di Jordan.

 

arrowDomenica 21 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista e live alla radio con Il Disordine delle Cose
I ragazzi di Torino sono in tour per presentare il loro meraviglioso esordio omonimo che abbiamo "consumato" nel corso di questo fine anno e di cui abbiamo già parlato intervistandoli via telefono, quindi adesso ci concentremo sulle loro facce, le guardermo e osserveremo gli occhi se sono davvero buoni come sembrano essere dalle canzoni. Ci faremo raccontare di queste canzone offerte alle orecchie della gente, se è andata bene: il loro voler provare a mettersi a nudo. Ci aspettano emozioni cantate.

h16:20 Intervista a Il Pan Del Diavolo
"Sono all'Osso" è il primo album sulla lunga distanza del duo siciliano, dopo un primo EP. La gran cassa, belle melodie e una ruvida istrionica voce punk che urla testi di un impulsivo, quindi accecati, sanguigni, veloci, pulsanti. Pietro Alessandro Alosi e Ginluca Bartolo vi sveglieranno a dovere e dopo, tutto sembrerà più bello di quanto sia in reatà.

 

arrowDomenica 14 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista a Gianni Mimmo per FIVE ROOMS
"Five Rooms" è il nome che il quintetto formato da Gianni Mimmo al sax soprano, Angelo Contini al trombone e John Russell alla chitarra, Jean Michel Van Schouwburg alla voce e Andrea Serrapiglio al violoncello, si sono dati per definire questo meraviglioso incontro. Cinque stanze quante i musicisti che accolgono gli altri ma si sdoppiano, si triplicano, la musica come comunanza e come solitudine entro le quattro mura. Un' estremizzazione del senso dello spazio a volte claustofobico e altre aperto, illuminante. Il titolo di questo primo capitolo che speriamo abbia un seguito (non rispettando la tradizione dei supergruppi) è "No Room for Doubt" ed è uscito per la Amirani rec.

h16:20 Intervista a Fabio dei Plasma Expander
Dopo un primo album omonimo uscito nel 2007, ritornano i Plasma Expander, trio dinamico da Cagliari che elabora una spinta musicale tra improvvisazione, punk, noise e meccanicismo rock. Stefano Podda ha lasciato la band e in questo disco trovate già l'ottimo Marcello Pisano che porta la chitarra baritono e non cambia l'essenza della struttura del trio completato dagli inossidabili Fabio Cerina alla chitarra e Andrea Siddu alla batteria. Il disco nuovo s'intitola "Kimidanzeigen" ed esce come l'esordio per Wallace e Here I Stay sia in formato CD che LP e con la collaborazione di Bar La Muerte, Boody Sound, Valvolare, Burp, Trasponsonic e Brigadisco.

 

arrowDomenica 7 febbraio a Snatura Rock

h15:15 Intervista ai R.U.N.I.
Dopo "Fula Fular Fular" del 2008 riecco per orecchie curiose e attente al nuovo che avanza, l'ultimo disco del ri-temprato trio de R.U.N.I. da Milano. Magnetici, simpatici, pop, catartici, nudi, ammanopolati, il gruppo del futuro ci parlerà di RrrrUuuuNnnnIiii uscito per Wallace, Bar La Muerte, Burp, Musica per Organi Caldi, Megaplomb, Mgs Brigadisco e Il Verso del Cinghiale.

16:20 Intervista e live alla radio con Paolo Saporiti
Torna a trovarci il cantautore milanese da poco in uscita con "Alone" per Universal. La piccola (ma culla di parecchie meraviglie) Cane Bagnato rec. invece ha tirato su il ragazzo pubblicando i primi due EP della sua vita solista e con il primo trio dei Don Quìbol. Il disco nuovo è un piccolo gioiello che piacerebbe a Mark Eitzel degli America Music Club per intensità e raffinatezza; e perchè porta in una dimensione altra, più lenta, più leggera, più accessibile ad un'anima esposta.

 

arrowDomenica 31 gennaio a Snatura Rock

h15:15 Intervista e live alla radio di unòrsominòre.
Kappa, cantante e chitarrista dei Lecrevisse è diventato da qualche anno unòrsominòre. Ha preso il suo tempo, il suo spazio personale e l'ha cullato, l'ha orlato di frammenti del passato e piccole gioie ma anche delusioni del presente. C'è molta forza in queste canzoni e mi hanno ricordato la genuinità e la frizzantezza dei L'upo di Milano (che purtroppo non ci sono più). Un disco omonimo già uscito per la sola I Dischi del Minollo a marzo del 2009 e sempre la stessa etichetta ma in co-produzione con Alka records e distribuiti da Audioglobe è appena stato ristampato questo gennaio 2010. Kappa verrà con la sua chitarra acustica, accompagnato da una seconda chirarra elettrica.

h16:20 Intervista e live alla radio dei Suez
Dopo un primo album autoprodotto in cui cercavano una direzione personale, i Suez hanno cominciato a trovarla con l'uscita per primo EP "Pale Circus" notato dalle due etichette Nomadism Records e Nagual Records che hanno coprodotto il loro primo album ufficiale "Many People Don't Realize", uscito alla fine del 2009. I quattro cesenati hanno mangiato pane e new wave per molto tempo. Conturbanti, corposi ed eclettici, cantono in inglese (come i loro beniamini) e una volta nel lettore sarà arduo sostituirli. Tutti e quattro cantano anche se la prima voce è quella di Luigi Battaglia che suona anche il sinth, Ivan Braghittoni suona la chitarra, Manuel Valeriani suona il basso e Marcello Nori suona la batteria. Si trasformeranno per noi in versione acustica per la radio!

 

arrowDomenica 24 gennaio a Snatura Rock

Alle 15:15 intervista a Marta Collica
Ritagli di solitudini rielaborate come momenti di raccoglimento in cui ci si guarda dentro sospirando emozioni proprie. Sembra ancora questo il tema conduttore per questo secondo album chitarra acustica e voce di Marta Collica. "About Anything" uscito alla fine del 2009 per Solaris Empire e Desvelos, segue il debutto solista "Pretty and Unsafe" uscito per la sola Desvelos nel 2007 e che destò meraviglia in tutti noi, che l'avevamo seguita, per Sepiatone, Hugo Race ande True Spirit, Micevice, apprezzato per le sue collaborazioni con la sua voce morbida tra i dischi di Cesare Basile e ultimamente nei Feldmann. Hugo Race ci si è fidanzato e John Parish la segue con la chitarra anche se era più presente nell'esordio, ma comunque partecipa nella produzione artistica anche qui. Insomma sarà una gioia ascoltare i suoi colori tenui.

Alle 16:20 intervista a K-Conjog
Progetto adorabile e convincente, fin dal primo minuto. Un uomo, Fabrizio Somma, qui K-Conjog che nella sua Napoli ha passato un anno a trovare piccoli suoni che lo emozionassero e li ha assemblati, missati, ora adombrati con i bassi, ora resi spendenti con l'ukulele e gli uccellini. Ma piano, campionatori, chitarre, field recording, laptop e cani si aggiungono al mondo tutto da scoprire con tanto di applausi di K-Conjog in questo suo esordio "Il nuovo è al passo coi tempi". Se un signor chef si riconosce tanto dalla qualità degli ingredienti che usa quanto da come li amalgama, un buon musicista si riconosce dal buon orecchio e dal gusto per il missaggio finale. Qui il risultato fila e sfama. Buon appetito e buon ascolto.
 

arrowDomenica 17 gennaio a Snatura Rock

Alle 15:15 intervista ai Nolan
"Secondi fini per fare le ore piccole" è l'esordio solista per il polistrumentista Gipo Gurrado appena uscito per Totally Unnecessary Records che compone e scrive tutti i testi ma si fa aiutare nell'esecuzione da diversi musicisti amici che lo "sostengono" con la loro esperienza musicale e insieme a loro rinasce come Nolan. Il risultato è interessante perchè sfilano diversi generi che danzano con il classico rock d'autore che però non si ferma al primo gradino perchè attraversa e sale.

Alle 16 intervista ai Microwave with marge
Questo trio di Taranto formato da G-Nuki, Stick Boy e Artobeat, rispettivamente batteria, basso e chitarra e all'unisono voci, esordisce con "Cow licks Cow" uscito alla fine del 2009 per Musica per Organi Caldi e Lemming records. I Microwave with marge, fanno ridere i loro strumenti con l'hardcore e irrompono freschi, veloci e semplici in una mistura abbastanza punk per movimentare e abbastanza pop per colorare.
 

arrowDomenica 10 gennaio a Snatura Rock


15:15 Intervista ai Sarah Schuster
"Rain from Mars" è il disco d'esordio del quartetto vicentino che mi ha ricordato la freschezza pop dei brianzoli Kech. Un disco vigoroso e convincente. Canzoni con una buona dinamica che riescono ad impressionare e rimanere. Avvolti dalle carezze delle linee melodiche delle tre ragazze Lisa, Eleonora e Daniela, rispettivamente voce e chitarre del gruppo, districate dalle pulsazioni del batterista Matteo. E infine con un piccolo contributo di Amy Denio a due canzoni, la registrazione in presa diretta, mixata da David Lenci, masterizzata da Bob Weston e il disco è qui.

16:00 Intervista e live alla radio con Verner
Verner è una sorta di esploratore di emozioni. Viaggia di continuo nelle ande del suo io e cerca di mettere ordine nel suo armadio. Un disco commovente, che sa essere vero senza strafare e arrivare al punto. Quel punto unico e imprescindibile dove tutto è perfetto. "Il mio vestito" è l'esordio di Gianandrea Esposito in arte Verner ed è uscito per La Pupilla rec.

Vi ripropongo la mia recensione per "Fuori Dal Mucchio" on line sul numero di dicembre.
Questo ragazzo “ragiona”, e i suoi pensieri li ha scelti bene per mettere insieme le sue complicazioni, le sue ossessioni, i rimproveri della vita e della coscienza, le donne che ti vogliono cambiare e che arrivate a farlo tutto fanno finire. È questo il suo “vestito”, che si cambia di canzone in canzone, mai uguale dall’una all’altra, mai piatto. L’ascolto è sempre un movimento sinuoso che si fa strada tra le pieghe dell’anima. A cominciare da “Indifferente”, brano che apre il disco: si entra in un vortice emozionale che ti cattura subito. Lui che viene lasciato, cerca di rialzarsi, di riacquistare la sua libertà cambiando tutto da un momento all’altro ma lei ne è indifferente e quando il ragazzo se ne accorge ritrova i suoi limiti, le sue ferite e il dolore. “Lei”, un minuto e poco più tutti cantati con il fiato corto e asciutto, tutto voce e chitarra acustica in una cantilena romantica che ti si stringe il cuore. Verner, il cui vero nome è Gianandrea Esposito, ha origini napoletane ed è bolognese d’adozione; questo è il suo debutto dopo anni di studi del canto, della chitarra classica e poi elettrica e un’importante esperienza da busker per l’Europa. Forse proprio quest’ultima gli ha procurato le stimolanti espressività di una voce che racconta vite che si toccano con mano e con le parole e le musiche. Canzoni che hanno un controllo quasi rassicurante. Il senso di liberazione che porta la sua scrittura compositiva è commovente e rende felici perché i suoi - come li chiama lui - "punti deboli" no riconoscibili, condivisibili e anche un po’ nostri. Grazie Verner.